5 modi per aiutare il prossimo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Aiutare il prossimo spesso è impresa ardua perché non sempre siamo in grado di fare il suo bene e andiamo incontro a facili errori. Innanzitutto dobbiamo capire se, per quel prossimo in difficoltà, siamo disposti a fare dei sacrifici e se siamo in grado di non aspettarci niente in cambio. Questo è importante per decidere se stiamo agendo per lui o per noi. Se la risposta al quesito è che vogliamo dedicarci a lui per risollevarlo da una situazione difficile e non abbiamo bisogno di alcuna ricompensa, siamo sulla strada buona. Mettiamo quindi in pratica i 5 modi più corretti per aiutare il prossimo.

26

Aiutare il prossimo a conoscere sé stesso

Uno dei 5 modi per aiutare il prossimo è metterlo nelle condizioni di conoscere sé stesso. Diamogli la possibilità di esprimersi e parlarci del suo problema. Non diamo lui dei giudizi immediati ma cerchiamo di capire l'origine del suo disturbo. Per esempio, se abbiamo a che fare con una persona che soffre di dipendenza da gioco, droga o alcool, possiamo ascoltare il suo pensiero nei momenti di "lucidità". Quindi facciamolo ragionare sulla sua debolezza e sui suoi punti di forza. Diamogli il nostro supporto psicologico per il momento ma proponiamogli a breve di ricorrere a persone più competenti di noi. Convinciamolo che saremo noi a condurlo per mano verso chi potrà aiutarlo seriamente.

36

Aiutare il prossimo non assecondandolo

Il secondo dei 5 modi per aiutare il prossimo è non assecondarlo in tutto. Dobbiamo mostrarci fermi e decisi nel spiegare cosa è sbagliato per lui. Se vogliamo che esca da una dipendenza o smetta di commettere un errore, non dobbiamo permettergli di commetterlo. Concedergli la possibilità di sgarrare una volta renderà più difficile negargli la stessa cosa in un secondo momento. Perciò se il nostro prossimo soffre di dipendenza da droga, gioco o alcool, non basterà dargli ciò che desidera quando è in astinenza per accaparrarci la sua fiducia, ma anzi, questo lo farà cadere più in basso.

Continua la lettura
46

Aiutare il prossimo dando l'affetto che chiede

Il terzo dei 5 modi per aiutare il prossimo è di dargli l'affetto che chiede. Se ha bisogno di una carezza in più, cerchiamo di non essere avari. Al contrario però, se ci accorgiamo che non ama il contatto fisico non dobbiamo forzarlo. Dimostriamoci vicini anche solo con le parole. Lui sentirà il nostro calore e la nostra dedizione anche con piccoli gesti. Se per esempio il nostro prossimo è depresso e non parla possiamo trasmettergli coraggio anche solo con una stretta di mano. Se invece rifiuta il contatto fisico, sederci accanto a lui sarà sufficiente perché senta che siamo lì per lui. In ogni caso sarà lui a chiedere e farci capire di quanto affetto ha bisogno.

56

Aiutare il prossimo senza mettersi nei suoi panni

Il quarto dei 5 modi per aiutare il prossimo è evitare di metterci nei suoi panni. La nostra tendenza è quella di comportarci con una persona come vorremmo che lei si comportasse con noi. Talvolta questo può rivelarsi un grosso errore. Dobbiamo metterci in testa che non tutti siamo uguali e abbiamo bisogno delle stesse cose. Perciò quello che ferisce o gratifica noi, può non fare lo stesso effetto al nostro prossimo. Comportiamoci quindi considerando il nostro amico per quello che realmente è.

66

Riuscire a rimproverare per aiutare il prossimo

Un modo difficile di aiutare il prossimo è riuscire a rimproverarlo per gli errori che ha commesso. Di fronte ad un bambino che fa i capricci bisogna mostrarsi fermi e decisi senza paura di perdere il suo affetto. Questo lo aiuterà a crescere e ad assumersi la responsabilità delle sue azioni. La stessa cosa deve avvenire se un amico perde dei soldi al gioco e questa è la sua debolezza. Prestargli dei soldi non lo aiuterà ad uscirne. Dobbiamo quindi rimproverarlo e fargli capire la gravità dell'errore che sta commettendo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vita di Coppia

Come fare se il partner è sesso dipendente

Capita che il partner possa manifestare dei segni evidenti di una vera e proprio sesso-dipendenza. Tale situazione, inizialmente può anche sembrare piacevole per entrambi i partner. A lungo andare però può rivelarsi negativa. Infatti può degenerare...
Amore

Come superare una dipendenza affettiva

Le persone con scarsa fiducia in sé stesse, instaurano spesso, un rapporto di coppia "malato" e poco equilibrato. Il legame diviene morboso e ossessivo. Nasce una vera e propria patologia che se non presa in tempo, rovina la relazione tra i due. È più...
Vita di Coppia

Come non dipendere da lui

Un po' per tradizione, un po' per cultura, un po' per mentalità, la donna ha la tendenza ad instaurare una relazione con un uomo mettendo a fuoco una grossa debolezza femminile che si può definire con una sola parola: dipendenza. Sia che si tratti del...
Amore

Come non dipendere dal partner

Uno dei segreti per una relazione stabile e serena consiste nell'essere indipendente dal partner. Noi donne, da sempre abituate ad accudire, siamo predisposte a dipendere dagli altri: è un retaggio culturale che ci portiamo dietro e di cui dobbiamo liberarci....
Amore

Come lasciare un uomo sposato

A differenza di quanto si possa pensare, centinaia di donne nel mondo si sono trovate a dover affrontare una situazione difficile e particolare: avere una relazione con un uomo sposato. Di qualunque tipo sia tale relazione, affettiva o puramente sessuale,...
Amore

10 modi di fare che allontanano una donna

Hai letto e riletto tutti i manuali in circolazione per risultare un perfetto cavaliere, ma ciononostante ti ritrovi anche solo soletto? Forse perché spesso le guide per aspiranti Casanova si concentrano su tecniche e strategie da mettere in campo per...
Famiglia

Come chiedere scusa al proprio padre

Nei rapporti famigliari si intrecciano dinamiche complesse, dove l'affetto si mescola ad altri sentimenti ed è spesso difficile sapersi districare fra emozioni così profonde, ma spesso contrastanti tra loro. In particolare, il legame che ci unisce ai...
Amore

10 regole per farsi desiderare

Nella vita di coppia, esistono alcune regole, che dobbiamo attuare, per cercare di ottenere il rispetto dal proprio partner, ma anche per lasciare il giusto spazio alla dolce metà, senza mai eccedere. Questa guida quindi è un riassunto di 10 regole,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.