Come annullare il matrimonio davanti la Sacra Rota

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il matrimonio, l'unione tra coniugi, è sancito dall'art. 16 che ci dice che uomini e donne, di ogni razza e religione, hanno diritto a sposarsi e, conseguono eguali diritti durante il matrimonio, fino all'atto di un eventuale scioglimento. Per procedere all'annullamento di questo sacramento, uno dei due coniugi deve rivolgersi ad un tribunale ecclesiastico. Infine se vi siano delle motivazioni valide che portano all'annullamento, solo allora, si ricorrerà alla Sacra Rota. La Sacra Rota è stata fondata da Papa Giovanni XXII, nel 1331. Il nome deriva dalla forma circolare del tribunale, dove trovano posto i giudici che hanno il compito di giudicare ed emanare la sentenza. Vediamo insieme. Lasciandoci guidare da questa guida, come annullare il matrimonio davanti alla Sacra Rota.

25

Occorrente

  • Un avvocato rotale, ovvero iscritto nell'albo tenuto presso il Tribunale Apostolico della Rota Romana.
35

Per ottenere la dichiarazione di nullità del matrimonio, uno dei due coniugi deve ricorrere ad un Tribunale ecclesiastico e, precisamente quello del luogo in cui fu celebrato il matrimonio o quello del luogo ove risiedono i coniugi. I motivi di nullità, che devono essere sottoposti e vagliati dal tribunale ecclesiastico, presieduto dal Vescovo della Diocesi cui appartiene, sono tassativamente indicati dal codice di diritto canonico e sono: l'impotenza copulativa (Can. 1084), l’incapacità per insufficiente uso di ragione, per difetto di discrezione di giudizio, per cause di natura psichica (can. 1095, l’errore (can. 1097) circa una qualità – determinante - della persona, il dolo (can. 1098) ovvero quando il coniuge è stato volutamente raggirato per ottenere il consenso al matrimonio, la violenza o il timore (can 1103).

45

Se il Tribunale ecclesiastico (o diocesano) accoglie l’istanza di nullità, poi bisogna recarsi nuovamente ad un altro Tribunale canonico, e questo al fine di ottenere la dichiarazione di nullità, sono necessarie due pronunce conformi. Se il secondo Tribunale non accoglie il ricorso e rigetta la domanda bisognerà rivolgersi al Tribunale della Sacra Rota Romana.

Continua la lettura
55

Solo l’accoglimento da parte della Sacra Rota - in caso di difformità delle prime due sentenze - determinerà la nullità del matrimonio, come se questo non fosse mai stato celebrato.
Ed è questa la sostanziale differenza con lo scioglimento ottenuto, invece, dalla sentenza in sede civile: col divorzio, infatti, si avrà la cessazione degli effetti civili, ma il matrimonio precedentemente contratto resta comunque valido per il tempo in cui i coniugi sono stati sposati.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come annullare una richiesta di divorzio

Quando i coniugi decidono di divorziare devono presentarsi davanti al Presidente del Tribunale con i rispettivi avvocati e fare espressa richiesta di separazione, presentando motivi validi. L'atto di separazione diventa legale una volta emessa la sentenza...
Divorzio

La separazione dei beni dopo il matrimonio

Prima di sposarsi, un aspetto molto pratico che i coniugi devono valutare è quello relativo alla comunione o separazione dei beni; tale scelta, infatti, inciderà sui beni in proprietà a ciascuno degli sposi. Il matrimonio è di fatto un contratto...
Divorzio

Divorzio congiunto e divorzio giudiziale

Il divorzio comporta il completo scioglimento dei vincoli e degli effetti civili di un contratto matrimoniale. Ma quale iter bisogna seguire per ottenerlo? In questa guida, ve ne illustreremo la corretta procedura legale. Potrete, così, gestire la situazione...
Divorzio

Come si svolge di divorzio consensuale

Il matrimonio è la colonna portante della nostra società, l'istituzione più importante che lega due coniugi. Generalmente quando due persone si trovano bene insieme, il passo successivo è quello di convolare a nozze. Capita però sempre più spesso...
Divorzio

Comunione dei beni ed eredità

La riforma del diritto di famiglia disposta il 19 maggio del 1975 aggiorna la precedente legge "Delle persone e delle famiglie" redatta per la prima volta nel 1942 e regola definitivamente ogni aspetto patrimoniale nei rapporti tra i singoli componenti...
Divorzio

Come funziona la procedura del divorzio

Il divorzio è un istituto che porta allo scioglimento di un matrimonio. Con esso termina lo status di coniuge consentendo ai due membri della coppia, ormai liberi, di potersi nuovamente sposare. In questa guida vedremo in maniera molto semplice come...
Divorzio

Come divorziare senza avvocati

Il divorzio è l'istituto giuridico che permette lo scioglimento o la cessazione degli effetti civili del matrimonio quando tra i due coniugi è venuta meno la comunione spirituale e materiale di vita ed essa non può essere in nessun caso ricostituita....
Divorzio

Separazione dei beni e morte di uno dei coniugi

Al momento delle nozze o successivamente con un atto notarile da annotare a margine dell’atto di matrimonio, i coniugi possono pattuire espressamente un regime di separazione dei beni. Così facendo non ricadrebbero più nell'automatica comunione legale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.