Come dire al marito di averlo tradito

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nonostante il matrimonio parta dal presupposto che i due coniugi dovrebbero essere sempre reciprocamente fedeli, a volte possono capitare delle sbandate di testa e dei momenti in cui si perde il controllo di se stessi lasciandosi andare tra le braccia di qualcun altro. Se però al marito si cerca di perdonare tutto, diversa è la situazione se è la donna a commettere il misfatto. Gli uomini, infatti, sono meno propensi a sorvolare la situazione. Vediamo quindi come dire al proprio marito di averlo tradito.

26

Occorrente

  • Sincerità
36

Il tradimento al proprio marito, di norma, va confessato solo ed esclusivamente se avete intenzione di provare a recuperare il rapporto di coppia. Se quindi non provate più sentimenti nei confronti del partner, la soluzione ideale è quella di lasciarlo senza confessare l'accaduto: in questo modo, infatti, eviterete di farlo soffrire inutilmente. Viceversa, se amate ancora il vostro lui, allora la sincerità dovrà essere alla base della vostra futura vita assieme. Come per tutte le cose, anche in questo caso esistono delle regole guida da seguire per una confessione abbastanza tranquilla, ma quello che non può essere sindacato è il fatto che solo voi conoscete vostro marito. I consigli che potrebbero andar bene per altre donne, potrebbero non essere idonei al carattere del vostro coniuge. Solo voi sapete la probabile reazione e le strategie per arginare i danni, quindi una volta che avrete letto i seguenti consigli sarà il caso di fermarsi a valutare se potete applicarli al vostro matrimonio.

46

Se è vero che i panni sporchi vanno lavati a casa propria, è anche vero che alcune volte ciò non è possibile. Tale caso si ha quando un marito è per sua natura molto irascibile e ciò potrebbe essere pericoloso anche per la vostra incolumità fisica. Se quindi il vostro partner tende ad essere molto aggressivo, il tradimento andrà confessato esclusivamente in un luogo pubblico. Andranno bene sia un ristorante che un centro commerciale, o comunque un luogo dove non rischiate mai di rimanere soli. Ciò impedirà a vostro marito di aggredirvi, o qualora lo facesse lo stesso, avrete dei testimoni per una successiva denuncia. Il discorso da fare sarà identico al caso precedente, sempre ovviamente facendo leva su quanto siete pentite ed addolorate. Tuttavia sarà il caso di valutare di trascorrere una o due notti fuori casa, per evitare che l'aggressività si manifesti appena rincasati. Ovviamente dovrete recarvi in un luogo che non desti maggiormente la rabbia del coniuge, quindi andranno benissimo la casa dei vostri genitori o di una sorella. Fatevi accompagnare li da vostro marito, in modo che possa vedere con i suoi occhi che non ritornate dall'amante. Fate quindi passare qualche giorno e successivamente telefonategli per chiedergli se è disposto a riaccettarvi in casa. In ognuno dei due casi, comunque, un in bocca al lupo è doveroso.

Continua la lettura
56

La prima e fondamentale cosa da tenere in considerazione è il fatto che durante la confessione di un tradimento non devono essere presenti terze persone: marito e moglie sono più che sufficienti, sia perché il fatto riguarda solo voi, sia per non mettere in imbarazzo eventuali estranei. Il secondo fattore da considerare sarà il luogo: casa vostra andrà benissimo, dato che il partner si sentirà a suo agio e non dovrà preoccuparsi di occhi indiscreti. Terzo fattore chiave, il momento: cercate una giornata in cui vostro marito non sia troppo stressato dal lavoro o da altri problemi famigliari, una giornata pressoché tranquilla in cui non avete in programma nulla di particolare. Solitamente, poi, si aspetta la sera, quando il coniuge rincasa dal lavoro e quindi non vi deve più ritornare portandosi un peso sullo stomaco. Evitate inoltre di preparare la cena: sarebbe come far finta che la cosa non abbia un peso e comunque nessuno dei due, dopo, avrà voglia di mangiare. Chiedete quindi a vostro marito di sedersi al tavolo della cucina, magari di fronte a voi e cominciate a raccontare l'accaduto. Cercate di non guardarlo negli occhi, salvo rapide occhiate per vedere come sta reagendo: avrete così un atteggiamento sottomesso che farà trasparire il vostro senso di colpa. Spiegate quindi il vostro pentimento, la delusione che provate verso voi stesse e la speranza che lui capisca e sia disposto a ricominciare. Se possibile, evitate di rivelare il nome dell'amante, scongiurando così l'eventualità che vostro marito se la prenda con lui. Non vi resta quindi che aspettare la decisione del partner e nel caso provare a fare qualsiasi cosa per riconquistare il suo amore.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di non dare mai la colpa del tradimento al vostro partner
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Matrimonio

Come lasciare il marito senza farlo soffrire

" Nella buona e nella cattiva sorte.... Finché morte non ci separi" è la promessa che si fanno marito e moglie davanti a Dio. Peccato che talvolta, per un motivo o per un altro, la coppia scoppia. Sono tanti i motivi che lo causano. Può venir meno...
Matrimonio

Come gestire un marito possessivo

Per gestire un rapporto sereno tra due coniugi occorre il rispetto reciproca e soprattutto avere fiducia l'uno dell'altro. Ma, spesso subentra un sentimento che contrasta questa sintonia. Il problema deriva dal fatto che chi è geloso ha paura di perdere...
Matrimonio

5 gesti per rendere felice tuo marito

Al lungo andare, mantenere un rapporto felice con il proprio marito diventa una vera e propria sfida. Vuoi per noia o per pigrizia, la routine diventa il vostro pane quotidiano rischiando così di andare a minare il rapporto che avevate giurato di proteggere...
Matrimonio

Come ritornare con l'ex marito

Nella vita può accadere che a volte, dopo molti anni di vita insieme, la monotonia bussi e si prenda l'avventata decisione di volerci separare. Capita spesso però che dopo un periodo di lontananza, ci accorgiamo che invece quell'uomo ci manca ancora...
Matrimonio

5 gesti quotidiani per far sentire tuo marito amato

Care donne, sappiamo tutte bene quanto sia bello e gratificante sentirsi amate dal proprio uomo, e sappiamo quanto questa sensazione giovi alla relazione. Ecco, spesso ce ne dimentichiamo, ma vale lo stesso per gli uomini! Quali sono dunque i 5 gesti...
Matrimonio

Matrimonio: i doveri coniugali

Il matrimonio, oltre ad essere un legame basato sull'amore e sulla creazione di una famiglia, è un patto basato su dei doveri reciproci. Il non rispetto di questi doveri può portare non solo alla rottura della coppia ma anche all'addebito per colpa...
Matrimonio

Come uscire da una relazione extraconiugale

Quando si inizia una relazione di coppia, grazie all'ottimismo che pervade il cuore delle persone innamorate si tende a pensare che sarà per sempre. È molto bello, oltre che doveroso, partire con il piede giusto e le migliori intenzioni. Ma qualche...
Matrimonio

Come lasciare la moglie senza farla soffrire

Non sempre le donne quando vengono lasciate da un uomo soffrono. Dipende dal carattere di ciascuna di esse. Ci sono, infatti, delle personalità molto forti che talvolta sanno reagire meglio degli uomini. Per lasciare la moglie senza farla soffrire, è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.