Come affrontare una persona arrogante e presuntuosa

tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Siamo arrivati ad un punto nella nostra società in cui l'egocentrismo è diventato prevalente in tutti rapporti e relazioni: familiari, lavorativi, di vicinato, occasionali e via dicendo. Questo sentirsi così al centro dell'universo determina, da parte di chi li assume, una serie di comportamenti verso il prossimo davvero spiacevoli e difficili da gestire. In questa guida verrà dato qualche suggerimento per capire come affrontare nel migliore dei modi una persona arrogante e presuntuosa, quando le circostanze ci obbligano a farlo, trattandosi di un individuo che siamo costretti ad frequentare poiché fa parte del nostro mondo lavorativo o della nostra famiglia.

210

Occorrente

  • Coraggio, pazienza, intraprendenza, tenacia e determinazione.
310

Esistono una serie di strategie suggerite in questi casi, ognuno con la sua bella definizione. Cominciamo a valutarle. Iniziamo con la "strategia del fachiro", ovvero di chi affronta situazioni impensabili, come ingoiare spade o camminare sui carboni ardenti senza scomporsi di un millimetro. Ottima per chi possiede un "bel fegato", ossia per chi ha un carattere pacato e sornione e rimane impassibile anche di fronte alle situazioni più incredibili. Il rovescio della medaglia in questo caso non è, come qualcuno vorrà far credere, che la persona arrogante e presuntuosa desisterà. Anzi, tutto il contrario: crederà di aver trovato terreno fertile per le sue vessazioni e si rischierà un'esplosione o un'implosione da parte di chi la adotta. Meglio evitarla.

410

Esiste anche la "strategia dello psicologo in erba", se avete l'animo della crocerossina e volete impiegare il vostro tempo ad indagare sui motivi del comportamento dell'arrogante. Ed allora studierete i suoi comportamenti e cosa può dargli più soddisfazione cercando di addolcirgli la pillola, ove occorra. Si tratta di un metodo molto pericoloso, specialmente se l'arrogante è il vostro capo, perché verrete facilmente scambiati per tirapiedi dai colleghi, rischiando delle ritorsioni da parte loro.

Continua la lettura
510

Una strategia davvero sciocca è quella del "sosia con stile", da adottare nei casi in cui i rischi con l'arrogante sono minimi ed anche voi avete un carattere simile a lui. In tal caso imiterete i suoi comportamenti e glieli restituirete in un boomerang senza fine. Ma se l'interlocutore è un folle vendicativo il pericolo di innescare una lotta continua è da prendere in considerazione. Fatelo solo se giocate ad armi pari e se la siete sicuri che la situazione non possa mai trascendere in atti di violenza.

610

Siamo tutti fratelli, tutte anime che girano nella stessa spirale di energia attraverso la meravigliosa esperienza che è la vita. Se questo tipo di ragionamento ci suona familiare, forse la "strategia del figlio dei fiori" è la migliore in assoluto. Perché la persona è così antipatica con noi? L'abbiamo ferita? Ha qualche problema personale? Ne vuole forse parlare, davanti ad un caffè magari? Sorrisi, sorrisi, sorrisi. Se ci farà un torto, noi gli regaleremo fiori. Magari (esagerando) ne rideremo insieme. Dopo averne parlato, certo. Ad ogni modo, il figlio dei fiori tenterà sempre l'approccio per primo e pacificamente, perché chiunque può nascondere un lato buono, aiutiamo dunque questo fratello confuso. Se non dovesse funzionare, si può optare per la prossima strategia.

710

Se questa persona è scortese, forse anche qualcun altro lo avrà notato. Non è da vigliacchi chiedere aiuto o consiglio ad altre persone. A giocare bene questa carta, ovvero la "strategia del branco", il risultato potrebbe sorprendervi. Non sarà necessario istituire un'assemblea tipo alcolisti anonimi: basterà che prima tizio, poi caio, facciano notare con gentilezza e trasparenza che, forse, un atteggiamento del genere non è molto carino, e che se c'è un problema se ne può parlare tutti insieme. Tattica ultra valida se si riesce a mostrarsi pacifici; non adatta se si spera che siano gli altri a risolvere tutto. Terribilmente controproducente se anche le altre persone coinvolte sono arroganti e presuntuose.

810

La "strategia dell'aquila fiera" è una tattica definitiva, per i valorosi di cuore, ed ottimo allenamento per chi desidera più autostima. Se la persona arrogante ci crea danno in qualche modo, se ne abbiamo paura, beh, cari aquilotti, è venuto il tempo di buttarsi giù dal nido ed imparare a volare con fierezza. In fin dei conti, che cos'ha questa persona in più di noi? È più ricca, più brava, più bella? Riscuote più successo? Ci infastidisce senza motivo? Beh, forse il problema allora è che siamo stati troppo nel nido. Capiamo subito se l'arroganza della persona non ci riguarda direttamente e ci dà solo fastidio, o se effettivamente siamo finiti tra le sue spire. Nel secondo caso, è venuto il momento di affrontare la questione a viso pulito, con coraggio e fiducia. Forse, sotto sotto, le sue armi non sono così potenti. Ma non lo sapremo mai se non ci mettiamo in gioco.

910

L'ultima tattica da adottare, in via del tutto secondaria è la "strategia del diversivo", perfetta se la persona è una di quegli arroganti che tende a svergognare rivolgendo domande imbarazzanti o umilianti. Serve velocità di pensiero e molta fantasia, ma può dare grandi soddisfazioni. Si tratta, in poche parole, di uscire dall'ordinario. Rasentare, quasi, la simpatica follia. Qualunque, sia chiaro, "QUALUNQUE" cosa, o domanda, o provocazione vi ponga la persona odiosa, voi rispondete tutt'altro. Un sistema rapido e pungente è darle una rapida occhiata, e fare un commento assurdo su un suo capo di abbigliamento, su di un accessorio, su di un gesto che sta facendo. Mi raccomando, niente cose offensive o troppo personali, o sembrerete solo galline o galletti indispettiti. Cose che, davvero, devono sbigottire e soprattutto essere totalmente fuori contesto. Una volta imparato questo sistema, sarà un vero spasso.

1010

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se la persona arrogante è il vostro capo, l'unico modo per contrastarlo è quello di essere pienamente "padroni" del proprio lavoro, di modo che egli non abbia mai nulla da ridire.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amicizia

Come imporre proprie idee

In un mondo dove tutti urlano e lottano per imporre le proprie idee, risulta molto difficile, a volte, per chi non ha un temperamento arrogante, imporre il proprio punto di vista. Ci sono alcune norme da tenere presenti per esporre le proprie idee facendosi...
Famiglia

Come dire di no ad una suocera

L'argomento "suocera" è spesso adottato come argomento su cui ironizzare. La suocera per eccellenza è spesso impicciona, invadente, sgorbutica e perfino arrogante. È anche vero che molte persone hanno la fortuna di trovare una suocera che sappia conquistare...
Vita di Coppia

5 aspetti del carattere che le donne odiano

In una vita di coppia, in una relazione e in un legame in generale tra uomo e donna, spesso possono esserci delle incomprensioni caratteriali. Molte donne, non riescono infatti a sopportare determinate caratteristiche nel carattere di un uomo e spesso,...
Amore

Come corteggiare le donne

Riuscire a corteggiare una donna può risultare un compito non semplice da eseguire, riuscire a capire i suoi pensieri, i suoi gusti ed interessi, è un azione da che richiede dedizione verso la persona di cui si nutre un determinato interesse. Nella...
Vita di Coppia

I segreti per fare un buon sesso

Ogni giorno, migliaia di uomini e donne navigano in rete alla ricerca di consigli su come comportarsi a letto. Il motore di ricerca più usato di tutti, Google, formula quasi automaticamente le domande più cercate: come mettere il partner a proprio agio",...
Vita di Coppia

Come vivere la gelosia nella coppia

La gelosia è considerata una "trappola del amore", perché colpisce tutte le coppie, sia quelle che già hanno un rapporto solido, sia quelle che si sono appena formate. Accade spesso che molti credano che l'essere gelosi sia il significato del provare...
Vita di Coppia

10 segnali che il tuo lui sta per lasciarti

Oggigiorno si sa: nulla è a tempo indeterminato. Le storie d'amore, poi, sono diventate davvero complesse e spesso tanto intense quanto brevi. Ma se la decisione di lasciar andare una relazione non dipende essenzialmente da noi, come facciamo a capire...
Amicizia

Come distinguere un falso sorriso

Un sorriso non sempre cela emozioni positive. Si sorride per motivi diversi: felicità, ansia, rabbia o sorpresa. Per mascherare la tristezza o perché le etichette sociali e le circostanze lo impongono. Il sorriso mette in moto numerosi muscoli facciali....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.