Come risolvere la crisi di coppia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Può accadere in qualsiasi rapporto sentimentale che qualcosa si rompa portando ad un momento di crisi. Le ragioni possono essere molteplici, la nascita di un figlio, l'ingerenza dei suoceri, il calo del desiderio e molto altro ancora. In questa guida cercheremo di capire come risolvere la crisi di coppia con consigli utili a rivitalizzare il vostro rapporto senza dare nulla per scontato.

26

A volte basta davvero molto poco per dimenticarsi del partner, questo è il primo indizio di una crisi in corso. Altri segnali possono essere l'assenza di dialogo, una sensazione di tristezza e rabbia, la mancanza di interesse per l'altro, insofferenza verso il partner. Superare una crisi è possibile solo se entrambi gli interessati lo vogliono. Ciò vuol dire impegnarsi per superare insieme un momento di difficoltà, far finta di niente servirà solamente a prolungare l'agonia del rapporto. Tenete bene a mente che una crisi può essere un elemento positivo in quanto vi permetterà di rimettervi in gioco.

36

Sedetevi ad un tavolo con il vostro partner; se quest'ultimo ignora il problema, prendete l'iniziativa; cominciate a discutere del vostro disagio, di ciò che non va più bene nel vostro rapporto. Il dialogo sincero è sempre la migliore cura per risolvere i vostri dissapori. A volte anche toni molto accesi, nel limite del tollerabile, possono rivitalizzare il vostro rapporto rendendolo più autentico. Evitate di usare le discussioni attuali come scusa per portare alla ribalta antichi rancori. Ricordate che la vendetta non è la migliore delle soluzioni per risolvere l'astio che vi allontana. Rimuginare su di un comportamento del vostro partner che vi ha fatto soffrire non è affatto utile a "ricucire" un rapporto.

Continua la lettura
46

Provate ad organizzare la giornata in modo da ritagliare degli spazi da trascorrere insieme e degli spazi da trascorrere con i propri amici. Mai trascurare le relazioni sociali, potrebbe rivelarsi assolutamente deleterio e soffocante per la coppia. Non siate assillanti, anzi. Provate a tornare indietro col pensiero a quando vi siete conosciuti, ai primi giorni del vostro amore. Cosa vi piaceva fare? Cosa vi univa? Cosa vi rendeva felici e complici? Riproponete al partner le stesse cose, i ricordi e la condivisione sono alla base di un rapporto solido e coinvolgente.

56

Se il vostro rapporto si è incrinato per colpa della routine provate a sorprendere l'altro. Inventate qualcosa, create qualche nuovo rito che vi unisca e lasciatevi desiderare. Fate uscire il vostro sex appeal, mostratevi disponibili a provare nuove emozioni e parlate di più. Dire "ti amo" o "ti desidero" al vostro partner non vi renderà vulnerabili, apparirete solo più decidi e magari con piccoli dettagli accrescerete nuovamente il desiderio assopito col tempo. Inviate messaggini, lasciate biglietti in giro per la casa, così stuzzicherete la fantasia dell'altro.

66

La parola d'ordine quindi è stupire. Fate delle sorprese al vostro partner, provate a dedicarvi a qualcosa che gli piace e ascoltate tutto ciò che vorrà dirvi. Avete interessi diversi? Provate a conciliarli, cercate qualcosa che vi accomuni e fatelo insieme. Guardate anche avanti, progettare il futuro contribuirà ad unirvi.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.