10 motivi per riconciliarti con il padre dei tuoi figli

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Se con tuo marito o il tuo compagno le cose sono finite e non sono finite bene, potresti non avere più nessuna voglia di relazionarti ancora con lui. Eppure, se anche non è più un compagno, resta il padre dei tuoi figli e pensare al loro bene è la tua priorità. Ecco quindi 10 buoni motivi, per loro e per te, per riconciliarti con lui.

211

Dai serenità ai tuoi figli

I bambini sono creature incredibilmente sensibili, che assorbono tutto ciò che capita intorno a loro: dategli ansia e saranno ansiosi, circondateli di nervosismo e saranno nervosi. Ciò che accade loro nell'ambiente familiare viene poi automaticamente sfogato in ogni ambito della vita e tendono a manifestare problematiche a scuola, coi coetanei, nello sport.
Garantire loro un clima disteso e pacificato è l'unico modo per avere figli equilibrati e sereni, che possano superare la rottura dei genitori con tranquillità.
Il fatto che i tuoi figli non siano magari tanto piccoli non deve trarti in inganno: per quanto facciano finta di essere forti, i figli restano molto sensibili al clima familiare fin quasi ai vent'anni!

311

Dai serenità a te stessa

Per ogni mamma i figli sono sempre la priorità, ma subito dopo di loro veniamo noi. Anche tu meriti di riacquistare una serenità d'animo che ti consenta di essere una donna felice, e per questo anche una madre migliore. Conservare astio e rabbia nei confronti del tuo ex non può garantirti la serenità che meriti, quindi concentrati sul come trovare un modo per riportare armonia. Certo, bisogna fare un lavoro duro su se stesse, ma ne vale la pena per il proprio futuro!

Continua la lettura
411

Lascia che i tuoi figli conservino un padre

Tagliare i ponti con il padre dei tuoi figli non è assolutamente possibile, a meno che non ci sia una sentenza di tribunale di mezzo. La soluzione migliore è sempre quella di riappacificarsi perché, per quanto tu possa non volere o non aver più bisogno di un compagno, i tuoi figli continuano ad avere bisogno del loro padre. Riappacificati con lui perché loro possano continuare a frequentarlo con serenità.

511

Perdonati e perdona

Se è rimasto dell'astio tra te e il tuo ex, probabilmente è perché le cose non sono finite bene. Prenditi il tempo per riflettere su quello che è successo, per valutare come si è degenerato uil rapporto: nonostante le apparenze, raramente la colpa è di solo uno dei due. Una volta afferrato questo, ti sarà più facile perdonare te stessa e lui per gli errori commessi. Questo non potrà che giovare alla tua serenità e a quella della tua famiglia.

611

Avrai un alleato nel crescere i figli

Tremendi diventano i rapporti tra genitori e figli quanto i genitori che non sono più una coppia non sono riusciti a riappacificarsi tra loro: padre e madre parlano male l'uno dell'altro davanti ai figli, fanno a gara nel conquistarsi il loro affetto, danno regole e benefici diversi, non stabiliscono un piano educativo coerente. Gli effetti sulla prole sono naturalmente disastrosi e non raramente i genitori stessi perdono autorità di fronte ai ricatti dei figli: "Non mi compri il giocattolo? Va bene, quando sono con papà me lo compra lui!"; "Non mi lasci andare con gli amici in vacanza? Papà invece mi ha detto che posso, allora preferisco stare sempre con lui!"; "Papà mi dà una paghetta più alta di quella che mi dai tu!".
Un clima pacificato consente invece di avere nell'altro genitore non un nemico ma un alleato: regole, divienti e benefici si stabiliscono insieme con vantaggi per tutti. Anche per la tua pace!

711

Potrai prenderti dei momenti per te

Essere genitori, si sa, è un lavoro a tempo pieno. Ma diventa letteralmente impossibile prendersi delle pause se i nostri figli sono sempre con noi. Una riappacificazione con il tuo ex potrà invece consentirti di lasciare talvolta i tuoi figli con lui in piena tranquillità, lasciandoti dei momenti in cui rilassarti e goderti il tempo libero. Fidati, dopo le prime volte, inizierà a piacerti!

811

Insegna ai tuoi figli a reagire

È un ottimo esempio che puoi dare ai tuoi figli. A volte la vita non è affatto una fiaba, le storie d'amore finiscono, le persone si allontanano, la felicità sembra smarrita. Lasciarsi sconfiggere dalle difficoltà e lasciarsi sopraffare non fa bene a te ma nemmeno ai tuoi figli. Mostra coraggio, forza di volontà e l'autocontrollo necessari a riprendere i rapporti con il tuo ex e a renderli i più rispettosi e sereni possibile: mostrerai ai tuoi figli che cadere capita, ma rialzarsi è possibile.

911

Costruisci un rapporto diverso

Grazie ad una riconciliazione, il rapporto deteriorato con un ex può ricostruirsi, ovviamente in altra maniera. Potreste scoprire che l'amore non c'è più, ma può formarsi un nuovo rapporto di amicizia e di complicità che vi arricchirà entrambi.

1011

Fai un'analisi di te stessa

Quando la relazione si è conclusa con dolore, è difficile riallacciare i rapporti. Quando però si riesce a farlo e a riappacificarsi con l'ex, si possono aprire nuove possibilità di confronto per andare ad analizzare il rapporto, l'altro e se stesse. Non sottovalutate questa grande opportunità, non può che arricchirvi e migliorarvi, anche in previsione, chissà, di un futuro nuovo rapporto con una persona diversa.

1111

Rifatti una vita

Solo passando attraverso la conciliazione con il padre dei propri figli si può appianare la propria situazione umana, familiare e sentimentale per poter poi guardare verso il futuro. Macinarsi nel dolore e nella rabbia non serve a nulla: chiudi una porta e potrebbero aprirsi nuove felici possibilità!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come stabilire un rapporto di complicità tra padre e figlia

Il rapporto tra padre e figlia, da sempre è stato relegato ad un ruolo marginale rispetto a quello con la madre. Salvo qualche rara eccezione, le donne preferiscono creare un rapporto di complicità con la madre, confidarsi con lei e chiederle consigli....
Famiglia

Come essere un buon padre

Essere padre oggi significa molte cose. Se a questo si aggiungono le qualità che un uomo dovrebbe già possedere per essere un buon padre, il discorso diventa ancora più complesso. La guida proposta non va considerata come un decalogo o un insieme di...
Famiglia

Cosa regalare a Natale al proprio padre

Il Natale è una festa che tradizionalmente riunisce le famiglie e rende l'ambiente della vostra casa caldo ed accogliente. Stretti intorno all'albero e al presepe, bambini ed adulti si sentono maggiormente uniti e disposti ad elargire coccole e gesti...
Famiglia

Come essere un buon padre single

Molto spesso accade di restare single e dover vivere come un padre da solo, che vive la propria vita. Ecco perché abbiamo pensato di proporre una guida davvero molto semplice, per capire come poter essere un buon padre single.Un padre single oggi non...
Famiglia

Come chiedere scusa al proprio padre

Nei rapporti famigliari si intrecciano dinamiche complesse, dove l'affetto si mescola ad altri sentimenti ed è spesso difficile sapersi districare fra emozioni così profonde, ma spesso contrastanti tra loro. In particolare, il legame che ci unisce ai...
Famiglia

I pro e i contro della famiglia allargata

Il fenomeno della famiglia allargata ha oramai preso piede (purtroppo o per fortuna), dipende dai numerosi punti di vista in Italia e non solo. Cercheremo in questa guida di dare una descrizione oggettiva di quali sono i pro ed i contro di questo fenomeno....
Famiglia

Come stabilire un rapporto di complicità tra padre e figlio

All'interno di questa guida andremo a parlare di famiglia. Ci concentreremo sull'analisi del rapporto tra padre e figlio, con qualche consiglio. Proveremo a rispondere alla seguente domanda: come si fa a stabilire un rapporto di complicità tra padre...
Famiglia

Come essere un padre presente

Essere genitori è uno dei compiti più complessi della vita di chiunque, ma anche tra i più ricchi di soddisfazioni. In molte culture la cura e l'educazione dei figli spettano quasi esclusivamente alla donna, mentre nei Paesi occidentali è in atto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.