Come recuperare un rapporto

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Se voi ed il vostro partner avete riscontrato dei problemi di relazione negli ultimi tempi, e non andate più d'accordo come una volta, probabilmente sarete entrambi preoccupati per il futuro della vostra relazione. Se state pensando ad una rottura solamente perché il rapporto non è più quello di un tempo, o è cambiato in peggio e siete frustrati, è molto probabile che la vostra relazione si sia incrinata. Una relazione difficile può essere recuperata e può addirittura diventare più forte di prima, ma occorre prima di tutto essere onesti e comunicare in modo chiaro, se volete ritornare come eravate quando vi siete conosciuti. A questo proposito, vediamo riportati qui di seguito alcuni brevi passi che vi aiuteranno a capire come recuperare un rapporto.

24

Per quanto, come detto, le ragioni dalle quali scaturiscono le problematiche delle storie d'amore siano spesso di difficile interpretazione, vi sono delle cause comuni che è possibile riscontrare: tra queste troviamo sicuramente la noia. Quando la relazione dura ormai da qualche tempo, si tende ad assorbire le vicissitudini di coppia nella routine. Sebbene non si possa pretendere di mantenere in eterno gli stessi stimoli del primo mese, si può fare in modo di non cadere nella narcotizzazione.
Per porre rimedio ad una situazione simile, cercate di rinnovarvi, viaggiate insieme alla scoperta di nuovi luoghi che tirino fuori parti di voi ancora inespresse, mettete in discussione le abitudini, cambiate i piani e trovate attività gratificanti da svolgere insieme.

34

Un altro comportamento comune, portatore di guai, è dare il proprio partner per scontato.
Essere romantici e premurosi prima di aver conquistato il cuore di una donna o di un uomo è semplice, continuare a farlo una volta acquisito, è la prova che si è abbastanza maturi da capire che il rapporto va curato come una pianta. Non smettete di dire "Ti amo" e sorprendete spesso il vostro "lui" o la vostra "lei" con le piccole attenzioni quotidiane o con gesti eclatanti.
Su l'altra faccia della medaglia troviamo l'eccessiva possessività, che può rivelarsi anche più dannosa della noncuranza.

Continua la lettura
44

Qualunque sia il tipo di problema che state vivendo all'interno della coppia, esiste una medicina sempre valida: aprirsi al dialogo. Se provate un sentimento negativo nei confronti del vostro compagno, o delle perplessità sul vostro futuro insieme, non abbiate paura di esprimervi o il risentimento e il senso di sfiducia cresceranno dentro di voi e sarà difficile porvi rimedio.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.