Cosa fare se il partner non vuole separarsi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lasciare il proprio partner è sicuramente un qualcosa di molto difficile, specialmente se la nostra storia dura da diverso tempo oppure nel caso il nostro partner non ne voglia sapere di separarsi da noi. Tuttavia spesso per il benessere di entrambi prendersi quantomeno un periodo di separazione, è fondamentale per riordinare le idee e per capire se riusciremmo a vivere felicemente senza il partner. In questa guida infatti vedremo cosa fare se il partner non vuole separarsi.

26

Il primo suggerimento è sicuramente quello di cercare di parlargli, spesso infatti può capitare che il partner non sia al corrente che vogliamo lasciarlo, può vederci magari diversi dal solito da un po' di tempo, ma non capire che siamo tristi quando stiamo con lui e che non proviamo più amore per lui. I nostri veri sentimenti e ciò che pensiamo nel nostro intimo devono quindi venire a galla in un discorso che faremo con lui cercando di essere i più empatici possibili. Se il partner, si rifiuta di ascoltare e dice che ci stiamo solamente inventando delle scuse, è bene non ascoltarlo, ma pensare in primis al nostro benessere e alla nostra felicità, una persona che ci ama, ci vuole vedere felici e non ci farebbe mai del male trattenendoci contro la nostra volontà.

36

Cerchiamo di essere forti, di non cedere ai ricatti e nemmeno ai sensi di colpa, spesso sono proprio in occasioni come queste che l'ormai ex-partner, può trovare appiglio su i nostri punti deboli, può rattristarci e ferirci proprio dove abbiamo dimostrato vulnerabilità. Se necessario trasferiamoci a vivere per qualche tempo da un amico o da un parente, cambiando anche il nostro numero di cellulare. Possiamo scrivere su un biglietto il numero di cellulare del partner e conservarlo in un cassetto, per poi risentirlo quando ci sentiremo pronti, oppure possiamo rompere il biglietto nel caso troviamo una persona con cui iniziare una nuova storia. Se invece al partner ci teniamo, prima di rompere il rapporto con lui, cerchiamo la consulenza di un esperto.

Continua la lettura
46

Il consiglio è quello di recarsi assieme al nostro partner da un valido psicologo, che può ascoltare tutte le nostre perplessità e i nostri dubbi. Molto spesso infatti ciò che può sembrare una crisi irrisolvibile per la coppia, si rileva invece un momento di dubbio ed incertezza che i due partner stanno vivendo e che può essere semplicemente affrontato cercando di riconciliarsi e parlando con uno specialista anche dei problemi più intimi. Infine ricordiamoci che il mondo è pieno di persone che sono pronte ad amarci per le splendide persone che siamo, quindi anche se finisce una storia ne può sempre ricominciare una nuova, magari nella prossima incontreremo proprio la nostra anima gemella che tanto cercavamo.

56

L'obiettivo è quello di avviare un dialogo e discutere la situazione nel modo più trasparente e onesto possibile. Spesso parlando solo sopra candidamente può aiutare un coniuge ad iniziare ad accettare la realtà della situazione. Se non siete sicuri solo come affrontare l'argomento, qui ci sono un paio di suggerimenti su come chiedere il vostro coniuge per un divorzio. Dategli tempo. Quando si tratta di divorziare, è importante ricordare che probabilmente avete già avuto un sacco di tempo per affrontare l'idea del tuo finale matrimonio. Se il tuo marito non vuole divorziare, può essere resistente a causa del fatto che la notizia è arrivata come uno shock che non aspettava - anche se sa che il matrimonio è stato fuori pista per un bel po 'di tempo. Si può richiedere un certo tempo per prepararsi emotivamente per il divorzio. Una volta che hai detto a tuo marito che si desidera un divorzio devi fare un passo indietro e dargli un po 'di tempo per elaborare le sue emozioni e venire alle prese con la notizia.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Divorzio senza avvocato: è possibile?

L'argomento della separazione tra coniugi è sempre stato di grande attualità recentemente poi, con l'approvazione della legge sul divorzio breve, ha ricevuto un'ulteriore cassa di risonanza. Questi clamori hanno alimentato vecchie e nuove domande; la...
Divorzio

Come affrontare il divorzio serenamente

Il matrimonio è un passo importante della vita di coppia. Dopo tanti anni insieme spesso si decide di dare stabilità al legame con questa unione. Per tanti di noi ha un valore sacro; per altri ha valore simbolico, di ufficialità e di concretezza. Ma...
Divorzio

Separazione e divorzio con la negoziazione assistita

La Legge N. 162 del 10 novembre 2014, consente a chi ha deciso di separarsi o divorziare, di velocizzare i tempi e ridurre i costi di queste complesse procedure. I coniugi italiani, infatti, possono ricorrere alla negoziazione assistita e in pochi giorni...
Matrimonio

Come annullare un accordo prematrimoniale

Un accordo prematrimoniale è una tendenza che nasce nel campo dei Vip, in America, ma che ultimamente si sta diffondendo anche in Italia. Questo contratto serve a preservare il patrimonio dei singoli coniugi qualora in futuro si debba divorziare o separarsi....
Divorzio

Come rinunciare all'assegno di mantenimento

Separarsi dal proprio coniuge non è mai una cosa facile. A volte bisogna anche affrontare percorsi burocratici complessi. Per fortuna non è il caso della rinuncia all'assegno di mantenimento. Ma vediamo insieme cos'è un assegno di mantenimento. È...
Divorzio

5 domande da porti prima di chiedere la separazione

Le separazioni non sono mai cosa facile purtroppo. Le coppie in Italia si separano sempre di più questo è indice che la scelta della persona giusta viene presa molto più in fretta rispetto al passato. Purtroppo però certe volte separarsi è la scelta...
Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
Divorzio

Come minimizzare le spese di un divorzio

Già un amore che finisce e un matrimonio che fallisce sono delle tragedie da sole. Se poi pensiamo anche a quanto costa divorziare, c'è davvero da disperarsi. Sopratutto in questi tempi di crisi, dove bisogna stare attenti al centesimo, spendere una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.