Come calcolare l'assegno di mantenimento dei figli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questi ultimi anni stanno aumentando esponenzialmente le separazioni e i divorzi, ponendo in primo piano la questione riguardante il mantenimento dei figli. La Costituzione sostiene che i genitori hanno l'obbligo di mantenere ed educare i figlia, minorenni e maggiorenni, quest'ultimi solo se disoccupati. In ogni caso, separazione o divorzio, è il genitore economicamente più forte a sostenere le spese per far condurre ai propri figli uno stile di vita, in termini economici, il più possibile simile a quello posseduto nel periodo precedente alla separazione dei genitori. È necessario, quindi, calcolare l'assegno di mantenimento dei figli. In questa breve guida vedremo come si fa.

26

Occorrente

  • Modulo MoCAM
36

Sono numerose e diverse le variabili di cui bisogna tener conto nel quantificare l'assegno di mantenimento dei figli. Come detto precedentemente, il reddito da considerare è quello posseduto dal coniuge obbligato, cioè di colui che ha il reddito maggiore. È lui che deve provvedere al versamento dell'assegno di mantenimento dei figli. Per quanto riguarda la casa coniugale, invece, essa viene assegnata ai figli e, quindi, al genitore affidatario. Di solito è la madre a ricoprire questo ruolo. Nel caso in cui il bene immobile fosse in affitto, il coniuge obbligato deve versare un importo tale da permettere all'altro coniuge di sostenere il canone d'affitto.

46

Il modulo MoCAM, Modello per il Calcolo dell'Assegno di Mantenimento, è uno strumento con cui si calcola l'entità dell'assegno di mantenimento. Esso tiene conto di molte variabili: lo stipendio, il possesso di beni mobili e immobili e così via. Di solito, per la quantificazione dell'assegno, si considera un terzo dello stipendio mensile del genitore obbligato. Il marito, durante la separazione, è, nella maggioranza dei casi, tenuto a versare alla moglie la stessa somma di denaro di cui quest'ultima godeva precedentemente. In genere l'assegno per ogni figlio va dai 160 € ai 210 € mensili, mentre quelli per la moglie dai 160 € ai 200 €.

Continua la lettura
56

In questi casi, il ruolo del giudice non è molto utile, a differenza di quanto si possa pensare. Infatti, esso deve attenersi a delle tabelle per determinare gli assegni. Queste tabelle variano a seconda del tribunale in cui si svolge l'udienza. Tutto quello che è stato precedentemente detto in questa guida, cambia anche in base alla comunione o divisione dei beni di cui godono i coniugi in fase di separazione. Non tutti i casi sono uguali, infatti possono essere proprio dei piccoli dettagli a modificare l'esito dell'udienza. È consigliabile, appurato ciò, rivolgersi ad un avvocato di fiducia, per evitare inutili ed ulteriori incomprensioni. Scegliendo questa strada, nel caso in cui i due coniugi siano ragionevoli, sarà possibile evitare l'udienza in tribunale, allungando inutilmente i tempi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • parlate della vostra situazione con un buon avvocato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento

Per stabilire l'assegno di mantenimento, non bisogna basarsi su dei parametri ben precisi e definiti, in quanto il più delle volte è il giudice che definisce l'importo. Tuttavia, si possono tenere in considerazione vari criteri, utili a farsi un'idea...
Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento del coniuge

In questa guida vi spieghiamo come calcolare l'assegno di mantenimento del coniuge. Nel momento in cui si ricorre alla separazione legale, il giudice riconosce al coniuge meno abbiente il diritto di ricevere dall'altro un assegno di mantenimento. È necessario...
Divorzio

Come rinunciare all'assegno di mantenimento

Separarsi dal proprio coniuge non è mai una cosa facile. A volte bisogna anche affrontare percorsi burocratici complessi. Per fortuna non è il caso della rinuncia all'assegno di mantenimento. Ma vediamo insieme cos'è un assegno di mantenimento. È...
Divorzio

Come rivalutare l'assegno di mantenimento

Quando una coppia si separa perché non va più d'accordo, il rapporto con i figli deve continuare a livello affettivo e materiale. L'assegno di mantenimento può interessare il coniuge che ha una situazione economica precaria. Ma soprattutto i figli...
Divorzio

Come funziona la procedura del divorzio

Il divorzio è un istituto che porta allo scioglimento di un matrimonio. Con esso termina lo status di coniuge consentendo ai due membri della coppia, ormai liberi, di potersi nuovamente sposare. In questa guida vedremo in maniera molto semplice come...
Divorzio

Come avviare una pratica di divorzio

Alcune volte dopo essersi sposati cambiano alcune cose all'interno della coppia, non si va più d'accordo, tradimenti o, frustrazioni, disagi e qualsiasi altro tipo di problema porta ad un deterioramento della coppia. Per prima cosa si cerca di aggiustare...
Matrimonio

La separazione con addebito: cause e conseguenze

La separazione con addebito viene richiesta quando la convivenza dei due coniugi diventa intollerabile a causa di atteggiamenti che violano i doveri del matrimonio. Viene richiesta al giudice dal coniuge offeso, ed è una causa a tutti gli effetti che...
Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.