Gestire l'aggressività dei bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La rabbia nei bambini è un emozione comune. Va insegnato loro come gestirla positivamente per non creare in lui atteggiamenti aggressivi, che possono far soffrire altri bambini, creare situazioni di pericolo ma anche solitudine, poiché chi è aggressivo finisce con il non avere più amici con cui giocare. Anche se è un compito difficile occorre intervenire tempestivamente e con pazienza.
In questa guida vi spiegherò come gestire l'aggressività dei bambini.

27

Occorrente

  • Pazienza e positività
  • Tempo e voglia di educare
37

Ai bambini che appaiono molto aggressivi vanno date per prima cosa delle regole: queste devono essere rispettate da tutta la famiglia. Può essere utile anche trascriverle su di un foglio da incollare in vari punti strategici della casa. Inizia con azioni di generale importanza, come assegnare orari fissi per il pranzo, la cena e per andare a dormire. Se va a scuola insegnagli ad aver cura del materiale scolastico e poi gradualmente, a comportarsi sia con gli amici che a scuola. Se vedrà che tutta la famiglia rispetta le regole anche lui prenderà un esempio positivo. Quando devi rimproverarlo non gridare, ma usa un tono pacato e fermo, deciso ma non carico di rabbia.

47

Fatti spiegare sempre cosa lo ha infastidito a tal punto da creare quella reazione a te non gradita.
Mostragli con tranquillità cosa sarebbe potuto accadere, come farsi male o rompere qualcosa, proprio a causa del suo atteggiamento sbagliato. Insegna al bambino dei modi alternativi per sfogare la rabbia, come sbattere i piedi a terra o altro che vi venga in mente. Leggi o raccontagli storie in cui il protagonista ha attacchi di rabbia e li risolve in modo positivo, fagli capire che anche la rabbia può trasformarsi in qualcosa di positivo, come un disegno o una piccola creazione artistica e non solo un azione negativa.

Continua la lettura
57

Non dare mai castighi troppo severi che lo spaventino, come metterlo al buio o sculacciarlo forte, potrebbero creare rancore e innescare in lui una risposta che crea solo un circolo vizioso.
Al contrario quando vedi atteggiamenti in cui si mostra più buono e generoso lodalo e dimostragli quanto sei fiero di lui. In questo modo alzerai il suo livello di autostima. Puoi anche fare un cartellone che rappresenta il mese con tutti i suoi giorni. Ogni volta che farà il bravo assegna una stellina. Nel caso avrà raggiunto il numero di stelline stabilite riceverà un premio pattuito in precedenza. Nel caso non avrai alcun risultato e ti sembra che la rabbia di tuo figlio sia diventata patologica parlane con il pediatra che ti indirizzerà verso alcuni specialisti che affronteranno il problema insieme a te e al bambino con terapie mirate e molto utili.

67

Approfondimenti e curiosità:
Sicuramente un ottimo rapporto con il proprio figlio e un buon clima famigliare può aiutare a risolvere molti problemi. Vi consiglio di continuare a mantenere un rapporto di rispetto reciproco e di armonia per cercare di riuscire a parlare con il bambino. Molte volte anche uno sport di squadra riesci ad aiutare in queste situazioni, perché fa capire al piccolo l'importanza degli altri e con l'impegno e l'aiuto degli altri si possono raggiungere grossi traguardi. Vi consiglio vivamente di rivolgervi sempre ad dei esperti per chiedere dei consigli in merito e valutare la questione con un dottore.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivolgersi sempre a dei dottori anche per dei semplici consigli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Matrimonio

Come dire al marito di averlo tradito

Nonostante il matrimonio parta dal presupposto che i due coniugi dovrebbero essere sempre reciprocamente fedeli, a volte possono capitare delle sbandate di testa e dei momenti in cui si perde il controllo di se stessi lasciandosi andare tra le braccia...
Amore

5 segnali che la tua storia è finita

Ognuno di noi vive storie d'amore. Storie che possono avere delle sfumature belle e turbolente, ma possono anche essere travolgenti, perché coinvolgono ogni parte del nostro essere più intimo e sconosciuto, senza sapere o conoscere il motivo esatto,...
Famiglia

Come comunicare con un figlio adolescente

L'adolescenza si sa, è un periodo particolare e difficile. Ogni giovane, comincia a costruire la propria identità; si trova ad affrontare grandi trasformazioni sia dentro che fuori; una fase di maturazione che indubbiamente può destabilizzare il giovane...
Amore

Come comportarsi quando l'amore non è corrisposto

L'amore è un'esperienza che prima o poi nella vita ogni essere umano prova. Di tutti gli stati emotivi è senza dubbio quello più importante, poiché regala momenti di forti emozioni. Soprattutto durante la fase iniziale dell'innamoramento si vive in...
Problemi Adolescenziali

Come integrarsi una nuova scuola

Per i bambini cambiare scuola rappresenta quasi sempre un piccolo trauma: probabilmente erano abituati ai loro amichetti del cuore ed adesso si vedono costretti a cambiarli. Inoltre, anche il fatto di ritrovarsi con degli insegnanti nuovi può essere...
Vita di Coppia

Come riconoscere i propri difetti caratteriali

Non è facile riconoscere i propri difetti caratteriali, se ne fossimo capaci diventeremmo perfetti. Non è, in ogni caso, questa la prima esigenza dell'essere umano, ma è capire come migliorarsi per vivere in mezzo agli altri. Senza eccedere nell'intransigenza...
Amore

Come farsi perdonare una scappatella

Un tradimento può destabilizzare significativamente una coppia. Flirt, incontri e distrazioni di ogni genere possono incrinare irrimediabilmente anche il rapporto più stabile e collaudato. Alla base di qualsiasi relazione, matrimonio o fidanzamento,...
Amicizia

Come consolare un'amica tradita

Spesso non è facile trovare le parole giuste per consolare una persona che soffre o che sta attraversando un periodo difficile della sua vita; c'è il rischio di esprimersi nel modo sbagliato e di ferirla anche se non rientra nelle nostre intenzioni,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.