10 errori da evitare appena si termina una relazione

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

La rottura di un rapporto di coppia non è mai un momento semplice, soprattutto se questo è durato molto a lungo e ci si ritrova improvvisamente da soli dopo tanto tempo. Le reazioni emotive possono essere anche molto diverse tra loro. Alcuni di noi si isolano completamente e rifiutano la compagnia altrui, altri si buttano a capofitto in una nuova relazione, altri ancora rendono la vita impossibile agli amici. Non è detto, però, che siano sempre scelte vincenti. Con questa guida vediamo quindi i 10 errori da evitare non appena si termina una relazione sentimentale.

212

Richiamare subito l'ex

Una reazione abbastanza frequente non appena si chiude una relazione è quella di tornare subito sui propri passi, richiamando immediatamente l’ex fidanzato/a con la speranza di ricucire il rapporto ormai logorato. Lasciare od essere lasciati in questo senso non fa differenza: se la relazione è stata chiusa sarà stato per un buon motivo, tentare di recuperarla subito dopo potrebbe non servire a nulla! Meglio soprassedere e guardare oltre, senza aver paura di restare soli!

312

Cominciare subito un'altra relazione

Anche l’amatissimo rimedio del chiodo schiaccia chiodo non è poi così efficace. Cercare subito un’altra relazione può rivelarsi un vero e proprio fallimento. La paura di restare soli spesso ci mette fretta e non ci permette di valutare con obbiettività i nostri nuovi incontri, spingendoci nelle braccia di persone poco adatte a noi. Meglio fare un bel respiro e prenderci del tempo per noi stessi.

Continua la lettura
412

Richiamare un ex precedente

Un altro errore piuttosto comune è quello di richiamare un/a ex fidanzato/a precedente alla relazione appena conclusa. Anche in questo caso la paura della solitudine può convincerci che una persona con cui abbiamo già avuto dei trascorsi in passato sia la soluzione più semplice e veloce per porre rimedio alla nostra tristezza. Come già suggerito, una strada già percorsa non è sempre sinonimo di sicurezza, meglio quindi non tornare indietro.

512

Contattare amici precedentemente trascurati

Nel momento immediatamente successivo la rottura di una relazione sentimentale gli amici possono diventare la nostra ancora di salvezza. Spesso però può capitare di trascurarli non appena si intraprende una nuova storia amorosa, perché si preferisce la vita di coppia. Comparire improvvisamente alla porta di un amico che non si sente da un po’ non appena ci ritroviamo nuovamente single può non essere una mossa vincente, il nostro amico potrebbe infatti sentirsi un po’ preso in giro. Meglio cercare di riprendere i rapporti un passo alla volta.

612

Chiudersi in sé stessi

Quando si pone fine ad un relazione sentimentale non è una buona scelta nemmeno rifiutare del tutto la compagnia altrui, chiudendosi in casa in completa solitudine, rimuginando sui proprio errori. Occorre reagire, cominciando magari una nuova attività, sportiva o creativa, che possa aiutarci a superare il momento di difficoltà. Lo scopo è quello di tenere la mente il più impegnata possibile e di reagire al momento di sconforto.

712

Uscire troppo spesso

Se, come abbiamo detto, è importante non chiudersi in sé stessi, è altrettanto saggio non esagerare dal lato opposto. In altre parole non dobbiamo nemmeno uscire troppo spesso o cominciare tante nuove attività che diventerebbero difficili da gestire. Può essere una reazione naturale quella di prendere molti impegni, ma è importante avere anche il tempo per riflettere sui motivi che hanno causato la fine della nostra relazione per capire cosa vogliamo dal nostro futuro.

812

Cambiare radicalmente vita

Molte persone, quando pongono fine ad una relazione sentimentale, hanno l’immediato istinto di cambiare vita. Nuovo look, nuovi amici, nuove abitudini, nuove attività. Qualcuno addirittura cambia lavoro o si trasferisce. Questo può essere un errore perché con l’andare del tempo potremmo accorgerci che era la vita di prima quella più adatta per noi. Cambiare va bene, ma con moderazione, meglio quindi cominciare con un nuovo taglio di capelli piuttosto che cambiare stato!

912

Sbandierare fatti personali sui social network

L’avvento dei social network ci ha abituati a raccontare online ogni aspetto della nostra vita, anche quelli più privati. La fine di una relazione di coppia non è però un evento da sbandierare ai quattro venti. È un fatto privato e come tale deve essere gestito. Innanzitutto perché ai nostri amici virtuali potrebbe non interessare. In secondo luogo perché coinvolge un’altra persona, la cui privacy deve essere tutelata, nonostante tutto.

1012

Coinvolgere amici e parenti

Per gli stessi motivi appena elencati, è opportuno non coinvolgere altre persone nei nostri problemi sentimentali, soprattutto quando si tratta di familiari o amici fidati. Non è una buona idea quella di chiedere ad un amico pettegolezzi o informazioni riguardo l'ex, così come non sarebbe corretto pretendere che vengano troncati i rapporti anche tra di loro, soprattutto se la relazione è durata a lungo. Infine, non assilliamo i nostri amici con le nostre paturnie, aspettiamo che siano loro a porci domande in merito.

1112

Parlare male dell'ex

Indipendentemente dal motivo per cui il rapporto è terminato (tranne naturalmente eccezioni molto negative), parlare male del proprio ex partner non è mai una buona idea perché ci farà sembrare agli occhi degli altri come persone vendicative, amareggiate, forse ancora innamorate. Passeremmo automaticamente dalla parte del torto. La scelta più elegante è quella di non parlarne proprio, in questo modo daremo l’idea di aver superato al meglio la cosa.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amore

10 modi di riconoscere una relazione complicata

Avere una relazione con un' altra persona, è un qualcosa di fondamentale importanze se vogliamo sentirci sempre bene ed appagati. Tuttavia, in alcuni casi la relazione che abbiamo con l' altra persona, si può trasformare in una relazione molto complicata,...
Amore

Come gestire una relazione con una donna sposata

Da sempre, qualsiasi relazione sentimentale comporta grande impegno e tanto buon senso perché funzioni. Se una normale relazione richiede così tante responsabilità, di certo una relazione con una donna sposata ne richiede il doppio. Perché? Beh, leggendo...
Amore

10 motivi per non iniziare una relazione con una donna sposata

Quando si parla di relazione, si devono fare le dovute distinzioni a seconda della situazione sentimentale che uno dei due, se non entrambi, possono avere. Infatti nella guida in questione, daremo 10 motivi per cui è meglio non iniziare una relazione...
Amore

Come chiudere una relazione virtuale

Il computer fa ormai parte della nostra vita. Lo usiamo per lavoro, per svago e sopratutto per comunicare con altre persone. In relazione a questo ultimo modo di utilizzarlo la maggior parte delle volte si fanno molte conoscenze virtuali. A questo proposito...
Amore

Come capire se sei pronta per una nuova relazione

Capita a tutti nella vita di vivere un periodo difficile a seguito di una separazione da una persona. Le relazioni si sa che possono finire e se sono state vissute con intensità e con passione, indubbiamente, a prescindere dal motivo per cui sono finite,...
Amore

Come gestire una relazione con un uomo molto più grande

Innamorarsi è indubbiamente una cosa meravigliosa. Solo l'amore infatti ci può donare felicità e sensazioni ineffabili, oltre che ricordi che resteranno indelebili per il resto della nostra vita. Come dice un famosissimo quanto veritiero detto l'amore...
Amore

Consigli per gestire una relazione con una donna sposata

Decidere di frequentare una donna sposata è una faccenda alquanto delicata e spinosa. Innanzitutto, è moralmente scorretto nei confronti della persona di cui sta tradendo la fiducia. Ma non staremo qui a parlare di cosa sia giusto o meno. Se vi siete...
Amore

5 motivi per interrompere una relazione a distanza

Le relazioni a distanza, una volta rare e guardate con curiosità, ormai sono una cosa più che comune: viaggiare e chattare è facile, e permette di conoscere persone che abitano anche a grandi distanze. E magari di innamorarsene. Purtroppo questo genere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.