Come modificare le condizioni di separazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Le condizioni contenute nella sentenza di separazione o in un provvedimento di omologazione della separazione consensuale o ancora in un provvedimento che già in precedenza aveva modificato le condizioni, possono essere, in ogni momento, per giustificati motivi, revocate o modificate dal Tribunale su istanza di uno solo dei coniugi o di entrambi. Tale mutamento può essere sia di natura economica, con particolare riferimento alla quantificazione dell'assegno di mantenimento, sia riguardare l'affidamento dei figli. I coniugi possono scegliere di avvalersi, anche per la modifica delle condizioni di separazione, della negoziazione assistita da un avvocato o delle dichiarazioni da rendere dai coniugi davanti al sindaco quale ufficiale di stato civile. In questa guida, con pochi e semplici passi, vi descriveremo tutto ciò che bisogna fare per modificare le condizioni di separazione.

24

Presupposto perché possa essere proposta la domanda di modificazione delle condizioni di separazione è che si sia verificato un mutamento delle condizioni esistenti e considerate al momento dell’omologazione, della pronuncia di separazione o dell’accordo raggiunto con la negoziazione assistita. Non è sufficiente un qualsiasi mutamento delle condizioni, ma occorre che esso abbia portato come conseguenza uno squilibrio nei rapporti dei coniugi tra loro o nei confronti dei figli: questo si verifica, per esempio, in caso di ulteriori necessità economiche del coniuge titolare dell’assegno di mantenimento, o viceversa, di miglioramento della sua condizione economica, o di variazione di quella del coniuge obbligato o ancora, nell’ipotesi in cui il figlio manifesti una spiccata inclinazione verso il genitore non affidatario tale da giustificare una modifica sulle condizioni di cui all’affidamento.

34

I coniugi possono concordare una modifica delle loro condizioni di separazione tramite una procedura facoltativa alternativa a quella giudiziale: la convenzione di negoziazione assistita da un avvocato. La novità consiste nella possibilità di trovare un accordo per risolvere la controversia in via amichevole, grazie all’assistenza di avvocati. L’accordo concluso produce i medesimi effetti dei provvedimenti giudiziari che definiscono i procedimenti di separazione personale, di cessazione degli effetti civili del matrimonio, di scioglimento del matrimonio e di modifica delle condizioni di separazione e di divorzio, senza bisogno di omologazione giudiziale, e in base ad esso verranno effettuate le dovute annotazioni negli atti di matrimonio.

Continua la lettura
44

Quali sono i fatti che richiedono una domanda di modifica delle condizioni di separazione? Il coniuge al quale è stato riconosciuto l'assegno di mantenimento è diventato economicamente autosufficiente; il coniuge al quale è stato riconosciuto l'assegno di mantenimento convive more uxorio stabilmente con un nuovo compagno; il coniuge al quale è stato riconosciuto l'assegno di mantenimento ha ereditato un cospicuo patrimonio; il coniuge che versa l'assegno di mantenimento ha generato altri figli e non ha migliorato la sua situazione economico-reddituale tenuto altresì conto del reddito della nuova compagna; sono accresciute le esigenze dei figli (sono cresciuti, vanno all'Università ecc) ai quali viene corrisposto l'assegno di mantenimento; i figli hanno raggiunto l'autonomia economica.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come rinunciare all'assegno di mantenimento

Separarsi dal proprio coniuge non è mai una cosa facile. A volte bisogna anche affrontare percorsi burocratici complessi. Per fortuna non è il caso della rinuncia all'assegno di mantenimento. Ma vediamo insieme cos'è un assegno di mantenimento. È...
Divorzio

Come avviare una pratica di divorzio

Alcune volte dopo essersi sposati cambiano alcune cose all'interno della coppia, non si va più d'accordo, tradimenti o, frustrazioni, disagi e qualsiasi altro tipo di problema porta ad un deterioramento della coppia. Per prima cosa si cerca di aggiustare...
Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento

Per stabilire l'assegno di mantenimento, non bisogna basarsi su dei parametri ben precisi e definiti, in quanto il più delle volte è il giudice che definisce l'importo. Tuttavia, si possono tenere in considerazione vari criteri, utili a farsi un'idea...
Divorzio

Come funziona la procedura del divorzio

Il divorzio è un istituto che porta allo scioglimento di un matrimonio. Con esso termina lo status di coniuge consentendo ai due membri della coppia, ormai liberi, di potersi nuovamente sposare. In questa guida vedremo in maniera molto semplice come...
Matrimonio

La separazione con addebito: cause e conseguenze

La separazione con addebito viene richiesta quando la convivenza dei due coniugi diventa intollerabile a causa di atteggiamenti che violano i doveri del matrimonio. Viene richiesta al giudice dal coniuge offeso, ed è una causa a tutti gli effetti che...
Divorzio

La separazione giudiziale: come funziona

Bisogna premettere che la separazione giudiziale funziona come un semplice allontanamento dei coniugi, in cui essi non pongono fine al matrimonio, né viene meno lo stato civile di “coniugato”. Pertanto, gli effetti che determina la separazione incidono...
Divorzio

Assegno di mantenimento: come calcolarlo

È indubbio che oggi uno dei pilastri della società, la famiglia, è grandemente messo in discussione, se non in aperta crisi, da gravi situazioni che possono verificarsi al suo interno e che sono la causa di separazioni che si concludono con un divorzio....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.