Come evitare gelosia tra fratelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Intanto come prima cosa è necessario sfatare un mito. Non esistono bambini che non siano gelosi. Vi ricordate Mickey di "Senti chi parla 2" quando nasce la sua sorellina? Lui era abituato ad avere i genitori tutti per sé, ad essere il centro dell'attenzione. È chiaro che si senta come un piccolo sovrano spodestato da un intruso. Ritiene che gli stiano portando via la sua figura di attaccamento (solitamente la madre), quella a cui fare riferimento e chiedere aiuto nei momenti di necessità. Chiaro che si senta franare letteralmente la terra sotto i piedi! La gelosia può anche letteralmente esplodere anni dopo, come conseguenza di comportamenti sbagliati e reiterati dei genitori. Le sorellastre e Cenerentola o Giuseppe e i suoi fratelli non vi dicono nulla? Per non trovarsi coinvolti in una faida familiare allora è meglio capire subito come evitare gelosia tra fratelli.

26

Occorrente

  • due fratelli
  • un po' di pazienza
  • spirito di osservazione
  • tanto affetto
  • sensibilità ed empatia
36

Se si tratta di bambini piccoli, l'insofferenza in genere non si riversa sul fratellino, bensì sui genitori, sotto forma di capricci per attirare la loro attenzione. Però potrebbero anche cercare di morderlo di nascosto (manco fossero delle scimmiette). La rabbia apparentemente inspiegabile è un'altra possibile manifestazione di questo disagio, così come la regressione al passeggino e all'uso del pannolino. Anche la questione del cibo viene dal maggiore usata come mezzo durante questo braccio di ferro spietato con i genitori, in modo da farli preoccupare. E le parole per ricondurre il bambino alla ragione risultano spesso inefficaci.

46

Bisogna perciò presentargli il fratellino e lasciate che lo tocchi e lo baci. Deve poter esprimere ciò che pensa liberamente, senza timore di censura o giudizi negativi, poiché la gelosia inespressa diverrebbe ancor più profonda. Deve percepire che i genitori lo comprendono. Le regole e le abitudini della casa non vanno mutate. La madre non deve dedicarsi esclusivamente al più piccolo, ma dovrebbe cercare di dividersi equamente tra tutti e due, ritagliando dei momenti esclusivi per il maggiore, affinché non si senta solo e trascurato. Una buona idea è di farlo partecipare all'accudimento del fratello. Dovrebbe essere responsabilizzato e scoprire quali vantaggi ci sono nell'essere il più grande. Coinvolgerlo, ascoltarlo e rassicurarlo sono in sintesi le parole chiave. Giochi, disegni, attività fisica saranno un buon mezzo per distogliere la sua gelosia dal bersaglio.

Continua la lettura
56

Se i due fratelli sono più grandi, i genitori dovrebbero dare l'esempio attraverso chiari comportamenti di cooperazione, nel più puro stile del "Tutti per uno, uno per tutti", poiché è più vantaggioso fare squadra piuttosto che duellare singolarmente. Devono sentirsi orgogliosi di fare parte di una famiglia unita. Non chiedete sempre allo stesso di adattarsi alle esigenze altrui sacrificandosi. Poiché è innegabile che ci siano delle differenze tra i due, più che preoccuparvi di attuare un atteggiamento paritario dovreste in ogni maniera evitare i favoritismi, perché sono quelli a determinare le gelosie. Dunque non fate preferenze o confronti, che accendono inevitabilmente la competitività! Infine, non trasformatevi in giudici mettendovi sempre in mezzo in ogni battibecco o questione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • la prima cosa da fare è ascoltarli e osservarli, per capire qual'è il problema e come intervenire
  • Le esperienze separate sono un'ottima cosa, perciò incoraggiate entrambi nell'intrecciare nuove amicizie e coltivare i propri interessi
  • Ricorrete all'infallibile arma della dolcezza piuttosto che a secchi rimproveri

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come gestire i conflitti tra fratelli

Essere dei buoni genitori non è certo un compito semplice, fortunatamente però molte generazioni di persone hanno già svolto questo importante compito, così che si possa prendere spunto dalla loro esperienza. Una delle attività più "complicate",...
Famiglia

Come riallacciare i rapporti con i fratelli

La famiglia, diceva bene Giuseppe Mazzini, è la patria del cuore. Le sensazioni più belle nascono e s'intensificano all'interno del nucleo familiare, così come i primi dissapori, le liti e le mancanze. Quando si generano inevitabili fratture, cercare...
Famiglia

Come combattere la gelosia della suocera

Un vecchio luogo comune, mai smentito del tutto, afferma che suocera e nuora vanno raramente d'accordo. Entrando nei particolari, le mamme italiane sono estremamente gelose dei loro figli maschi. È quasi impossibile che tali genitrici possano apprezzare...
Famiglia

Cosa fare se il marito é geloso del nuovo bebè

La gelosia è un sentimento negativo piuttosto comune; capita spesso di sentirsi gelosi di qualcun'altro, per i motivi più svariati. Sicuramente la situazione prende una svolta diversa quando la gelosia si innesta all'interno di un contesto familiare....
Famiglia

Come gestire un marito geloso

La gelosia è uno dei sentimenti più irrazionali e forti che l'essere umano possa provare. Eppure è anche una grande dimostrazione d'amore, quando rientra in certi limiti. Per la donna è un inequivocabile segnale di interesse e di attenzione. C'è...
Famiglia

10 vantaggi dell'avere un fratello

La famiglia è fondamentale nella vita di una persona. I fratelli ci aiutano a sostenere un nostro sogno e ci difendono sempre in qualsiasi situazione. Essi sono fondamentali, sia nei momenti più belli della vita, ma anche nei momenti più brutti. A...
Famiglia

Come essere un buon fratello maggiore

Essere fratelli maggiori è una grande responsabilità. Tipicamente, in una famiglia la figura che va a incarnare l'esempio da seguire, il dispensatore di consigli e la prima persona a cui rivolgersi in caso di necessità è il padre. In una società...
Famiglia

Come chiedere scusa a un fratello

Un legame per essere perfetto deve godere di affetto, stima e soprattutto rispetto reciproco. Ogni individuo possiede la capacità di avere un proprio pensiero, che può essere in accordo o disaccordo con un altro. Il disaccordo e successivamente un litigio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.