Come comportarsi con un figlio adolescente

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Crescere un figlio è una responsabilità enorme sia per la madre che per il padre. Per questa situazione non ci sono manuali d'uso o comportamenti standard che vanno bene per tutte le famiglie. Bisogna affidarsi al buon senso e all'amore per il proprio ragazzo. Di solito nei primi anni di vita i piccoli hanno più o meno gli stessi comportamenti. Le difficoltà sorgono nella fascia preadolescenziale. A quell'età con la scuola cominciano a crearsi le amicizie e le prime cotte. Di conseguenza si sviluppano delle insicurezze che talvolta aumentano stando a contatto con altri coetanei. Anche se le persone non sono mai uguali ci sono degli atteggiamenti che le accomunano. Cerchiamo di spiegare come comportarsi con un figlio adolescente.

25

Di sicuro è uno dei periodi più delicati nella vita dell'essere umano. Il corpo si sviluppa anche troppo in fretta. Ma non sempre lo sviluppo cognitivo "segue lo stesso percorso". Anche se le femmine maturano prima teniamo conto che l'eccezione non fa la regola. Non solo i parenti stretti, ma anche la tempesta ormonale del periodo causa ansie e preoccupazioni. Gli adolescenti vivono intensamente la felicità. Accade la stessa cosa con le esperienze negative. Difficilmente notano la realtà che sta nel mezzo. È normale vederli scontenti ed irrequieti. Il problema nasce quando non si cerca un dialogo e la situazione si trascina nel tempo. Se vogliamo essere dei bravi genitori prima di tutto cerchiamo di andare d'accordo. Questo non vuol dire fingere che tutto vada bene. Non ci sono famiglie perfette. Ma ogni membro si assume le sue responsabilità. Questo dimostra ai ragazzi che anche loro hanno un ruolo in famiglia e nella società. Si va avanti comunicando gli stati d'animo e confrontando le esperienze.

35

Si cerca di essere un genitore presente ma non soffocante. Entriamo con discrezione nella loro vita. Sappiamo l'importanza che la sfera sessuale ha nello sviluppo di ogni essere umano. Basta poco per creare un disturbo o un complesso. È inutile fare pressioni per accontentare i nostri bisogni inconsci. Devono vivere in maniera naturale le vicende quotidiane. Se pure noi abbiamo bisogno di confidare un segreto facciamolo senza paura. Conquistiamo la loro fiducia e allo stesso tempo dimostriamo che possono ricambiarla. Quando raccontiamo della nostra fanciullezza non diamo ordini e non facciamo confronti. La cosa migliore è cercare di trasmettere le sensazioni che provavamo in quegli anni. Non deve sentirsi un disadattato. È già positivo se gli facciamo capire che è tutto normale.

45

Pulendo la camera è facile trovare "giornali strani". Soprattutto se abbiamo un figlio. Ma facciamo finta di non aver visto niente. Chi non ha "uno scheletro nell'armadio"?
Una mamma e un papà devono instaurare in primis un rapporto d'amicizia con la prole. Amiamoli tutti allo stesso modo se abbiamo deciso di avere una famiglia numerosa.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti