Come essere una buona padrona di casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Allegra, confortevole, avvolgente e soprattutto in grado di riflettere la personalità delle persone che vi abitano: così la casa può assumere il suo significato di nido, rifugio, protezione, diventando il luogo dove entrambi gli sposi riescono, più che ovunque, a sentirsi liberi, rilassati, completamente a proprio agio. Ma sopratutto per una novella sposa, come essere una buona padrona di casa? E come far sì che la propria casa diventi davvero il proprio nido d'amore? È innegabile: riuscire a risolvere rapidamente i piccoli e i grandi problemi in cui ci si imbatte tra le mura di casa è una gran bella soddisfazione. Un modo per diventare più velocemente una buona padrona di casa è quello di apprendere da chi ha vissuto gli stessi "problemi" prima di noi. Apprendere tutti i trucchi, le astuzie, i segreti che permettono di destreggiarsi nella gestione domestica dalle nostre nonne è un buon punto di partenza. Essi sono il frutto dell'esperienza, dell'abilità e anche della creatività di generazioni di donne e rappresentano un patrimonio prezioso che ogni nuova sposa può non solo fare proprio, ma anche arricchire, scovando ed elaborando soluzioni alternative a quelle già collaudate nel tempo.

24

Per un frigorifero a prova di cattivi odori basta mettere su uno dei ripiani un bicchiere, anche di plastica, con dentro tre cucchiaini di caffè in polvere. Per conservare a lungo la caffettiera come nuova è sufficiente lavarla subito dopo l'uso solo con acqua tiepida e poi lasciarla aperta e smontata. La guarnizione va cambiata, quando si nota che dalla chiusura della caffettiera esce del vapore.

34

Se il lavello è ostruito e l'acqua fatica a scendere, si può gettare nello scarico una miscela preparata con un litro di aceto molto caldo e una manciata di sale grosso. Lasciate riposare e voilà l'acqua scenderà di nuovo agevolmente. È un trucco utile anche per i cattivi odori. Questi sono solo alcuni suggerimenti per essere una buona padrona di casa, ma sicuramente ce ne sono tantissimi altri, lascio a voi la ricerca e la messa in pratica dei tanti suggerimenti che le nostre nonne ci tramandano dalla loro esperienza con gioia e affetto.

Continua la lettura
44

In cucina, per togliere lo sporco difficile dai tegami in breve tempo, basta mettere sul fuoco la pentola per cinque minuti con acqua e aceto in parti uguali e due cucchiai da tavola di bicarbonato. Lasciar raffreddare e passare con una spugnetta, vedrete così sciogliersi anche i residui più resistenti. Il pentolino del latte se prima dell'utilizzo viene sciacquato con acqua molto fredda si laverà più in fretta. Se non si possiede il mattarello e dovete stendere la pasta della pizza, o per una torta, usate una bottiglia per l'acqua o il vino, dopo averla lavata con acqua e detersivo e asciugata per bene. Per pulire velocemente il forno l'ideale è non sporcarlo troppo. Come? Ricoprendo le griglie e la leccarda con carta alluminio per alimenti. La stessa astuzia vale per i fornelli a gas. Un altro accorgimento per avere il forno sempre perfetto consiste nel pulirlo spesso, utilizzando acqua calda in cui è stato sciolto bicarbonato e/o limone e/o aceto bianco.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Errori da evitare durante una cena dai suoceri

Si sa benissimo che, al giorno d'oggi, quando insieme al partner si decide di rendere la relazione più seria e più ufficiale, si presenta un dettaglio, che non è assolutamente trascurabile: stiamo parlando dei suoceri! Si cerca sempre l'approvazione...
Famiglia

Come superare il lutto di un marito

Quando muore un marito è sempre un lutto terribile da affrontare. Viene meno il compagno della nostra vita, l'uomo con cui abbiamo scelto di condividere gioie e dolori ed il partner della nostra vecchiaia. Ad esserci strappato non è solo un sentimento...
Famiglia

Come gestire un conflitto con un figlio

Tra genitori e figli capita molto spesso che nascano incomprensioni, ed inevitabilmente ciò finisce in uno scontro. Essere genitori è molto difficile e si rischia di sbagliare cercando di fare il bene del proprio figlio, lasciandoci trasportare da questo...
Famiglia

Vivere da soli: 5 vantaggi

Oggi troppo spesso si parla di uomini sopra i trent'anni che vivono ancora con i propri genitori a causa delle crisi economica che stiamo vivendo. Tuttavia, se si riesce a superare il problema economico, vivere da soli non è solo un dovere, ma è soprattutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.