Come disporre i tavoli al matrimonio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il matrimonio è sicuramente uno dei giorni più belli nella vita di una persona; rappresenta infatti la celebrazione, davanti ad amici e parenti, della propria decisione di iniziare un nuovo percorso insieme alla persona amata. Come ogni grande passo, però, esige di un lungo ed impegnativo processo di organizzazione in cui si cerca sempre di non lasciare nulla al caso e di pianificare anche il più piccolo dettaglio. Oltre alle decine di scelte che gli sposi sono tenuti a fare, non deve certamente essere sottovalutata la temuta e odiata disposizione dei tavoli al ristorante che ospiterà il banchetto nuziale. Nonostante l'apparente semplicità, questa è sicuramente una delle decisioni più complicate per i futuri sposi, diventando spesso anche oggetto di malumori. Ecco quindi una serie di linee guide che possono aiutare i novelli sposi a districarsi nel confuso ma bellissimo mondo dei preparativi del matrimonio e ad affrontare al meglio la spinosa questione di come disporre i tavoli.

25

Occorre per prima cosa che gli sposi stilino, ognuno per conto proprio, una lista di invitati. In cima a tutti ci saranno, chiaramente, i nomi dei propri familiari. Si può a questo punto scegliere se mantenere separati i diversi invitati oppure, per favorire la socializzazione tra le due famiglie, mischiare i partecipanti alla cerimonia. Non dobbiamo mai dimenticare di tenere in considerazione eventuali inimicizie che purtroppo possono esserci nel parentado ed evitare, quindi, di sistemare persone fra cui sappiamo che non scorre buon sangue una accanto all'altra.

35

Dopo aver preso questa decisione, stimiamo il numero di invitati e, sulla base di questo dato, abbozziamo una prima sistemazione. Se abbiamo optato per una cerimonia con pochi intimi, potremmo scegliere una sistemazione che si sviluppi su un'unica tavolata, come ad esempio il classico "ferro di cavallo". Gli sposi siederanno al centro e, più precisamente, lo sposo sarà alla sinistra della sposa, mentre a destra si posizioneranno, in ordine: il padre dello sposo, un testimone, il padre della sposa e l'altro testimone. Seguiranno poi tutti i restanti parenti ordinati in base ad un criterio anagrafico. Di riflesso sul lato sinistro dello sposo si sistemeranno: la madre dello sposa, un testimone, la madre dello sposo e un altro testimone.

Continua la lettura
45

Nel caso in cui, invece, aveste scelto un matrimonio in stile principesco con orde di parenti e amici, dimenticate le soluzioni proposte in precedenza! Buttatevi, quindi, sulla classica disposizione composta da una serie di tavoli da 8-10 persone, disposti di fronte al tavolo degli sposi. A questo punto occorre decidere se il tavolo degli sposi ospiterà anche i rispettivi genitori e testimoni oppure se optare per un tavolo che ospiti solo la coppia d'onore. Quest'ultima è sicuramente la soluzione preferibile poiché permette ai novelli sposi di alzarsi e girare fra gli invitati senza la preoccupazione di lasciare soli i commensali.

55

E come si deve agire se i genitori di uno dei due futuri coniugi sono separati e non si parlano? La risposta è molto semplice: bisogna necessariamente farli accomodare in due tavoli separati. Altra questione a cui gli sposini devono dedicarsi è sicuramente la presenza di bambini e, per intrattenere i piccoli ospiti nella maniera più adeguata, è opportuno verificare che il ristorante in cui si svolgerà il banchetto nuziale disponga di un servizio di animazione. Questo garantirà, oltre al divertimento per i piccoli, un po' di tranquillità anche per i genitori! Ultima accortezza spetta alla madre della sposa, la quale dovrà assicurarsi che tutti gli ospiti abbiano trovato giusta collocazione. Per facilitare questo, è indispensabile sistemare all'ingresso della sala un tabellone che indichi i nomi dei tavoli e gli invitati che li occupano.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Matrimonio

5 sorprese da fare al matrimonio

Il matrimonio, per due fidanzati, rappresenta il coronamento di un sogno: quello di essere uniti per sempre come marito e moglie. Sia esso celebrato in chiesa oppure in municipio, seguito o meno da una festa o da un banchetto, di solito il matrimonio...
Matrimonio

Come vestirsi per fare da testimone a un matrimonio

Se siamo invitati a fare da testimoni a un matrimonio e non sappiamo come vestirci, siamo titubanti tra un tailleur o un abito elegante, tra una gonna o un pantalone, dobbiamo riflettere. Se il testimone è un uomo ci sembra tutto molto più facile:...
Matrimonio

Come addobbare il tavolo degli sposi

Il giorno del matrimonio è un momento molto importante nella nostra vita. Per tale motivo, non bisognerà lasciare niente al caso, cercando il più possibile di rispecchiare, tutti quelli che saranno i vostri desideri, tanto nell'arredamento che nelle...
Famiglia

Consigli per fare da testimone a un matrimonio

Se vi hanno appena comunicato che siete stati scelti come testimoni a un matrimonio sicuramente vi sentirete emozionati e vorrete avere qualche indicazione in più su come comportarvi. Nella guida che segue cercheremo di fornire alcuni semplici consigli...
Matrimonio

Come essere un buon testimone di nozze

Essere scelti come testimoni di nozze deve essere considerato come un vero e proprio privilegio. Questa persona è infatti la figura alla quale gli sposi si affidano per celebrare il loro matrimonio. Sia che si tratti di un rito religioso o di uno civile,...
Matrimonio

Come organizzare i tavoli al matrimonio

Un evento unico come il matrimonio prevede moltissime cose da pianificare e organizzare. Una di queste, che all'apparenza potrebbe sembrare di secondaria importanza, è la disposizione dei tavoli per il pranzo o la cena. La scelta delle posizioni degli...
Famiglia

Testimone di nozze: come vestirsi

I testimoni di nozze sono coloro che hanno il compito di garantire la legalità del matrimonio, per quanto riguarda l'aspetto giuridico. Per legge i testimoni di nozze devono essere minimo due persone e massimo quattro e vengono scelti dagli sposi fra...
Matrimonio

Come fare la disposizione dei posti a tavola per il pranzo di nozze

La disposizione dei posti a tavola per il pranzo di nozze, viene organizzata durante i preparativi del matrimonio. Le prime file dei tavoli, sono solitamente evidenziate fuori da un nastro, per designare i posti a sedere come riservati. In generale, la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.