10 consigli per riprendersi da un tradimento

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Diciamolo pure: il tradimento è una delle esperienze più devastanti, dolorose e destabilizzanti che si possano sperimentare nella vita. Improvvisamente vediamo precipitare ideali, progetti, fiducia, e quant'altro avevamo considerato come una solida colonna portante o un valore al quale potersi riferire. Scoprire che il proprio partner ci ha traditi porta una lunga serie di sconvolgimenti, che possono variare dalle malattie fisiche, dovute magari ad improvvisi dimagrimenti, al diventare diffidenti, compromettendo la nostra capacità relazionale. Tanto che alcune coppie, ritenendo la falsità troppo onerosa e difficile da sostenere e tollerare, scelgono di separarsi. Rimane comunque questo senso di vuoto, di fallimento e di inadeguatezza che va in qualche modo affrontato per continuare il nostro percorso di vita nel modo quanto più possibile sereno ed equilibrato. Ecco dunque 10 consigli per riprendersi da un tradimento.

211

Riprendersi il proprio tempo

Il primo passo da effettuare è la consapevolezza che tutti gli attimi della nostra giornata che vivevamo dedicandoci all'altro/a o che erano vissuti in funzione della sua presenza, ritornano in nostro possesso a pieno titolo. E pertanto, facciamone buon uso applicandoci in attività che per esempio avevamo trascurato, come la palestra, la musica, la pittura, le passeggiate, le visite alle bellezze della nostra città. Abbiamo bisogno di rinfrancarci lo spirito e dunque i nostri sensi devono percepire solo cose belle, per quanto è possibile.

311

Cognizione della situazione

Prima ci rendiamo conto di ciò che stiamo vivendo e meglio sarà. Dobbiamo avere cognizione del nostro stato d'animo, esaminandolo, ragionandoci, attribuendolo a ciò che è accaduto e cercando di non abbandonarci ad un susseguirsi di emozioni che possano far perdere di vista la nostra identità, non dimenticando mai che queste sensazioni sono illusorie, ma soprattutto temporanee.

Continua la lettura
411

Riconoscere il dolore

È un passo difficile per l'indole umana quello di dovere accettare il dolore; a nessuno piace soffrire, ma esso fa parte della vita e ognuno di noi prima o poi subirà questa triste esperienza. E la chiave della risoluzione per il dolore sta proprio qui: spetta infatti a noi decidere se soffrire ancor di più, essendo incapaci di accettarlo oppure rispettarlo come parte di noi stessi.

511

Evitare di sottovalutarsi

È classico nel periodo post-tradimento farsi un sacco di domande, alle quali non troveremo risposta, ma molto spesso otterremo semplicemente una auto svalutazione, dovuta al senso di fallimento percepito. Stiamo bene attenti a non entrare in questo meccanismo subdolo: tiriamo fuori le nostre qualità e le nostre grinfie. Piangerci addosso ci farà solo cadere in depressione e ci toglierà via del tempo prezioso da dedicare a noi stessi ed alla nostra auto-rivalutazione.

611

Evitare di idelizzare

Riprendersi la propria identità significa giustappunto evitare di idealizzare quello che era il nostro amore, ma anche "l'amore", come ideale romantico ed estremamente necessario alla sopravvivenza umana. Non è così: l'amore di coppia è un insieme di tanti fattori, spesso molto pragmatici, che prescindono da qualsiasi tipo di romanticheria, che però non guasta come completamento ed arricchimento del rapporto. Ed anche la persona che non è più vicina a noi non deve essere idealizzata; probabilmente vedevamo in lui/lei solo quello che desideravamo che egli/ella fosse.

711

Rivolgersi ai familiari

In questi momenti così tragici in cui vediamo la nostra vita come uno sfacelo, chi potrà comprenderci, sostenerci e starci vicino se non chi ci vuole più bene e tiene di più a noi? La famiglia non è solo un valore; è un supporto, un'ancora, un sostegno insostituibile, specialmente in questi casi.

811

Vivere alla giornata

Abituiamoci a vivere attimo per attimo la nostra vita; d'altra parte l'esperienza ce lo ha insegnato che i progetti che credevamo indistruttibili da un momento all'altro possono venir giù. E scopriremo quanto sia bello assaporare momenti che altrimenti ci sarebbero sfuggiti, presi come eravamo dal nostro obiettivo.

911

Evitare qualunque tipo di contatto

Dobbiamo mettere due pietre in questa fase della nostra vita: una di chiusura definitiva al passato ed una miliare per l'inizio di un futuro pieno di promesse. Evitiamo dunque qualsiasi tipo di contatto chi ci ha fatto soffrire: abbiamo bisogno di rinnovarci; e per farlo bisogna cominciare dalle fondamenta.

1011

Valutare i possibili cambiamenti

Se riusciremo davvero a non chiuderci in noi stessi, saremo positivamente portati a delle strade che possono operare dei cambiamenti nella nostra vita: nuove amicizie, una nuova casa... E perché no? Un nuovo amore. Magari non ci sentiamo pronti, ma relazionarci con altre persone ci offre delle aperture mentali e di vita insospettate. Non sottovalutiamo questa possibilità.

1111

Ritrovare la propria identità

In realtà questo ultimo punto fa capo a tutti i precedenti, che sono mirati a questo solo scopo: dobbiamo ritrovare noi stessi e la nostra identità, sviluppando le nostre sensazioni, le nostre emozioni, i nostri progetti personali, i nostri sforzi per dedicarci al nostro aspetto ed alla nostra salute. Siamo noi e solo noi: quello che avevamo non ci è stato rubato, ma ha prodotto esperienza e, soprattutto, una persona nuova.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vita di Coppia

Come sconfiggere la paura del tradimento

Le relazioni d'amore comportano tante emozioni, stati d'animo e sensazioni molto forti ma non sempre sono di natura positiva. Solitamente le persone vivono la relazione interpersonale con il proprio partner con il costante timore del tradimento. Questa...
Amore

Come resistere alla tentazione di un tradimento

Resistere all'infedeltà coniugale è sicuramente un'impresa abbastanza difficile se le condizioni che favoriscono essa sono numerose ed il rapporto di coppia è arrivato a livelli di contenuto rendimento affettivo. Tuttavia, esistono anche delle situazioni...
Vita di Coppia

Come affrontare un tradimento con maturità

La voglia di amare e di donare affetto è intrinseca in ogni essere umano. L'amore e la fiducia sono la base fondamentale per un rapporto duraturo col proprio partner. Quando si sceglie di stare insieme ad una persona, siamo coscienti di essere pronti...
Vita di Coppia

10 consigli per affrontare un tradimento

Affrontare un tradimento è un percorso molto doloroso e pieno di insidie che va affrontato seguendo un preciso schema. Sono da evitare le decisioni repentine, le vendette e gli scatti d'ira. È auspicabile invece darsi del tempo per superare il trauma....
Amore

Come riprendersi dalla fine di una storia

La conclusione di una relazione è sempre dolorosa e comporta la manifestazione di vari stati d'animo e sintomi (come l'angoscia, la perdita dell'appetito, i crampi allo stomaco e le troppe lacrime). Nonostante ciò, è necessario reagire al dolore provato...
Amicizia

Come perdonare il tradimento di un amico

Si tratta di una delle esperienze più dolorose e, allo stesso tempo, più diffuse del vivere quotidiano di ciascuno noi: perdonare il tradimento di un amico. Ma come fare? Come affrontare delle circostanze così complesse?Certe situazioni risultano difficili...
Vita di Coppia

Come affrontare e superare un tradimento

Quando scopriamo di essere state tradite dal nostro fidanzato o dal compagno ci arrabbiamo, soffriamo, ci sentiamo umiliate e ciò che proviamo ci fa perdere lucidità. Queste emozioni non ci permettono di ragionare, di capire i veri motivi che hanno...
Vita di Coppia

Come tornare insieme dopo un tradimento

Il tradimento, quando scoperto oppure confessato, può provocare una rottura definitiva del rapporto di coppia, oppure, in alcuni casi, viene perdonato e la relazione ricomincia. La persona tradita, infatti, si sente offesa e umiliata, e mette in dubbio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.