10 consigli per affrontare i conflitti tra genitori e figli

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il rapporto tra genitori e figli è una relazione a priori molto complessa. Le differenze generazionali, lo stress, i ritmi frenetici quotidiani scatenano ed accentuano le incomprensioni. L'adolescenza, inoltre, è una fase molto delicata. Costituisce il passaggio dall'infanzia all'età adulta. I ragazzi lottano per nuovi diritti ed una maggiore autonomia. Con atteggiamenti scontrosi ed irrispettosi, generano conflitti e discussioni difficili. Non esistono regole per impedire che ciò accada. Tuttavia, attraverso 10 consigli proveremo ad affrontare la situazione.

211

Assicurare una presenza costante ma non oppressiva

Inevitabilmente, l'adolescenza cambia i figli. Non rimarranno mai dei dolci ed ubbidienti bambini. Arriverà un giorno in cui chiederanno maggiore libertà. Scapperanno dalle ali protettive dei genitori per affrontare il mondo esterno. Questo passaggio genera non pochi conflitti. Pertanto, assicurare una presenza costante ma non oppressiva. Non dare troppa libertà, né privarla. Accompagnare i ragazzi lungo il cammino.

311

Accompagnare alle parole i gesti

Molto spesso i figli adolescenti assumono un comportamento ribelle ed irrispettoso. Durante i conflitti, il rimprovero può essere educativo. Tuttavia bisogna mostrarsi coerenti. Quindi, accompagnare alle parole i gesti. La postura del corpo ed il tono della voce devono concordare tra loro. Al contrario, si genera solo confusione e l'adolescente non modificherà mai i suoi atteggiamenti.

Continua la lettura
411

Non cedere a tutte le richieste

I figli adolescenti reclamano i propri diritti e la libertà. Si sentono ormai adulti e maturi, in grado di affrontare i pericoli esterni. Imitano coetanei sbandati o ragazzi più grandi. I genitori, a questo punto, devono prendere una posizione. Pertanto, è indispensabile non cedere a tutte le richieste dei figli. Piuttosto, negoziare risulta più proficuo per entrambi.

511

Approcciarsi in base alle situazioni

Per affrontare i conflitti tra genitori e figli, i primi dovranno investire in energie e tempo. Dovranno approcciarsi in base alle situazioni. Mostrarsi all'occorrenza rigidi, amichevoli e protettivi. Un unico atteggiamento per ogni occasione potrebbe incrinare il rapporto.

611

Evitare i pregiudizi

Molto spesso, i genitori vivono di stereotipi. L'età e le esperienze non fanno un genitore saggio. Anche un padre ed una madre possono imparare dai figli. Pertanto, evitare i pregiudizi. Affrontare i conflitti con uno spirito diverso. Dialogare ed ascoltare sono le parole d'ordine.

711

Evitare le false promesse

I conflitti tra genitori e figli nascono per profonde delusioni. Anche se non sembra, gli adolescenti ammirano mamma e papà. Per rimanere ancora i loro eroi, evitare le false promesse. Non illuderli con finte aspettative. Verrà trasmesso loro solo un pessimo esempio.

811

Cercare un approccio empatico

Alzare la voce è una pessima abitudine. Non risolve i conflitti ed indispone genitori e figli. Gli adolescenti vogliono comunicare con mamma e papà. Ma per vari motivi, lo fanno nel modo sbagliato. Pertanto, cercare un approccio empatico. Comprendere lo stato d'animo e ridurre le distanze.

911

Stare in silenzio

Per affrontare e mitigare i conflitti, rispettare i figli. Stare in silenzio qualche istante e lasciare loro la parola. Ascoltarli. Farli sfogare e comunicare. Mostrare attenzione ed interesse, depotenziandosi. I figli si sentiranno più gratificati e responsabilizzati.

1011

Mettersi a nudo

I figli valutano i genitori per le loro vittorie. Tuttavia, non sono infallibili. Possiedono, come tutti, dubbi, paure, preoccupazioni. Commettono errori e riscontrano difficoltà. Per evitare i conflitti con i figli, mettersi a nudo. Mostrarsi veri, ma senza perdere il ruolo ed il rispetto.

1111

Dare i giusti riconoscimenti

Alcuni genitori utilizzano un vocabolario punitivo, per stimolare i figli. In realtà, si ottiene l'effetto contrario. I ragazzi si chiudono in se stessi, convinti di non valere abbastanza. E da qui, nascono i primi conflitti. Pertanto, dare i giusti riconoscimenti per un comportamento positivo. Elogiare i ragazzi per spronarli ad andare avanti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 bugie che i genitori dicono ai figli

Ebbene sì, per essere dei bravi genitori spesso occorre raccontare qualche bugia. La maggior parte delle volte è a fin di bene, per semplificare la vita a tutti. Quando però i figli scoprono che i genitori hanno raccontato delle bugie spesso ci rimangono...
Famiglia

Come affrontare il distacco dai propri genitori

Quando un giovane uomo o una giovane donna affrontano i cambiamenti più grandi della vita attraverso la crescita, la maturazione e la realizzazione di nuovi progetti, adulti e consapevoli, è inevitabile che si ritrovino ad affrontare anche un primo,...
Famiglia

Come affrontare genitori omofobi

Accettare se stessi e questo vale per ogni aspetto della nostra vita è fondamentale. Ogni persona deve credere in se' e nelle proprie potenzialità per stimarsi, ma non solo, anche le proprie scelte sono importanti anche se non piacciono ai genitori....
Famiglia

Come gestire i conflitti tra fratelli

Essere dei buoni genitori non è certo un compito semplice, fortunatamente però molte generazioni di persone hanno già svolto questo importante compito, così che si possa prendere spunto dalla loro esperienza. Una delle attività più "complicate",...
Famiglia

5 consigli per convivere con genitori anziani

Con i ritmi frenetici che la vita riserva, esigenze flessibili di lavoro ma anche la necessità di riservarsi degli spazi personali, diventa piuttosto impegnativo convivere con genitori anziani. Convivere con genitori anziani significa adattare i propri...
Famiglia

Tradimento: come evitare ripercussioni sui figli

Si vive ormai in una realtà fatta di conflitti, di incompatibilità e di separazioni. Il più delle volte ci si scontra, ci si arrabbia fino a generare delle vere e proprie guerre. Ci si riferisce naturalmente a quei confitti interni nell'ambito familiare...
Famiglia

Come comportarsi con i propri genitori

Il rapporto genitori-figli è molto complicato, specialmente in alcune fasi della crescita del ragazzo. A fronte di genitori troppo apprensivi, ci sono figli che vorrebbero maggiore libertà. Ma davvero sono i genitori ad opprimerci, oppure siamo noi...
Famiglia

Come dire ai propri genitori che si vuole andare a convivere

Andare a convivere con il proprio partner è sicuramente una decisione importante che cambierà le abitudini di tutta la famiglia d'origine. Quando una coppia prende questa decisione, spesso a soffrirne sono i genitori, i quali desidererebbero che i figli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.