Come dare ripetizioni ad un adolescente

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Chi di noi durante l'adolescenza non è stato in parte irriverente e svogliato. Si tratta infatti di una fase particolare della vita che sprigiona una parte del nostro carattere a dir poco sconosciuta e a tratti anche aggressivi. Tale componente si ripercuote spesso proprio aull'apprendimento e l'educazione, motivo che spinge molti genitori ad affidarsi ad un insegnante privato. Molto spesso però capita di trovare un muro molto difficile da abbattere tra l'insegnante e il ragazzo. Per questo vedremo insieme nel dettaglio come risolvere tale problema e dare quindi le necessarie ripetizioni ad un adolescente.

27

Occorrente

  • pazienza, fantasia, curiosità, sorriso sempre pronto
37

Per prima cosa bisogna evitare un tono troppo autoritario nei confronti del ragazzo. È fondamentale che più che un'esposizione, la vostra sia una sorta di conversazione, in cui cercate di stimolare la curiosità di chi vi ascolta con aneddoti che potete attingere dal vostro bagaglio culturale. Se particolarmente interessanti, questo rafforzerà nel ragazzo l'idea che ha a che fare con un adulto intelligente e in gamba, motivo ulteriore per rispettarlo. Fategli delle domande, spingetelo a calarsi nei panni dei personaggi storici, a immaginare le conseguenze di un evento. Dovete convincerlo che studiare, prima che un dovere è un piacere. Se scoprite un argomento che lo interessa particolarmente (le armi, la moda...) non esitate a fare riferimenti a tali temi per appassionarlo.

47

Se invece il vostro allievo ha delle difficoltà ma non esita a far del suo meglio, una cosa va detta innanzitutto: siete fortunati!. I ragazzi che si impegnano, specie se hanno anche delle difficoltà, sono rari. Il vostro dovere diventa quindi quello di incoraggiare il ragazzo a perseverare nell'impegnarsi. Ai primi successi come un bel voto, date un giusto riconoscimento, dimostratevi sinceramente orgogliosi del risultato raggiunto. Per quanto riguarda l'ambito didattico, sta alla vostra capacità come insegnante e alla vostra esperienza, capire quale metodo sia il più efficace. Dipende da che tipo di difficoltà incontra lo studente: ha difficoltà di astrazione delle figure geometriche? E voi rendetele concrete. Un parallelepipedo può essere facilmente individuato in una scatola e un cilindro in un bicchiere. A questo punto parlare di superficie laterale o area di base diventa molto più semplice. Se invece il problema sta nel memorizzare i concetti, potete provare a preparargli degli schemi, possibilmente scritti in grande, a pennarello o comunque con una grafica accattivante che lo stimoli a guardarli (un piccolo disegno qua e là non ci starebbe male). Se il problema è nello scritto, iniziatelo alla lettura: non c'è miglior medicina. Dovete scegliere accuratamente un libro semplice, poco impegnativo in modo che non demorda alla prima pagina. Chiedetegli cosa ne pensa, se gli è piaciuto. Ogni vostra proposta deve essere stimolante e convincente.

Continua la lettura
57

A prescindere da quale sia il vostro caso, non dimenticate mai che in ogni cosa, e nell'insegnamento in particolare, ci vuole passione. Riscoprite in voi un carisma insospettabile che porti chi è costretto ad ascoltarvi ad interessarsi a quello che dite, al punto da volervi interrompere per fare domande. Anche voi dimostratevi interessanti alle sue opinioni. Del resto, stiamo parlando di dare ripetizioni, quindi un contesto al di fuori della scuola, quindi potete concedere uno strappo alla professionalità a vantaggio di una risata in compagnia. Instaurare un bel rapporto è il primo passo per far funzionare il tutto: se vi conquistate la sua stima, il ragazzo sarà più propenso ad assecondarvi, a impegnarsi e magari a cercare di sorprendervi per meritare la vostra di stima.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • siate pazienti ma fermi

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

Come capire quando un adolescente mente

L'adolescenza è il risultato di un percorso evolutivo di un individuo che si appresta a varcare la soglia di un mondo nuovo e tutto da scoprire: quello degli adulti. Affascinati ma anche molto spaventati, i ragazzi subiscono gli effetti conflittuali...
Problemi Adolescenziali

Come aiutare un figlio adolescente innamorato

L'adolescenza è una fase dell'età evolutiva particolarmente delicata. In questo periodo avviene il passaggio dalla pubertà all'età adulta e i ragazzi sono particolarmente sensibili e recettivi a qualsiasi stimolo o cambiamento. È anche la fase dei...
Problemi Adolescenziali

Come affrontare un figlio adolescente

L'adolescenza è un momento chiave nel percorso di crescita che vostro figlio sta avviando: fra la tarda infanzia e la maturità si passa attraverso degli anni spesso tormentati, in cui un ragazzo o una ragazza cerca di trovare una definizione a se stesso...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a farti andare in vacanza con lui

Se sei una ragazza, soprattutto se ancora adolescente, non è facile riuscire ad andare in vacanza col tuo ragazzo; bisogna prima convincere i genitori, a maggior ragione se è la prima volta che vai in una vacanza "da sola". Ecco alcuni validi consigli...
Problemi Adolescenziali

Amore e amicizia nell'adolescenza

Nel ciclo della nostra vita, interposta tra la fanciullezza e l'età adulta vi è l'adolescenza. È un periodo particolarmente problematico tipico dell'esistenza, specie per le risonanze psicologiche del mutato rapporto tra l'adolescente e il proprio...
Problemi Adolescenziali

Come porre dei limiti a un figlio adolescente

Per un genitore crescere ed educare un bambino è costantemente una sfida, un continuo mettersi alla prova con il terrore di commettere degli errori. Se è vero che essere una buona madre o un buon padre risulta spesso difficoltoso, ciò è ancor più...
Problemi Adolescenziali

10 domande da non fare a un figlio adolescente

L'adolescenza è un periodo molto difficile della vita e, nonostante ci siamo passati tutti, sembriamo non riuscire ad instaurare un rapporto sereno con i nostri figli o nipoti. Gli adolescenti si trovano a dover affrontare i primi "problemi" della vita,...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con le bugie degli adolescenti

Il periodo dell'adolescenza, probabilmente è quello più delicato che una persona passa nel corso della propria. L'adolescenza, va dai dodici ai diciotto anni. Questo periodo di transizione è parecchio delicato poiché determina la crescita del bambino...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.