5 cose da sapere se vai a convivere con una donna

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La convivenza è un momento importante per la vita di una coppia. Si va a vivere sotto lo stesso tetto per condividere insieme tutti i momenti della giornata e riempirsi di coccole ogni qualvolta se ne abbia bisogno. Che tu sia eterosessuale o gay, ci sono 5 cose da sapere se vai a convivere con una donna. Alcune regole valide per tutte le femmine d'uomo se le conosci fin dall'inizio ti terranno lontano da fastidiosi litigi. Prosegui nella lettura di questa guida e fatti furbo, non arrivare impreparato a convivere con la tua donna.

26

Ciò che è suo rimane suo

Se pensi che una volta insieme nella vostra casa lei sia disposta a condividere con te anche la proprietà delle sue cose, ti sbagli di grosso. Non vale il detto "ciò che è tuo è mio, ciò che è mio è tuo". Per la tua donna questo è impossibile. Il suo beauty e tutto ciò che contiene è così prezioso che se minimamente toccato da te può farla andare su tutte le furie. Perciò se ti servono le pinzette, una crema contorno occhi o altro, è bene che te lo compri! Devi sapere che una donna è gelosa di tutto ciò. Anche se è venuta a convivere con te, non è disposta a cederti le sue cose, nonostante non te l'abbia detto prima.

36

Ciò che è tuo diventerà suo

Abituati a fare a meno dell'esclusiva proprietà delle tue cose. La tua donna è convinta che una volta andati a convivere, tu sia disposto a prestarle qualsiasi cosa sino a farla diventare completamente sua. È il discorso che fa per molte tue magliette o per il tuo accappatoio. Una donna infatti tende ad usare in casa maglie che tu potresti ancora mettere nei tuoi momenti di svago (come andare a calcetto o in campagna). Facci l'abitudine se non vuoi litigare.

Continua la lettura
46

Una donna si rasa

Una delle tristi scoperte che puoi fare nel convivere con una donna è che anche lei si rasa. Da sapere fin da subito in modo da non spaventarti quando ti accorgerai che le tue lamette spariscono dal loro posto. Probabilmente lei userà il tuo rasoio e puntualmente se lo dimenticherà nella vasca da bagno. È ad ogni doccia infatti che ne farà uso per presentarsi a te liscia come la seta. D'altronde se vai a convivere con miss gambe perfette, devi sopportare anche questo.

56

La donna ha il ciclo ogni mese

Una delle cose più intime da sapere prima di andare a convivere con una donna è che ogni mese ha il ciclo. È una cosa di cui lei probabilmente non ama parlare, spera che tu la capisca da solo. Perciò non fare casa ai vari pacchi di assorbenti presenti negli armadietti de bagno. Oppure non fare troppe domande se sta buttata per ore su un divano il primo giorno del ciclo. Cerca di comprendere il momento coccolandola e al massimo preparandole qualcosa di caldo se te lo chiede. Non è una malattia, è un momento esclusivamente femminile e tu lo devi sapere.

66

Non ama essere rimproverata per le faccende domestiche

Se vai a convivere con una donna che lavora o che ha figli devi abituarti a vedere in casa qualcosa che rimane costantemente fuori posto. Lei ha solo una testa e due braccia, così come te. Perciò ci sono cose che nell'arco di una giornata è costretta a tralasciare per dedicarsi ad altre più importanti. Se trovi il letto disfatto quando rientri da lavoro o le tazze della colazione ancora sporche evita di farglielo notare. Devi sapere che una donna cerca sempre di fare del suo meglio e quando non fa in tempo a fare tutto si innervosisce. Meglio non mettere il dito nella piaga. Le faccende domestiche sono il suo campo di battaglia. Lì si sente infallibile, non devi assolutamente farle osservare il contrario.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amore

5 cose a cui pensare prima di andare a convivere

Dopo un periodo di fidanzamento, è arrivato il momento: vivere nella stessa casa. La convivenza è un passo molto importante in una relazione, che la porta ad un nuovo livello di stabilità. Non è quindi qualcosa da dare per scontato, o da fare dandogli...
Famiglia

Come convivere con i genitori anziani

Fino ad una certa età, i genitori possono occuparsi dei propri figli senza alcuna difficoltà grazie al loro infinito amore. Quando i parenti diventano anziani, i compiti sembrano invertirsi. A quel punto, sono proprio i figli a doversi prendere cura...
Vita di Coppia

Come convincere il tuo ragazzo a convivere

Nel caso in cui ami talmente tanto il tuo ragazzo da desiderare di risvegliarti insieme a lui nello stesso letto tutti i giorni, e desideri di condividere qualsiasi momento della tua vita quotidiana e di riaddormentarti tra le sue braccia ogni sera, sicuramente...
Vita di Coppia

Come convivere serenamente con il partner

Tutte le coppie attraversano momenti positivi e di grande intesa, e momenti meno felici. Ma, nonostante la diversità dei caratteri, la comprensione e l'accordo non sono impossibili da raggiungere.Fare la pace non è impossibile. Mettiamo, quindi, in...
Famiglia

Come dire ai propri genitori che si vuole andare a convivere

Andare a convivere con il proprio partner è sicuramente una decisione importante che cambierà le abitudini di tutta la famiglia d'origine. Quando una coppia prende questa decisione, spesso a soffrirne sono i genitori, i quali desidererebbero che i figli...
Vita di Coppia

Come capire se sei pronta per andare a convivere

Oggi vogliamo proprio parlarvi di un argomento che riguarda la società attuale e cioè la convivenza.Nello specifico vogliamo cercare di imparare insieme come capire se sei anche tu, pronta per andare a convivere con la persona che ami e con cui desideri...
Famiglia

Come convivere con i suoceri anziani

Quando si inizia una nuova vita con la persona amata, si va a costituire una nuova famiglia fatta di componenti e regole diversi da quelli con cui si è vissuto fino al momento del matrimonio o della convivenza col partner. Qualora ci si ritrovi a convivere...
Amicizia

Come convivere con uno o più coinquilini disordinati

Che sia per motivi di studio o lavoro, condividere l'abitazione con altre persone è un'esperienza estremamente utile e formativa, insegna a rispettare le regole (e gli spazi) sociali, consente uno scambio di conoscenze ed abitudini, aiuta a crescere....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.