Come capire se piaci a un ragazzo

Difficoltà: facile
Come capire se piaci a un ragazzo
psicologo360.it
15

Introduzione

Sapere se piaci ad un ragazzo, se la tua attrazione è ricambiata o se hai semplicemente preso un granchio, è un dubbio che assilla l'uomo dall'alba dei tempi. Essere capaci di osservare ed interpretare gli atteggiamenti e i piccoli segnali che il corpo ci invia, è importante per capire se vale davvero la pena sperare in una storia, oppure sarebbe meglio cambiare "preda".

25

Che appartenga ad un uomo o ad una donna, il corpo proietta gesti e comportamenti involontari che, se letti nel mondo giusto, ci rendono un vero e proprio libro aperto. Tra tutti gli elementi, come risaputo, gli occhi sono lo specchio dell'anima. Anche nel mondo animale, lo sguardo è uno dei segnali più facili da interpretare. Chi non è capace di riconoscere uno sguardo arrabbiato? Sopracciglia aggrottate, occhi socchiusi, pupille immobili sono un segno impossibile da fraintendere, in questo caso è meglio correre ai ripari!
Le occhiate sono un'importante segnale, soprattutto se fugaci. Queste, infatti, indicano curiosità senza però scoprire le proprie carte. Ricevere sguardi veloce, soprattutto se ripetuti, è spesso sinonimo di una timida voglia di scrutare l'altro.

35

Un altro segnale di cui tenere conto sono i capelli. Se chi abbiamo difronte tende a toccare spesso i propri capelli, spostarli, sistemarli è un chiaro segno di interesse: volersi accertare continuamente di essere "a posto", gradevole alla vista, denota una palese voglia di apparire al meglio in modo da affascinare l'altro.

45

L'"espolorazione visiva", ovvero il soffermarsi su alcuni punti più attraenti del tuo viso è un'atteggiamento inequivocabile: in questo caso l'interesse è quasi certo. Chi si soffermerebbe ad osservare attentamente un abito, un quadro senza che questo abbia almeno attirato la sua attenzione? È un ottimo momento per provare a confermare questo interesse cominciando a provocare in modo molto delicato.
Una delle tecniche e senza dubbio quella di avvicinarsi senza timidezze, naturalmente non esagerando e sempre con eleganza ed educazione. Se, dopo l'avvicinamento, l'interlocutore resta disinvolto o, addirittura, cerca di avvicinarsi a sua volta, l'interesse è oggettivo. Se, al contrario, notiamo imbarazzo o vediamo ritrarre le gambe verso e posizionare le braccia vicino al busto è consigliabile allontanarsi un po', senza dare nell'occhio, in modo da rimetterlo a proprio agio.

55

Ultimo segnale, ma non meno importante, sono le labbra. Se la persona che vi interessa inumidisce continuamente le labbra o le stringe leggermente tra i denti a quel punto la situazione è sotto controllo e potrete dare il meglio di voi stessi intraprendendo un corteggiamento elegante e raffinato.  

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide