Come gestire i conflitti tra fratelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Essere dei buoni genitori non è certo un compito semplice, fortunatamente però molte generazioni di persone hanno già svolto questo importante compito, così che si possa prendere spunto dalla loro esperienza. Una delle attività più "complicate", ma anche una delle più belle, è quella di crescere due o più figli piccoli. Bisogna infatti essere capaci di prestare loro le dovute attenzioni senza rischiare di "favorirne" uno, danneggiando così gli altri. Si deve anche saper far fronte ai loro inevitabili litigi, risolvendoli nel modo migliore. In questa guida sarà spiegato come gestire i conflitti tra fratelli.

25

Occorrente

  • tanta pazienza!
35

Per prima cosa è necessario sapere che purtroppo non esiste un modo per evitare i conflitti tra fratelli. Questi sono infatti naturali e servono a loro per crescere ed imparare. I litigi tra fratelli iniziano infatti sin da quando sono piccoli e continueranno ad esistere fino alla tarda adolescenza. L'unica cosa che cambia sono le motivazioni che scatenano queste reazioni. Da piccoli, i motivi dei litigi possono essere la condivisione indesiderata di un giocattolo o delle attenzioni dei genitori, da grandi potrebbe essere l'uso del computer, l'uso della macchina ecc.

45

Per un genitore è però fondamentale riuscire a riportare il conflitto su di un piano normale, senza che questo degeneri in una vera e propria lite. Quando infatti i litigi non vengono esasperati ma si riesce comunque a parlarsi ed a confrontarsi (anche se ad alta voce), allora il litigio sarà "positivo" ed aiuterà i figli (sia quelli piccoli che quelli più grandi) ad imparare a relazionarsi tra di loro e con il mondo esterno. I genitori devono porsi come degli arbitri imparziali in grado di farsi rispettare sempre e comunque, insegnando come poter superare le difficoltà.

Continua la lettura
55

L'elemento fondamentale è senza ombra di dubbio quello di evitare un termine di paragone tra i fratelli. Questi risultano infatti inutili, facendo solamente aumentare la loro voglia di competizione. Piuttosto è meglio cercare di valorizzare i bambini in ciò che gli riesce meglio. Provare quindi a parlare ad ognuno di loro per cercare i capire il loro carattere, i loro punti deboli e quelli forti. Questa operazione va fatta separatamente, dando cosi ad ognuno la giusta attenzione di cui meritano. Evitare poi di mettersi in mezzo quando litigano, almeno fino a quando non passeranno all'uso della forza. Bisogna sempre evitare di incoraggiarli a diventare uniti, ma è necessario lasciar decidere a loro quando farlo. Solo quando si capisce che la situazione è davvero critica, i fratelli vanno divisi e bisogna cercare di punirli in qualche modo, ad esempio vietando loro l'utilizzo di un gioco, del cellulare o della TV. Ultimo importante consiglio: non arrivare mai alle mani con i figli!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come riallacciare i rapporti con i fratelli

La famiglia, diceva bene Giuseppe Mazzini, è la patria del cuore. Le sensazioni più belle nascono e s'intensificano all'interno del nucleo familiare, così come i primi dissapori, le liti e le mancanze. Quando si generano inevitabili fratture, cercare...
Famiglia

Come evitare gelosia tra fratelli

Intanto come prima cosa è necessario sfatare un mito. Non esistono bambini che non siano gelosi. Vi ricordate Mickey di "Senti chi parla 2" quando nasce la sua sorellina? Lui era abituato ad avere i genitori tutti per sé, ad essere il centro dell'attenzione....
Divorzio

Separazione: consigli su come superare i conflitti

Affrontare una separazione non è mai una cosa semplice, soprattutto dal punto di vista emotivo e psicologico. Infatti, il processo di separazione ha sotto questi aspetti molti punti in comune con l'elaborazione di un vero e proprio lutto. Quando un divorzio...
Famiglia

Come risolvere i conflitti tra coniugi

Generalmente i conflitti tra coniugi sono dovuti alla convivenza, alla diversità, ma specialmente ad una cattiva comunicazione. Ogni persona ha un'educazione diversa, abitudini differenti e, di conseguenza, si è formato in base alla proprie esperienze....
Famiglia

10 consigli per affrontare i conflitti tra genitori e figli

Il rapporto tra genitori e figli è una relazione a priori molto complessa. Le differenze generazionali, lo stress, i ritmi frenetici quotidiani scatenano ed accentuano le incomprensioni. L'adolescenza, inoltre, è una fase molto delicata. Costituisce...
Famiglia

Come essere un buon fratello maggiore

Essere fratelli maggiori è una grande responsabilità. Tipicamente, in una famiglia la figura che va a incarnare l'esempio da seguire, il dispensatore di consigli e la prima persona a cui rivolgersi in caso di necessità è il padre. In una società...
Matrimonio

I 5 motivi per cui i matrimoni oggi falliscono

Oramai da alcuni decenni è evidente che è diminuita la propensione a sposarsi. Le statistiche riportano in modo chiaro flessioni negative e costanti dei dati che riguardano i matrimoni a cui, comunque, oggi si arriva non più in giovane età, come invece...
Amicizia

Come mediare i conflitti

È insito nella natura umana avere la predisposizione ad entrare in conflitto, tanto è vero che esistono interi saggi che descrivono circostanze o che danno suggerimenti al fine di mediare le controversie. Ma esistono anche mestieri, come il mediatore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.