Come convivere con un partner disordinato

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La convivenza, sia nel caso in cui avvenga prima che dopo il matrimonio, è una fase dello sviluppo delle dinamiche della coppia molto delicata. Convivere non è mai semplice, essendo infatti necessario un equilibrio fra due personalità più o meno differenti differenti. Uno dei casi più frequenti di litigi ed incomprensioni riguarda il caso in cui uno dei due partner risulta essere disordinato, problema che può rivelarsi da non sottovalutare. Una volta attenuata l'euforia iniziale non bisogna "adagiarsi sugli allori" e rispettare gli spazi e gli impegni presi. Indipendentemente che questa spiacevole caratteristica appartenga dall'uomo o dalla donna è importante mettere dei freni al disordine. Benché può essere vero che chi nasce tondo non muore quadrato, non deve essere una scusa per non provarci e giustificarsi. Vediamo quindi di seguito una serie di consigli che possono tornare utili a chi vuole cercare di capire come trovare una soluzione per rendere possibile la convivenza con un partner disordinato.

24

Il disordine causato dal partner viene generalmente tollerato per un determinato periodo di tempo, ad esempio all'inizio o in situazioni delicate (es. A causa di impegni di lavoro, malattia...), ma può diventare una delle cause principali di malessere del rapporto a lungo andare. Se dopo averglielo fatto notare, magari anche scherzandoci sopra, ma non è cambiato nulla, è necessario attirare maggiormente l'attenzione sul problema. Inizialmente potete rifiutarvi di riordinare il suo caos, evitando di aiutarlo/a quando di corsa non trova quel documento importante o il cellulare. Questo espediente lo metterà in guardia circa gli aspetti negativi della questione. Se però neppure l'esperienza negativa lo/a sveglia è il momento di ricorrere al dialogo.

34

È bene parlarne apertamente, ma probabilmente non basterà una sola discussione o litigata! Alzare la voce non servirà infatti a nulla, il vero punto a cui dovete mirare è far comprendere il disagio che crea il disordine e le conseguenza che porta, anche in relazione alla coppia. Bisogna far in modo di spiegare al partner disordinato che il caos che si viene a creare, un disordine più o meno creativo, diviene un problema reale, e che non porvi fine, o quanto meno un limite, è una mancanza di rispetto nei vostri confronti che non potete tollerare ulteriormente.

Continua la lettura
44

Può essere efficace, al fine di far comprendere meglio il proprio punto di vista, mostrare i pro di un miglioramento sul fronte ordine! Fra questi per esempio possiamo citare più serenità, complicità, e crescita del "noi". Risulta utile anche stilare delle regole o dividere i compiti. È importante parlarne e fare dei paragoni, per far comprendere al meglio la gravità del problema. Altrimenti passate alla guerra: cosa gli dà fastidio, minacciate di farlo! Così si renderà conto del fastidio arrecato. Se necessario scioperate e non abbiate paura a lamentarvi! Sicuramente parlarne con il cuore in mano è la soluzione migliore, siate diretti e sicuri nell'esposizione del problema e se davvero esiste un valido rapporto fra la coppia non potrete non essere ascoltati e capiti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amicizia

Come convivere con uno o più coinquilini disordinati

Che sia per motivi di studio o lavoro, condividere l'abitazione con altre persone è un'esperienza estremamente utile e formativa, insegna a rispettare le regole (e gli spazi) sociali, consente uno scambio di conoscenze ed abitudini, aiuta a crescere....
Famiglia

5 consigli per convivere con genitori anziani

Con i ritmi frenetici che la vita riserva, esigenze flessibili di lavoro ma anche la necessità di riservarsi degli spazi personali, diventa piuttosto impegnativo convivere con genitori anziani. Convivere con genitori anziani significa adattare i propri...
Vita di Coppia

Come convincere il tuo ragazzo a convivere

Nel caso in cui ami talmente tanto il tuo ragazzo da desiderare di risvegliarti insieme a lui nello stesso letto tutti i giorni, e desideri di condividere qualsiasi momento della tua vita quotidiana e di riaddormentarti tra le sue braccia ogni sera, sicuramente...
Vita di Coppia

5 cose da sapere se vai a convivere con un uomo

Quando ci si ama e si vive bene il rapporto di coppia si fa sempre più frequente il pensiero di condividere qualcosa in più con il proprio partner. Si comincia quindi con il fare i primi discorsi che poi diventano dei veri e propri progetti di vita...
Famiglia

Come convivere con i genitori anziani

Fino ad una certa età, i genitori possono occuparsi dei propri figli senza alcuna difficoltà grazie al loro infinito amore. Quando i parenti diventano anziani, i compiti sembrano invertirsi. A quel punto, sono proprio i figli a doversi prendere cura...
Amore

5 cose a cui pensare prima di andare a convivere

Dopo un periodo di fidanzamento, è arrivato il momento: vivere nella stessa casa. La convivenza è un passo molto importante in una relazione, che la porta ad un nuovo livello di stabilità. Non è quindi qualcosa da dare per scontato, o da fare dandogli...
Vita di Coppia

Gli errori più comuni a inizio convivenza

Andare a convivere è un passo molto importante per una coppia, sia che si tratti di una convivenza pre matrimonio, sia che si tratti di una convivenza post matrimonio.Si tratta di una sorta di prova per la coppia: attraverso una convivenza è possibile...
Vita di Coppia

Come convivere pacificamente con il partner

Prima o poi ogni coppia affronta la questione dell'andare a vivere insieme. Se la convivenza prevede lo stare insieme solo per rapporti occasionali e, poi ognuno a casa propria, allora si parla soltanto di una parte della vita quotidiana dell'altro. Se...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.