Come annunciare ai parenti una gravidanza

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Una notizia che trasmette felicità? Quella di un bambino in arrivo. Eppure annunciare ai parenti una gravidanza ha bisogno di parole e toni giusti, a secondo del grado di amicizia o di parentela che ci lega alla persona, o alle persone a cui si da la bella notizia. Ricevere ed essere accolta con l'importanza che merita, la notizia dell'arrivo di un bebè, diventa come un dono se alle parole si accompagnano anche i gesti.

24

Il vostro partner, naturalmente è la prima persona a cui avrete voglia di dare la notizia: si sa che non si sta nella pelle per la voglia di partecipare quella che è una grande emozione per ogni donna, e che per lui sarà una sorpresa: sappiate però che il momento è topico, carico di quella emozione che entrerà a fare parte del vostro personalissimo album di ricordi intimi e indelebili. Scoprire un'espressione probabilmente inedita del vostro partner sarà anche questa, una bella esperienza. Inutile dire, quindi, che queste non sono notizie che si danno per telefono o tramite sms, fate in modo che, peggio, non lo venga a sapere tramite fb o altri social: fate che sia un vostro momento intimo, il cui ricordo, una volta arrivato il bambino, potrebbe esservi molto utile. Quindi, portatelo in un posto che vi è caro, per una romantica cena o per una passeggiata tranquilla, non senza prima esservi provvista di un calzino per neonato, di un piccolo orsacchiotto di peluche, che potrete accompagnare o meno da un bigliettino semplice e carino: le parole insomma sono di troppo, è il momento per le esclamazioni!

34


Avvisato il papà, le persone più importanti a cui partecipare sono di solito i nonni e gli zii: una cena a sorpresa, magari in occasione di una festività o di un compleanno sarebbe l'ideale, con fiocchi rosa e azzurri sulla torta, e piccoli segnaposto inequivocabili: dei carillon per esempio, o dei piccolissimi carrozzini in legno colorati. Potete addobbare la casa con festoni colorati e messaggi di auguri al futuro papà, rendere quindi la notizia davvero chiara ed evidente. Anche qui, saranno i vostri volti e la vostra gioia a parlare, soprattutto se l'evento è atteso, auspicato e in qualche modo presagito. Per mille motivi però, un lutto in famiglia, una malattia grave o qualche altro evento gravoso, senza escludere che per qualcuno l'evento sia addirittura indesiderato, può succedere che la felicità della lieta notizia debba essere in qualche modo attenuata e smorzata: raccogliete intorno a voi soltanto le persone a cui la notizia darà davvero gioia perché vi vuole bene. Se ravvisate l'inopportunità di fare salti di gioia in libertà, date la notizia ai parenti in sordina, magari davanti ad una tazza di caffè. Anche quando dovete comunicare la notizia ad un parente turbato da particolari e tristi eventi, si tratta sempre di un momento felice per voi e intimo: non banalizzatelo con una telefonata e tenete presente che quasi certamente riuscirà ad alleviare la tristezza di chi vi sta di fronte: tatto quindi, ma senza indugi.

Continua la lettura
44



Dopo i parenti stretti vengono tutti gli altri, sarete voi a scegliere se dirlo, a chi dirlo, e come; dipende dai rapporti, perché, si sa, i parenti non si scelgono e non sempre i rapporti sono idilliaci. La maggioranza dei parenti, specialmente i più lontani o quelli con i quali avete degli aperti contrasti, verrà a conoscenza della notizia con il passaparola che di solito si innesca in questi casi tramite i genitori, i fratelli, e gli altri parenti più vicini ai quali avete già dato la notizia. Prima dei parenti più lontani e, in casi estremi, anche prima dei genitori, ci sono gli amici: senz'altro le amiche del cuore, sono quelle a cui non vedete l'ora di dirlo per condividere con loro la vostra felicità: conoscono la vostra storia e i vostri desideri, non ci metteranno molto a capire, soprattutto se dedicate loro un pomeriggio a guardare vecchie foto o vi fate accompagnare a fare shopping. È tradizione infine che la notizia del nuovo arrivo non venga sbandierata ai quattro venti prima del terzo mese: anche le persone a cui tacerete la notizia per scaramanzia, colleghi, amici e conoscenti potrebbero non tardare a collegare la vostra aria radiosa, le forme addolcite e la vostra gravidanza.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 modi per dire ai tuoi genitori che sei incinta

Sicuramente trovare dieci modi per dire ai tuoi genitori che sei incinta non sono una cosa semplice ma oggi proverò a darvi dei consigli che potreste ritenere utili, magari riterrete alcuni perfetti, altri pessimi e altri impraticabili ma ricordate che...
Matrimonio

Matrimonio: come dirlo ai genitori

Il matrimonio è senza dubbio un passo estremamente importante in una coppia che si ama, che crede nei valori della famigia e nell'amore eterno. Tuttavia ci sono una serie di tappe che precedono il grande giorno, il giorno in cui i due sposi dichiareranno...
Famiglia

Come dire ai propri genitori di essere incinta

La gravidanza è sempre un momento molto speciale, che sia programmata o meno. Nella maggior parte dei casi, comunicarlo agli altri porterà sicuramente una grande gioia anche se, non sempre, risulterà facile dirlo, soprattutto ai genitori che presto...
Matrimonio

Come annunciare le proprie nozze

Avete preso la grande decisione di sposarvi ed ora siete alle prese con tutto ciò questo comporta, dalla comunicazione fino all'organizzazione finale del matrimonio? Volete fare tutte le cose con precisione e correttezza ma anche senza troppe formalità?...
Matrimonio

5 modi originali per annunciare un matrimonio

Congratulazioni ti sposi! Ma ora come fai a dirlo agli altri? Il matrimonio è un impegno importante che cambia completamente la vita, alcuni vogliono rendere speciale persino il momento in cui hanno detto per la prima volta a parenti e amici di aver...
Amicizia

Come dare una brutta notizia

Spesso ci troviamo in situazioni che vorremmo evitare. Purtroppo però, la maggior parte delle volte che ci si trova in una di queste situazioni, non sempre è possibile e ci troviamo nella scomoda posizione di dover dare noi la brutta notizia al malcapitato....
Amore

Come sostenere il partner dopo una brutta notizia

La soliditá di una coppia si rivela in tutta la sua forza proprio nei momenti difficili: sapersi supportare a vicenda ed affrontare insieme le avversitá cimenta il rapporto ed incrementa la solidarietá di coppia. Vediamo allora come sostenere il proprio...
Problemi Adolescenziali

5 modi per dire alla mamma che sei fidanzata

È arrivato il momento giusto anche per te. Esci con un ragazzo e ritieni che sia una cosa così importante per te da doverla condividere con tua mamma. Ci sono almeno 5 modi per dirle che sei fidanzata ma dovrai trovare quello più giusto per te. Fai...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.