Come dire ai propri genitori della bocciatura

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quest'anno non vi siete impegnati abbastanza? Siete stati bocciati e avete paura di deludere i vostri genitori? Con questa guida affronteremo il delicato tema: come dire ai propri genitori della bocciatura. Non esser promossi non è un problema poi così grave e i primi a doverlo accettare siete proprio voi. Ricordate che errare è umano!

25

Innanzitutto è importante progettare l'anno successivo. Dite a vostri genitori che siete pronti a riparare all'errore commesso, che non volete si ripeta di nuovo e che vi impegnerete a rispettare questa promessa. Potreste provare (poi fatelo veramente!) a dire di voler prendere ripetizioni estive sulle materie in cui eravate insufficienti. Questo darà prova ai vostri genitori del fatto che volete seriamente provvedere al problema.

35

Potreste proporre ai vostri genitori, di andare insieme a parlare con i professori. In questo modo voi sarete i primi a comprendere il perché della bocciatura (anche se dovreste già saperlo) e i vostri genitori vi considereranno persone mature che affrontano faccia a faccia il problema e che vogliono capire e imparare dagli errori. Ovviamente, l'ultima parte del discorso, sarà quella della promessa di impegno per l'anno successivo.

Continua la lettura
45

Se non siete bravi nei discorsi a voce o avete paura di una possibile sfuriata dei vostri genitori al sentire la parola "bocciatura", un buon metodo da usare è quello di scrivergli una lettera. Vi consiglio di non essere lì presenti al momento della lettura. Piuttosto, lasciategliela in un posto visibile e uscite di casa o andate in camera vostra. Al momento della lettura, infatti, se siete davanti a loro, si sentiranno in dovere di dirvi subito qualcosa e questo potrebbe far partire la sfuriata. Se non siete lì presenti, avranno modo di riflettere e di parlarne assieme con più calma.

55

Infine ovviamente il discorso sarà diverso in base alla causa della bocciatura. Se la colpa è unicamente vostra (e non ad esempio, per il numero di assenze a causa di una malattia) prendetevi le vostre responsabilità e non incolpate nessun'altro a parte voi stessi. Mostratevi consapevoli dell'errore commesso, così darete segno di maturità. Evitate troppi giri di parole e andate direttamente al punto. Temporeggiare non vi sarebbe di certo utile! Una volta confessato l'evento, mostratevi dispiaciuti: "sono consapevole di aver sbagliato", "ho fatto un errore", "mi sento in colpa". Fate comprendere ai vostri genitori che voi siete i primi a sentirvi male per la bocciatura e che quindi non c'è bisogno di rinforzi negativi da parte loro.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

Come evitare di litigare con i propri genitori

I litigi in famiglia sono cosa normale e all'ordine del giorno. È piuttosto normale litigare con i propri genitori per varie incomprensioni o disaccordi. Litigare coi i propri genitori quando si è adolescenti è una cosa abbastanza comune. Le motivazioni...
Problemi Adolescenziali

10 modi per dire ai tuoi genitori che hai un ragazzo

Per i tuoi genitori sei e sarai sempre la loro bambina. Anche in età adulta, non smetteranno di preoccuparsi per te e giudicare le tue amicizie. Ti condizionano al punto tale da nascondere qualsiasi relazione passeggera, per non allarmarli. Ma adesso,...
Problemi Adolescenziali

Come affrontare la bocciatura di un figlio alle scuole superiori

Essere genitori, spesso richiede una vera e propria capacità di resistenza, in quanto è necessario misurarsi con problemi familiari impegnativi di ogni genere che la vita quotidiana propone. Del resto, la professione genitoriale è sicuramente la più...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a mandarti a una festa

Per convincere i propri genitori a mandarti a una festa si devono seguire una serie di regole comportamentali. Prima cosa da fare è mostrare rispetto verso i propri genitori al fine di ottenere qualche risultato soddisfacente. Infatti, il nostro scopo...
Problemi Adolescenziali

Come gestire la relazione con i genitori

I rapporti tra genitori e figli non sono semplici e si modificano sensibilmente, nel corso degli anni. Come ben sappiamo in età infantile sono i genitori che creano e gestiscono il rapporto con i propri figli. In età adolescenziale le cose cambiano...
Problemi Adolescenziali

5 consigli per genitori di adolescenti

Il rapporto genitori-figli, da sempre uno dei più indagati dalla pedagogia e dalla psicologia, rappresenta un punto focale nelle dinamiche relazionali familiari, in modo particolare nell'epoca della precocità dei rapporti e delle interazioni giovanili.Ecco...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a farti andare in vacanza con lui

Se sei una ragazza, soprattutto se ancora adolescente, non è facile riuscire ad andare in vacanza col tuo ragazzo; bisogna prima convincere i genitori, a maggior ragione se è la prima volta che vai in una vacanza "da sola". Ecco alcuni validi consigli...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a farti andare in vacanza con gli amici

L'estate si avvicina e l'ultima campanella dell'anno sta per suonare. Per moltissimi giovani il momento di staccare la spina e rilassarsi è alle porte. I progetti si moltiplicano e i sogni sembrano essere pronti a farsi prendere. Questo può succedere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.