Come comportarsi con i figli del partner

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si inizia una nuova relazione con una persona che ha avuto figli con il partner precedente si può attraversare un periodo emotivamente difficile, sia per la nuova coppia che per i bambini. Di conseguenza, è fondamentale capire le esigenze di ogni persona coinvolta in questa relazione, in modo tale da poter affrontare tutti insieme eventuali problemi, ma anche la semplice quotidianità. I bambini rappresentano le persone più suscettibili nell'ambito di una nuova coppia, per questo è importante sapere come comportarsi con loro, per farsi accettare, per poter contribuire alla loro formazione e per aiutarli a vivere la situazione con serenità. Attraverso questa guida vedremo proprio come instaurare una relazione con i figli del partner. I passi sono scritti appositamente in modo da potersi adattare sia a un punto di vista femminile, che ad una prospettiva maschile.

26

Innanzitutto, per quanto possa sembrare superfluo da ricordare, è necessario trattare il vostro partner con rispetto, e ancora di più se quest'ultimo ha già dei figli. Sono assolutamente da evitare le "scappatelle" se avete dei fili o se li ha il vostro partner: questo, infatti, potrebbe diventare estremamente dannoso per i bambini, andando magari a peggiorare il senso di abbandono di probabilmente già soffrono. Gli esseri umani non sono perfetti e non sono in grado di predire il futuro, tutti facciamo degli errori, ma almeno ci si dovrebbe fermare a riflettere sulla propria motivazione, prima di subentrare in una nuova situazione familiare.

36

Il primo approccio con i figli deve essere lento e graduale. Presentatevi a poco a poco, lasciando il tempo per elaborare la situazione e per poter porre domande al proprio genitore. Apparire improvvisamente, 24 ore su 24, nella vita di un bambino è un cambiamento enorme per lui. È necessario inserirsi con delicatezza, attraverso eventi o situazioni che siano in un terreno neutro, quindi non nella casa in cui abita. Andare insieme a fare una passeggiata al parco, per esempio, è una buona idea, in quanto vi sono distrazioni per voi, per il vostro partner e per i suoi figli, tutte situazioni che possono contribuire a sciogliere la tensione della situazione. Aumentate a poco la quantità di tempo passata insieme, permettendogli di conoscervi meglio e cercando, voi stessi, di conoscere le esigenze e i gusti dei bambini.

Continua la lettura
46

Siate onesti: fingere di essere un vecchio amico di scuola o il collega di lavoro, piuttosto che il nuovo fidanzato del partner, non è un buon modo per affrontare la situazione. Questa piccola bugia, per quanto possa essere stata mossa da buone intenzioni, a lungo andare potrebbe avere effetti negativi sui bambini. Ricordate, infatti, che i figli osservano e capiscono ciò che sta accadendo intorno a loro e, soprattutto, hanno bisogno di essere coinvolti in maniera onesta e sincera.

56

Quando entrate a far parte di una nuova famiglia, cercate di adattarvi il più possibile allo stile di vita già presente, evitando di dettare nuove regole e, soprattutto, di giudicare le abitudini e l'ambiente domestico. La vostra presenza dovrà essere percepita come una situazione piacevole, per questo è necessario essere sensibili e pazienti. Questo non significa non rispettare la propria natura e il proprio stile di vita, è semplicemente un compromesso che consentirà di vivere una vita serena con il proprio partner.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciate che i bambini si abituino alla vostra presenza, ma non cercate di diventare un sostituto dell'altro genitore biologico.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amore

Come comportarsi quando l'amore non è corrisposto

L'amore è un'esperienza che prima o poi nella vita ogni essere umano prova. Di tutti gli stati emotivi è senza dubbio quello più importante, poiché regala momenti di forti emozioni. Soprattutto durante la fase iniziale dell'innamoramento si vive in...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con il primo fidanzato

Sia che siamo adolescenti o più attempate, il primo fidanzato "ufficiale" è un'emozione tremenda. Da giovani probabilmente è più facile pensare che la storia possa finire, ma raggiunta una certa età la sconfitta, sarebbe molto forte e deleteria....
Famiglia

Come comportarsi con una cognata maleducata

Nella vita purtroppo, si è talvolta circondati da persone scortesi e maleducate. Per fortuna però, per non farsi mettere di cattivo umore si può evitare questo tipo di persone. Certamente la situazione in questo caso si complica, ma niente paura, con...
Vita di Coppia

Come comportarsi con il suo ex

Avete finalmente trovato la persona giusta, vi siete piaciuti al primo sguardo, frequentati ed ora state insieme. Cosa potrebbe turbare questo idillo d'amore? Una parola, due lettere: EX. L'ex, quella persona che prima di voi, ha beneficiato della presenza...
Vita di Coppia

Come comportarsi se il partner chiede una pausa di riflessione

Tutto sembra andare nel verso giusto: armonia, amore e passione sembrano scontate quando all'improvviso il vostro partner richiede un momento di riflessione. La sensazione di paura e panico vi assale inizialmente, per poi lasciare spazio ai pensieri sul...
Amicizia

Come comportarsi se si è ospiti a casa di amici

Essere ospiti ad una cena o a un pranzo a casa di amici, è davvero piacevole. Riunirsi a chiacchierare dopo tanto tempo che non ci si vede e mangiare tutti seduti allo stesso tavolo rende il clima festoso e familiare. Per non fare figuracce quando si...
Famiglia

Come comportarsi con i figli del nuovo compagno

Non esiste nessun manuale per imparare a fare i genitori, immaginarsi quanto possa complicarsi la vicenda se dobbiamo fungere da genitore per un figlio che non è nostro. Si tratta di un rapporto difficile da instaurare, ma che potrà, dal punto di vista...
Famiglia

Come Comportarsi A Pranzo Dalla Suocera

Ci sarà sicuramente capitato, almeno una volta, durante un rapporto di coppia di essere invitati ad un pranzo o una cena con i genitori del proprio partner. Generalmente in questi casi ci si trova a dover affrontare situazioni di grande imbarazzo perché...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.