Frasi da non dire mai a un'amica che si è appena lasciata

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Tutti ci siamo passati: un'amica si è appena lasciata col fidanzato, e appare distrutta. Si tratta di un momento di tristezza e di grande fragilità. Anche per questo bisogna stare attenti a ciò che si dice. Come evitare di ferirla ulteriormente usando le parole sbagliate? Come schivare ciò che può essere recepito come una forma di invadenza o di mancanza di tatto? E anche come arginare amiche vanesie che potrebbero esclamare: "Ti posso capire, perché è successo anche a me! Ti ricordi?" Bla bla bla... Ubriacandola con un vuoto cicaleccio? Chiaro che dispiace e la si vuole rassicurare sul fatto che ha sempre qualcuno su cui contare. Gli amici e i figli sono per sempre, mentre i fidanzati passano via come le foglie in autunno. Perbacco, la stessa allegria della famosa poesia di Ungaretti, uguale! Bisogna riuscire a starle vicino senza essere ingombranti o invadenti, rispettando i suoi silenzi e sopportando i suoi sfoghi, i suoi umori altalenanti, le sue lacrime. Quindi armatevi di santa pazienza e BUONA FORTUNA!!! Intanto signori, ecco a voi le frasi da non dire.

28

Non l'ho mai potuto soffrire, in giro c'è molto di meglio.

Non siete nel Confessionale del Grande Fratello. Non è certo il momento delle confessioni, di dirle che voi lo giudicavate un idiota da sempre e che persino gli scimpanzé avrebbero potuto dargli lezioni di buone maniere. E che dire di quell'odiosa linea di sporcizia che ha sempre sotto le unghie? Frankenstein è come minimo l'ottava meraviglia dell'intero pianeta di fronte a lui. Questa sensazionale rivelazione consiste nel vuotare il sacco, gridando finalmente a pieni polmoni che era un pacco, e per di più confezionato male. Denota però da parte vostra una mancanza di trasparenza, di schiettezza, che la farà sentire ancora più presa in giro. Alla fine penserà di avere avuto non solo un fidanzato un verme, ma anche un amico falso come i soldi dei Monopoli, prima di scaricarvi senza tanti complimenti direttamente a Piazza della Vittoria. Una frase analoga è "Ne trovi 100 meglio di lui". Verità sacrosanta, perché l'esistenza di quest'individuo incolore, non più finalizzata al completamento della vostra amica, non trova più alcuna giustificazione nell'ordine delle cose. Proiettarla verso il futuro in questo momento però può solo farla sentire oppressa.

38

Tanto era solo un provolone

"Sai che il lurido verme ci aveva provato anche con me?" Certo, per forza, trattasi infatti di un puro esemplare di cretino doc. Tuttavia informarla di essersi accoppiata con un volgare lumacone servirà solo a procurare un dolore a lei, facendola dubitare della vostra onestà nei suoi confronti. Eh già, di nuovo, perché lei si domanderà inevitabilmente come mai glielo avete tenuto nascosto fino a quel momento. Insomma, finirà che la brutta figura la farete voi, a causa di questa vostra discutibile quanto diffusa abitudine a fare la sfinge.

Continua la lettura
48

Te l'avevo detto

Aiuto. Mi fa venire in mente il puffo Quattrocchi. O anche, l'occhio della madre in "La corazzata Potëmkin" del maestro Ėjzenštejn. Intanto, la mamma ce l'ha già, ed è troppo cresciuta per fare la bambinetta che viene redarguita. "Te l'avevo detto" si può leggere come un rimprovero, e va ad alimentare il suo senso di inadeguatezza. Si deve tener conto che la sua autostima farà acqua da tutte le parti, poiché lasciarsi rappresenta una sconfitta personale. Infatti, non solo va in frantumi l'idea che ci si era fatta dell'altro, ma risulta persino minata la propria immagine come persona degna di essere amata. La sconfitta è inoltre relazionale, poiché seppellisce tutti i sogni e i progetti di una vita futura insieme, per ritrovarsi invece spaiati. Intanto i parenti ti ricordano inesorabili la storia dell'orologio biologico, per cui bisogna affrettarsi a formare una famiglia. Un quadro desolante insomma.

58

Gli uomini si devono tenere

I giudizi lasciati cadere dall'alto di un piedistallo non aiutano ma sono solo da evitare. Bisogna capire, essere empatici, e non compatire. I giudizi la metterebbero sul banco degli imputati, senza aiutare minimamente. Non riuscire a conservarsi un esemplare maschio farebbe inevitabilmente di lei, secondo questa logica, un'incapace sentimentale. Una frase che sa un po' di Ottocento, che miscela femminismo e maschilismo in un bel cocktail rosa e sembra quasi una condanna.

68

Non ti merita

Ecco, anche questa frase, che è un classico, non va bene. Uno è in assoluta buona fede quando la pronuncia, e certo rappresenta la cosa che viene più spontaneo dire, basata sull'alta considerazione che nutrite per la vostra amica, in netta contrapposizione alla bassa opinione che avete per un uomo chiamato cavallo. Sbagliato poi dirlo a lei, che invece lo sta idealizzando, e che probabilmente vorrebbe cercare di chiarire per ricucire le cose e fare rivivere la storia.

78

Ti presento io quello giusto per te

Siete voi a parlare o è tornata Emma di Jane Austen? Frase quanto meno inopportuna, perché come sanno tutti coloro che ci sono passati, si deve elaborare un lutto prima di rinascere come l'araba fenice. Inoltre potrebbe pure risentirsi, perché in fondo chi mai può sapere chi va bene per lei, considerato che nell'avvicinarsi di due persone entrano in gioco aspetti relazionali ed istintivi, e persino gli odori?

88

Vedrai che ti cerca ancora

Ecco, questa a parer mio è la più cattiva, perché va ad alimentare le sue illusioni, le sue speranze di tornare dentro al bozzolo caldo che era rappresentato dalla loro relazione. Eppure si dice, sperando per lei che accada. Ciò è pericoloso, perché la disillusione resta comunque dietro l'angolo, dopo un ultimo volo in cielo si fa la fine di Icaro. Implica poi che lui si trovi in un'invidiabile posizione di superiorità rispetto a lei. Più proficuo rimane a mio avviso domandare che problemi ci fossero nella loro relazione, che cosa non funzionasse, per spingerla alla riflessione e ad accettare la realtà. O formulare la questione in un modo diverso, chiedendo se potrebbe esistere un modo per un chiarimento, una riconciliazione. Se lui fosse il vero responsabile della rottura, insistere sul fatto che si è comportato male non farebbe altro che accrescere la rabbia della vostra amica, proprio come un fiume in piena, con conseguenze imprevedibili.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amicizia

Come aiutare la migliore amica in una situazione difficile

Aiutare una persona in difficoltà non è mai semplice in quanto bisogna cercare le parole giuste ed identificare i comportamenti migliori in base alla specifica situazione. Nella guida che segue, a questo proposito, forniremo alcuni consigli utili su...
Amicizia

Come confessare a un'amica che il fidanzato la tradisce

Il bello in un rapporto di amicizia è che l'uno può aprirsi e confidarsi con l'altro senza alcun tipo di problema, senza timori reverenziali o paura di ferire i sentimenti. La chiarezza e la schiettezza sono elementi fondamentali in un'amicizia. A volte...
Amore

Come trovare un fidanzato per l'amica

Riuscire a far incontrare due persone, farle conoscere e frequentare, può essere facile per alcune persone dalle spiccate doti interpersonali, un po' più difficile per altre che devono avere a che fare con persone timide, scettiche, piene di tabù....
Amicizia

10 cose da non dire mai a un'amica

Il rapporto di amicizia è un dono molto importante che va tutelato e mantenuto con cura ed affetto. Molto spesso anche grandi rapporti possono essere rovinati da piccoli gesti o parole che possono essere pronunciati di getto senza riflettere, compromettendo...
Amicizia

Come consolare un'amica tradita

Spesso non è facile trovare le parole giuste per consolare una persona che soffre o che sta attraversando un periodo difficile della sua vita; c'è il rischio di esprimersi nel modo sbagliato e di ferirla anche se non rientra nelle nostre intenzioni,...
Amicizia

Come essere la migliore amica del cuore

Le amicizie sono importantissime, in ogni periodo della propria vita. Sin da bambini, si entra in contatto con gli altri e si coltivano le proprie amicizie. A volte le amicizie dell'infanzia ci accompagnano per tutto il nostro percorso. Ma l'amica del...
Amicizia

10 modi per riconoscere una vera amica

La vera amicizia non conosce ostacoli. Il tempo e lo spazio, l'invidia e la gelosia non potranno mai separarti dalla tua migliore amica. È anche vero, però, che "Chi trova un amico, trova un tesoro" e che le peggiori delusioni provengono dalle persone...
Amore

5 motivi per cui non restare amica del tuo ex

Quando si decide di lasciare il proprio fidanzato non è mai una scelta facile da prendere. Tantissimi sono i pensieri che affollano la mente, i ricordi che riaffiorano e a volte fanno anche un po' male, a prescindere da colpe, torti e tradimenti. Una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.