Come comportarsi se lui non vuole un figlio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Prima o poi arriva un momento nella vita di ogni donna, in cui si sente la necessità di creare una famiglia: chiaramente è necessario avere un compagno al proprio fianco con cui ci si sente pronti ad affrontare un discorso così importante e coinvolgente ma soprattutto avere un figlio da accudire e crescere insieme. Oggi è più difficile mettere al mondo un figlio, i ritmi di lavoro sono serrati sia per l'uomo che per la donna e spesso la donna è costretta a rimandare il momento. Intanto il tempo passa e le mamme oggi decidono di avere un figlio intorno ai 40 anni. Non sempre gli uomini si sentono pronti ad avere questa responsabilità, soprattutto perché lavorando in due, sarà anche lui a prendersi cura del neonato e la cosa lo spaventa.
La donna invece lo desidera e sa che non può più aspettare, ma un figlio si deve volere in due. Come bisogna comportarsi se il tuo lui non vuole un figlio?

25

Primo passo da compiere è parlare, senza imporre il proprio volere ma capire la sua decisione.
Solitamente le motivazioni degli uomini che rifiutano di avere un figlio sono legate alla vita pratica, a problemi economici, all' impossibilità di carriera, a un futuro incerto. In questi casi è facile trovare una soluzione insieme. Forse, però, il vero problema è il peso della responsabilità, il non sentirsi all'altezza di un ruolo educativo come quello del padre.
È fondamentale non sottovalutare le paure del proprio compagno, non bisogna arrabbiarsi e cercare di arginare l'ostacolo insistendo su alcuni aspetti pratici. Per esempio, per chi ha la fortuna di poter contare sull'aiuto dei genitori o dei suoceri, sottolineare il fatto che saranno anche loro ad aiutarli o nel caso che questo non fosse possibile si sceglierà una baby sitter.

35

Secondo passo da fare è lasciargli il tempo di riflettere. È importante che lui non si senta pressato né ricattato, accusandolo di non amarti abbastanza o di non volerti rendere felice, e che abbia a disposizione il tempo necessario per riflettere. La scelta di mettere al mondo un bambino non deve essere vissuta come una sfida, ma come una possibilità di accrescimento della coppia.

Continua la lettura
45

Terzo passo è fermarsi a vedere le vetrine dove vendono articoli per l'infanzia. Chi meglio di voi sa qual è il punto debole del vostro partner? Non c'è uomo che non desidererebbe un bel maschietto con cui giocare oppure una femminuccia che stabilirà un legame molto intenso con il papà. Il vostro partner avrà senz'altro degli amici con figli, farlo riflettere su alcuni aspetti che mettono in risalto il compito piacevole del papà, come il fatto di scherzare, di vedere insieme un bel cartoon, di uscire per andare allo zoo o al parco giochi. Fate tutto con molta dolcezza e vedrete che stimolerete anche in lui la voglia di diventare genitore.

55

In ultima analisi, quindi, è necessario prendere in considerazione che la sua decisione possa non cambiare e che la tua storia può continuare ad esistere senza che il tuo desiderio sia assecondato. D'altronde, la scelta di diventare genitori coinvolge la libertà di due persone e se il tuo partner non vuole un bambino, deve poterlo dire senza vergogna e senza alcun timore.
Non insistere, quindi, anche se lo desiderate tanto, non affrontate più il discorso e magari, se sarete fortunata, sarà lui che prima o poi ve ne parlerà.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come comportarsi con i figli del partner

Quando si inizia una nuova relazione con una persona che ha avuto figli con il partner precedente si può attraversare un periodo emotivamente difficile, sia per la nuova coppia che per i bambini. Di conseguenza, è fondamentale capire le esigenze di...
Amore

come comportarsi se si viene lasciati

Quando una storia d'amore giunge al termine, c'è sempre chi lascia e chi invece viene lasciato. Solitamente essere stati lasciati causa una sofferenza molto grande, e in un primo momento non si sa bene come affrontarla. In questa guida cercheremo di...
Vita di Coppia

Come comportarsi con un uomo avaro

Se avete incontrato l'uomo giusto per voi, ma vi siete accorte che è molto legato al suo portafogli, si tira indietro sempre quando si tratta di spendere qualche euro, soprattutto per cose non di vitale importanza, non avete che due soluzioni davanti...
Famiglia

Come comportarsi con una madre autoritaria

Il rapporto che ognuno ha con i propri genitori è frutto di sentimenti complessi, fatti di profondo affetto, ribellione, spesso di ricerca dell'altro, purtroppo anche di incomprensioni. Sento il dovere morale di premettere che non sarà di certo questa...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con un figlio adolescente

Crescere un figlio è una responsabilità enorme sia per la madre che per il padre. Per questa situazione non ci sono manuali d'uso o comportamenti standard che vanno bene per tutte le famiglie. Bisogna affidarsi al buon senso e all'amore per il proprio...
Matrimonio

Come comportarsi la prima notte di nozze

Finalmente, dopo tante peripezie e tanti sacrifici, si è arrivati alla fatidica data, quella che per molti è la più importante della propria vita: stiamo parlando del giorno del vostro matrimonio. Il matrimonio è l'evento che corona fiabescamente...
Famiglia

Come comportarsi con una suocera risentita

Il rapporto tra una donna e sua suocera non sempre è semplice. Si parla di una relazione fatta di equilibri delicati, nella libertà di decisione e del rispetto reciproco. Nel momento in cui questo equilibrio viene leso si innescano una serie di dinamiche...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con il primo fidanzato

Sia che siamo adolescenti o più attempate, il primo fidanzato "ufficiale" è un'emozione tremenda. Da giovani probabilmente è più facile pensare che la storia possa finire, ma raggiunta una certa età la sconfitta, sarebbe molto forte e deleteria....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.