Come evitare di litigare con i propri genitori

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I litigi in famiglia sono cosa normale e all'ordine del giorno. È piuttosto normale litigare con i propri genitori per varie incomprensioni o disaccordi. Litigare coi i propri genitori quando si è adolescenti è una cosa abbastanza comune. Le motivazioni possono riguardare una diversa visione delle cose, la voglia di affermare la propria autonomia ecc. Questo scambio di opinioni, sotto certi aspetti può essere utile come crescita interiore, ma con un po' di buon senso può essere evitato. Vediamo allora alcuni consigli su come evitare di discutere con i propri genitori. Attraverso i passi di questa guida vedremo come poter avere un rapporto sereno e felice con i genitori. Non è difficile, scopriamo come fare.

26

Occorrente

  • Prendere un bel respiro profondo
  • Fare un'esame di coscenza
  • riconosce il nostro stato d'animo
36

La figura dei genitori può apparire ad un adolescente talmente distorta da creare conflitti fra le parti. Non sempre i ragazzi sono ben disposti ad accettare i consigli o i rimproveri che un genitore, elargisce con l'unico scopo di educare i propri figli, le differenti opinioni tra adolescenti e adulti quindi, possono creare notevoli spaccature arrivando anche a veri e propri litigi. Inconsapevolmente, entrambe le parti, durante queste manifestazioni tendono ad esternare tutto il malessere che covano all'interno. Il più delle volte il tutto si traduce in una sfuriata, che dopo un periodo più o meno lungo, viene completamente dimenticata.

46

Una ricetta per non litigare con i propri genitori purtroppo non esiste, ma possiamo adottare alcune metodologie che ci aiutano a ragionare e mantenere la calma. La prima fra tutti è quella di capire il nostro stato d'animo, ci possono essere giorni nei quali siamo più irritati quindi più propensi alla discussione. In questo caso, se capiamo che si tratta di uno di quei giorni, cercare di mantenere la calma il più possibile, valutando attentamente la situazione, cercando di evitare di addossare tutte le colpe ai nostri genitori e quindi, utilizzarli come capri espiatori, evitando di mettere in discussione anche le più piccole osservazioni che ci vengono rivolte.

Continua la lettura
56

Altro validissimo rimedio per evitare discussioni, è quello di prendere un bel respiro profondo prima di cominciare a rispondere in malo modo e con tono provocatorio ai nostri genitori. In questa maniera, prendiamo tempo, cercando di rallentare quel flusso di rabbia che ci assale, prendendo in considerazione l'idea di discutere con più calma e serenità in un secondo momento. Mai sdoppiare l'immagine che abbiamo dei nostri genitori, ovvero mai pensare che a volte siano buoni e a volte invece diventino nemici giurati. Il genitore, in quanto tale, ha l'obbligo di educare al meglio il proprio figlio, e lo fa seguendo una sua metodologia, quella che in quel momento ritiene più giusta. Ma tutto questo lo capiremo solamente una volta che siamo entrati a far parte del mondo degli adulti e che a nostra volta siamo diventati genitori.
Andare d'accordo con i propri genitori non è difficile come può sembrare. Usando un po' di buon senso, diplomazia, pazienza e seguendo i consigli di questa guida avrete una buona percentuale di possibilità di andare d'accordo con i vostri genitori ed essere felici, godendo appieno del rapporto e del tempo che passerete insieme. Non mi resta quindi che augurarvi buona fortuna.
Alla prossima.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

Come smettere di litigare con la propria ragazza

Da sempre si utilizza una famosa e divertente frase sull'amore, ovvero l'amore non è bello se non è litigarello. Infatti, litigare con il proprio partner può essere a volte piacevole, non perché sia bello litigare ma perché diventa bellissimo fare...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a mandarti a una festa

Per convincere i propri genitori a mandarti a una festa si devono seguire una serie di regole comportamentali. Prima cosa da fare è mostrare rispetto verso i propri genitori al fine di ottenere qualche risultato soddisfacente. Infatti, il nostro scopo...
Problemi Adolescenziali

Come gestire la relazione con i genitori

I rapporti tra genitori e figli non sono semplici e si modificano sensibilmente, nel corso degli anni. Come ben sappiamo in età infantile sono i genitori che creano e gestiscono il rapporto con i propri figli. In età adolescenziale le cose cambiano...
Problemi Adolescenziali

Come dire ai genitori che sei incinta

Quando una donna scopre di aspettare un bambino, che sia una gravidanza voluta o meno, uno dei primi pensieri che passa per la sua testa è quello di dovere raccontare alle persone che le sono più vicine qual è la novità.Avere dei bambini è certamente...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a farti andare in vacanza con gli amici

L'estate si avvicina e l'ultima campanella dell'anno sta per suonare. Per moltissimi giovani il momento di staccare la spina e rilassarsi è alle porte. I progetti si moltiplicano e i sogni sembrano essere pronti a farsi prendere. Questo può succedere...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a farti andare in vacanza con lui

Se sei una ragazza, soprattutto se ancora adolescente, non è facile riuscire ad andare in vacanza col tuo ragazzo; bisogna prima convincere i genitori, a maggior ragione se è la prima volta che vai in una vacanza "da sola". Ecco alcuni validi consigli...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a comprare qualcosa

Chiedere, o convincere, un genitore a comprare qualcosa che si desidera delle volte può essere imbarazzante. Avere un buon rapporto con loro, serve a facilitare questa richiesta. Come in tutti i rapporti, la costruzione di rapporto,genitori figli, richiede...
Problemi Adolescenziali

10 modi per dire ai tuoi genitori che hai un ragazzo

Per i tuoi genitori sei e sarai sempre la loro bambina. Anche in età adulta, non smetteranno di preoccuparsi per te e giudicare le tue amicizie. Ti condizionano al punto tale da nascondere qualsiasi relazione passeggera, per non allarmarli. Ma adesso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.