Come comunicare segretamente tra amici con l'alfabeto serpentino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo nuovo articolo che vogliamo proporvi, cercheremo di fare capire a tutti i nostri appassionati lettori e lettrici, come poter comunicare segretamente, tra amici, con l'aiuto dell'alfabeto serpentino.
Iniziamo subito con il dire che l’alfabeto serpentino fa parte proprio della categoria delle lingue artificiali. Quei linguaggi, cioè che vengono inventati per vari motivi, ma principalmente per avere la libertà di parlare segretamente con chi li conosce pur davanti ad altre persone. I ragazzi li usano per motivi di gioco o per scambiarsi delle piccole informazioni, in altri contesti i linguaggi segreti sono stati fondamentali per far circolare delle idee e delle posizioni.
Ma vediamo insieme com fare tutto ciò.
Buon lavoro e buon divertimento a tutti voi, che vi accingerete in questo gioco, molto divertente!

26

Occorrente

  • Scioltezza di lingua e prontezza di riflessi, capacità di dividere correttamente le parole in sillabe.
36

La prima cosa che dobbiamo sapere è che l’alfabeto serpentino prende il nome dalla lettera esse che, come vedremo fra poco, caratterizza il divertente codice, e dai sibili che vengono prodotti, molto simili a quelli di un serpente. Ne esistono due versioni: una usata un tempo dai contadini del Salento che volevano nascondere i loro discorsi al padrone, l’altra, che è molto diffusa tra i ragazzi, è stata persino usata dal grande regista Federico Fellini nel film Otto e mezzo.

46

La caratteristica comune è che le parole, per essere veramente incomprensibili, devono venir ronunciate con disinvoltura e grande velocità, in modo da spiazzare chi le ascolta.
Ma vediamo come funziona. Si prende una qualsiasi parola e la si divide in sillabe. Le sillabe possono essere formate da gruppi di due, tre o più lettere. Dopo ogni sillaba si aggiunge la esse seguita dall’ultima vocale del gruppo. Per esempio se voglio dire cane, dividerò in sillabe ca-ne e pronuncerò la parola così: casa-nese. Se la parola è uffa, farò una piccola eccezione e dirò usuffasa, spostando la effe dalla prima alla seconda sillaba, per pronunciare meglio l'esclamazione. Come già detto la velocità confonderà i presenti che non conoscono il trucco. A questo proposito, prima di parlare con i vostri amici di segreti importanti assicuratevi che tra gli estranei o tra gli insegnanti non ci sia qualche persona esperta in grado di decifrare il codice.

Continua la lettura
56

L’alfabeto serpentino del Salento divide sempre la parola in sillabe ma aggiunge a ognuna il – se. Cane, diventerà case-nese, professore si pronuncerà prosefessesoserese, mentre nell’altro serpentino sarà prosofessesosorese. Quasi uguale al serpentino è l’alfabeto farfallino, caratterizzato dall’aggiunta della lettera effe seguita da vocali: profofesfesoforefe, per dire professore. Infine. Un altro alfabeto simile è quello castellucciano, che i ragazzi di Castelluccio di Norcia usavano nelle stanze di un collegio dove studiavano. Le lettere da far precedere a ogni sillaba sono –tr più la vocale: trobuotranatresetrara, vale a dire buonasera!
Ed ecco che mediante questo articolo anche noi saremo in grado di essere in grado di comunicare in modo del tutto segreto, con i nostri amici, attrav erso l'aiuto dell'alfabeto serpentino, che è davvero molto divertente ed anche molto utile, da utilizzare, con persone con cui si tengono segreti!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Qiuando usi il serpentino per confidare i tuoi segreti a un amico o a un'amica, accertati che persone estranee non conoscano questo idioma
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amicizia

Come invitare a cena gli amici

Come dice il detto, trovare un amico è come trovare un tesoro preziosissimo. Essi costituiscono la base di appoggio nei momenti di crisi o perplessità, così come sono la miglior scelta per condividere le nostre gioie, i momenti di svago e di divertimento....
Amicizia

Come stupire gli amici a cena

La cena, che sia di lavoro o di piacere, è sempre un momento utile e perfetto per relazionarsi con gli altri e per divertirsi con gli amici e i conoscenti. Inoltre può essere un ottima occasione per trascorrere una bella serata, come magari davanti...
Amicizia

Come riconoscere i veri amici

Nel corso della nostra vita capita di incontrare nuove persone. Alcune di queste diventano nostri amici e altri no. La cosa più difficile è sicuramente riconoscere i veri amici per sapere se ci possiamo fidare di loro. Alcune volte questo può risultare...
Amicizia

Come comportarsi con gli amici del fidanzato

Il rapporto di amicizia che c'è fra maschi è molto diverso rispetto a quello che c'è fra femmine. L'amicizia tra ragazzi è fatta, di solito, di complicità e gioco di squadra, mentre quella tra ragazze si alimenta invece più di intimità e confidenza....
Amicizia

Come essere felici senza amici

L'amicizia è un bene prezioso che va coltivato perché resista agli ostacoli e alle avversità che si possono presentare nel corso della vita. Avere tanti amici fa bene allo spirito, rende più ottimisti e positivi ed aiuta a non sentirsi soli. Tuttavia...
Amicizia

Come trascorrere piacevoli serate con gli amici a basso costo

È tempo di cene aziendali, incontri con amici e di visite parenti. Dopo essersi abbuffati, il momento ludico è quasi d'obbligo. Non a tutti piace la tombola o giocare a carte, e in ogni caso, non tutti hanno una Wii o una Playstation. Divertirsi con...
Amicizia

Come organizzare una cena fra amici

Se si vuole trascorrere una bella serata non c'è niente di meglio che organizzare una cena fra amici. Così potete essere sicuri che passerete del tempo piacevole assieme a persone che vi vogliono bene e sono contente della vostra compagnia. Per il padrone...
Amicizia

Come organizzare una grigliata con amici

Le calde giornate estive sono un buon pretesto per un'indimenticabile grigliata con gli amici più cari. In campagna o nel giardino di casa vostra, un barbecue è l'occasione per gustare del buon cibo, bere e stare insieme. Un motivo per trascorrere una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.