5 modi per dimenticare una persona sbagliata

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La vita è un susseguirsi di incontri: conoscenze, amicizie, rivalità, collaborazioni, flirt e relazioni amorose. Tante sono le persone che entrano a far parte, dunque, della nostra quotidianità. Non sempre, però, i legami si consolidano e durano nel tempo poiché la loro stabilità è talvolta minata da esigenze, stili di vita e personalità che collidono tra loro.
La storia d'amore è il legame forse più fragile, in quando la relazione a due presuppone una serie di cambiamenti più o meno evidenti nella vita di entrambi i partner. Quando una relazione finisce non sempre si giunge ad una rottura pacifica e razionale, anzi: il più delle volte intervengono nella fine di un rapporto degli episodi spiacevoli che fanno soffrire uno o entrambi i partner, come tradimenti, bugie, accuse pesanti e tanto altro. In questi momenti ci si rende conto di aver incontrato la cosiddetta "persona sbagliata", quella che va via lasciando l'amaro in bocca o che, semplicemente, non fa per noi!
Una volta accertato il fatto che l'ex partner non fosse quello giusto, da dove occorre partire per imboccare la propria strada e lasciarsi tutto alle spalle? Ecco 5 modi per dimenticare una persona sbagliata.

26

Sfogarsi

Quanti "non deprimerti" vi siete sentiti dire, quando soffrite per amore? Questo consiglio non è, in fondo, da seguire alla lettera: piangere, isolarsi e urlare dalla rabbia, nei primi tempi, è quasi consigliabile! Una rottura non è mai facile, specie se non annunciata; tanta è la delusione, il rimorso, il rimpianto, dunque prendersi un momento per sfogarsi è del tutto lecito, ciò che conta è non perdere mai la bussola.
La sofferenza, se evitata, non fa altro che radicarsi per poi venir fuori più tardi, più violentemente. Dunque, un naturale modo per dimenticare è quello di lasciare che la tristezza faccia il suo corso! Non pretendete troppo da voi, non costringetevi ad uscire se non vi va, non imponetevi sorrisi forzati e non fingete di star bene, se non è così. Sebbene abbiate, infatti, capito che la persona che avete perso era quella sbagliata, è del tutto naturale sentirne la mancanza, soprattutto se i vostri sentimenti erano sinceri. Attenzione, però, a non lasciarvi andare troppo: scegliete una passeggiata solitaria alla poltrona di casa!

36

Non indugiare sui ricordi

I ricordi sono ciò che di più bello resta di un amore finito. Tuttavia pochi ammettono che, nelle fasi iniziali di una rottura, questi diventano vere e proprie zavorre, limitazioni alla rinascita di chi sta male. È inutile e deleterio fissare all'infinito la "vostra" panchina, rileggere i suoi messaggi o stringere la sua felpa.
Evitate di soffrire più del dovuto, non girate il coltello nella piaga: limitate al minimo le tipiche elucubrazioni post-rottura, del tipo "cosa ho sbagliato?" oppure "cosa c'è che non va in me?" e cercate di riempire le vostre tempie di pensieri più sani! Per scacciare via gli ingombranti ricordi e dimenticare una persona sbagliata, cominciate ad uscire dal vostro guscio dedicandovi ad attività piacevoli!
Ricordate che state mettendo soltanto in stand-by i ricordi per poi goderveli quando sarete pronti!

Continua la lettura
46

Coccolarsi

Quando una persona ci ferisce, apre in noi una ferita che il resto del mondo raramente si dimostra in grado di comprendere. Per venir fuori da questa sensazione di smarrimento a volte non bisogna fare altro che concedersi dei piccoli piaceri!
Da bambini, dopo il prelievo di sangue, che per noi era terribilmente spiacevole, il dottore ci regalava una caramella consolatoria, ricordate? Provate a fare la stessa cosa oggi: coccolatevi nel modo che preferite. Potete organizzare un pomeriggio di shopping terapeutico oppure regalarvi un biglietto per il concerto che tanto aspettavate! Se volete, invitate il vostro miglior amico: da soli o in compagnia, l'importante è che torniate a casa con il sorriso sulle labbra.
Probabilmente questo non basterà, poiché per dimenticare una persona sbagliata ognuno ha i propri tempi: non temere, ce la farai, velocemente o lentamente!

56

Ricominciare da se stessi

Talvolta accade che in una storia si trascurino i propri bisogni a favore di quelli della coppia. Quando ci si lascia, dunque, è possibile avvertire una sensazione di incompiutezza: le cose che si facevano prima appaiono vuote senza l'altra persona con cui condividerle.
Cosa fare, quindi? È preferibile, dopo una rottura, riallacciare i ponti con sé stessi: rispolverate i vostri interessi, riaccendete le vostre passioni e datevi da fare per assecondarle. È il momento giusto per iscrivervi in palestra, partecipare ad un concorso di poesia, comprare una chitarra o dipingere un murales!
Ricominciare da sé stessi è, forse, il modo più efficace per dire definitivamente addio al legame con una persona sbagliata, perché così si gettano le basi della relazione più importante di tutte, quella col proprio "io".

66

Accettare l'aiuto di un amico

L'amicizia è il più efficace lenitivo delle pene d'amore, tuttavia quando si sta male a volte si tende ad allontanare ogni offerta d'aiuto esterno. Un passo in avanti che potete fare per voi, per dimenticare quella persona che tanto vi ha fatto soffrire, è quello di stringere le mani tese in vostro aiuto!
Quando sarete pronti a farlo, accettate gli inviti dei vostri amici: andate al bar con loro a prendere un caffè, raggiungeteli al lavoro o accompagnateli a fare delle commissioni. In questo modo, non solo riceverete un dolce conforto, ma capirete che il mondo non ruota intorno al vostro malumore, che esistono tante cose di cui potete gioire, persone nuove da conoscere!
Se non siete ancora inclini a far baldoria, poco importa: proponete ai vostri amici una serata tranquilla, oppure invitateli a casa vostra a vedere un film.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vita di Coppia

5 segni che stai uscendo con la persona sbagliata

Stai iniziando a frequentare una persona e ti chiedi se, finalmente, questa volta è quella giusta, se hai trovato l'uomo o la donna della tua vita o, perlomeno, qualcuno con cui condividere parte di essa. I sentimenti però sono difficili da analizzare,...
Amore

5 domande da porti se i fidanzati ti lasciano sempre

È certo che se gli episodi della tua vita, analoghi tra loro, li concretizzi tutti in ugual modo devi dar colpa non tanto al destino, o alla gente sbagliata che lo stesso ti ha fatto conoscere, come usualmente un po' tutti facciamo, ma a te stesso/a...
Problemi Adolescenziali

5 modi gentili per lasciare una ragazza

Alla fine di una storia d'amore più o meno di lunga durata ed intensità, trovare le parole, l'occasione ed il modo per lasciare la propria ragazza non è per niente facile. Anche se l'amore è finito, è subentrata una nuova storia o l'accordo è venuto...
Amore

10 motivi per superare una delusione amorosa

Affrontare una delusione amorosa non è mai semplice: sono momenti in cui devi tuo malgrado mettere in discussione tutto ciò che credevi certo, ridefinire te stesso secondo nuove basi - ma quali?Una storia d'amore è finita, e anche se stai provando...
Amore

Come invitare a cena un uomo

Quando una coppia si reca a cena, il galateo impone che sia stato l'uomo ad invitare la donna per la serata romantica. Nei tempi moderni questa tradizione si è alquanto mutata, poiché sempre più donne fanno il primo passo per passare una dolce cena...
Amore

10 frasi da non dire mai ad una mamma single

Essere mamma è di per sè una bella responsabilità, ma essere allo stesso tempo single può complicare le cose in quanto manca la cosiddetta "spalla maschile" a gestire le questioni scomode.Ma tante volte sono proprio i figli che alcune volte aumentano...
Amore

Come superare la fine di una relazione

Le storie d'amore, a volte, finiscono. A tutti noi, almeno una volta nella vita, è successo di trovarci ad affrontare un periodo molto difficile dovuto alla fine di una relazione. Il tempo, caratterizzato principalmente di ricordi e di sofferenza, sembra...
Amicizia

Come superare la fine di un'amicizia

L'amicizia è quella cosa che ti fa stare bene, non ti abbandona nei momenti bui e sorride insieme a te. Ma come fare quando arriva alla fine?La fine di un'amicizia è dura da superare, ma "a volte dobbiamo solo accettare che abbiamo voluto bene alla...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.