5 modi per concludere una relazione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

"Amare è così breve, e dimenticare così lungo" scrisse il poeta cileno Pablo Neruda, riassumendo in poche parole il tormento che accompagna la fine di una relazione. Ma, per quanto sia triste e doloroso, quando ci si accorge che il sentimento è finito, è necessario concludere la storia, prima di arrivare al rancore, che inevitabilmente compare lungo gli strascichi di una relazione portata avanti senza più amore. Ma è altrettanto importante mantenere il rispetto dell'altra persona, con cui si sono passati comunque momenti felici, e a cui si è voluto bene. Vediamo allora insieme quali sono i 5 modi più adatti per concludere una relazione, senza ferire l'altro né prolungare la sofferenza di entrambi.

26

Prendersi spazi personali

Il primo dei 5 modi per concludere una relazione senza via d'uscita è quello di riprendersi i propri spazi. Ricominciare ad uscire più spesso con gli amici, iscriversi a quel corso che avremmo sempre voluto seguire, aumentare il tempo dedicato alle attività senza l'altro. Stare separati aiuterà sia noi che il nostro partner a chiarirci le idee, e comprendere che possiamo ricominciare una vita serena. Se riusciamo a creare il giusto distacco, senza inutili recriminazioni, avremo ottime possibilità di mantenere comunque un buon rapporto con l'altra persona.

36

Evitare i momenti di intimità

Uno dei modi peggiori per concludere una relazione è quello di continuare ad avere rapporti intimi, pensando che possano rendere meno doloroso il distacco. Soprattutto se la passione che ci univa è stata coinvolgente, infatti, può capitare di lasciarsi trascinare dal desiderio di ritrovare una complicità attraverso il sesso. Per quanto difficile, è importante restare obiettivi: se siamo sicuri che la nostra relazione è finita, avere ancora rapporti sessuali con il partner non farà che confondere entrambi. Rendendo ancora più logorante il distacco.

Continua la lettura
46

Parlare chiaramente al partner

Il più logico dei modi per concludere una relazione è quello di dirlo chiaramente al partner. Se abbiamo deciso di mettere fine alla storia, e siamo consapevoli che non ci sono più possibilità di rimediare, la scelta più corretta è quella di esporre le nostre opinioni. Con sensibilità e fermezza. Cerchiamo di trovare il momento e il luogo adatto per farlo; confessargli che per noi è finita al culmine di un litigio o in situazioni pubbliche non è la migliore strategia per concludere il rapporto serenamente!

56

Scrivere una lettera

Non sempre parlare è sufficiente per concludere una relazione, specialmente se di lunga durata. Spesso il discorso finisce con accuse reciproche e recriminazioni più o meno dichiarate. Lasciando la sgradevole sensazione di "non aver detto tutto quello che volevamo dire". In questi (frequenti) casi, uno dei modi migliori per esprimere le nostre intenzioni e motivazioni, è quello di scrivere una lettera in cui spiegare il perché della nostra decisione. Aggiungendo, se lo riteniamo, che il nostro desiderio è di mantenere un rapporto di affetto, senza rancori.

66

Coinvolgere un amico

Concludere una relazione porta con sé inevitabili sofferenze, che talvolta l'aiuto di una terza persona può aiutare a lenire. Il compito di esporre le nostre intenzioni spetta comunque sempre e solo a noi, ed è poco elegante delegare qualcun altro a riferire al partner che lo vogliamo lasciare. Però, in un secondo momento, potrebbe essere utile chiedere ad un amico comune di restargli vicino, spronarlo a uscire e ricominciare a divertirsi, anche senza di noi. In fondo, l'amicizia serve proprio a non sentirsi soli nei momenti più difficili!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come affrontare il distacco dai propri genitori

Quando un giovane uomo o una giovane donna affrontano i cambiamenti più grandi della vita attraverso la crescita, la maturazione e la realizzazione di nuovi progetti, adulti e consapevoli, è inevitabile che si ritrovino ad affrontare anche un primo,...
Amore

Come dimenticare un amore importante

Quando si vive una storia importante è molto difficile dimenticare la persona che si ha amato nel caso le cose vadano male e il rapporto venga troncato. Per raggiungere un buon livello di serenità e ricominciare una vita normale, è però indispensabile...
Amore

Come allontanare un ex insistente

Gli amori nascono e finiscono, come ogni altra situazione nella vita. Possono trasformarsi nel tempo, in meglio o in peggio, ma a volte si arriva ad una rottura inevitabile. Se la decisione di rompere un rapporto di amore è presa da entrambi i partner,...
Vita di Coppia

Come lasciare il proprio partner con tatto

La fine di una relazione per molti equivale ad un "lutto": ci si lascia, si torna a vivere ognuno per conto suo e si tenta di ritrovare la serenità individuale. Lasciare il partner è difficile e complicato perché si ha la consapevolezza di ferire qualcuno...
Famiglia

Come superare la perdita di una persona cara

Il lutto è un'esperienza dolorosa. La perdita di una persona cara, un parente o un amico, comporta emozioni differenti spesso in contrasto tra loro. Dopo lo shock iniziale, la frustrazione e la sofferenza seguono l'apatia ed il senso di distacco. I vivi...
Vita di Coppia

10 consigli per affrontare un tradimento

Affrontare un tradimento è un percorso molto doloroso e pieno di insidie che va affrontato seguendo un preciso schema. Sono da evitare le decisioni repentine, le vendette e gli scatti d'ira. È auspicabile invece darsi del tempo per superare il trauma....
Amore

5 modi di innamorarsi ancora dopo una delusione

Quando subiamo una forte delusione amorosa (e capita a tutti almeno una volta nella vita) mettiamo in atto una serie di meccanismi di auto-protezione con cui cerchiamo di tutelarci, per non ricadere nell'errore di riporre male la nostra fiducia e venire...
Amore

Come ricominciare dopo una storia lunga

La fine di una lunga storia d'amore rappresenta un momento molto particolare. Tristezza e malinconia prendono il sopravvento su allegria e gioia di vivere. Tuttavia, è pure vero che la fine di una lunga storia d'amore non deve incidere negativamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.