Come farsi rispettare

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Non è sempre facile farsi rispettare, special modo nel periodo dell'adolescenza o quando si hanno interessi molto differenti rispetto a quelli che la stragrande maggioranza della gente ha. Non si riceve rispetto neanche quando chi ci sta accanto è un tipo infelice della propria vita e sfoga su noi tutto il suo malumore facendoci sentire inutili. Il campo del rispetto, soprattutto tra ragazzi, è un campo molto delicato, in cui predominano le mode, il successo e gli atteggiamenti corretti. Quindi il segreto per affrontare i bulli, farsi rispettare e sopravvivere è trovare il giusto equilibrio tra l'essere di tendenza e rimanere se stessi. Vediamo come fare in pratica.

25

Prima di tutto bisogna imparare ad essere felici delle proprie cose. Se si hanno due o tre amici fidati, in realtà, si è già fatta metà strada. Creare un gruppo infatti è già creare una tendenza. Scegliete un punto della città in cui vi ritroverete sempre. Siate voi a creare il vostro gruppo e poi ampliatelo il più possibile. Organizzate serate, pizze e feste. In questo modo potrete sempre fare i leader tra i vostri amici e all'esterno acquisterete più riconoscibilità. Molti parleranno di voi e magari daranno anche un soprannome al vostro gruppo. Quindi ciò che è veramente importante è costruirsi una propria cerchia di amici nella quale avere un certo peso. Ciò non esclude che voi possiate avere altri amici al di fuori della cerchia, ma avere un punto di riferimento forte è molto importante. Serve a dare sicurezza, ad avere più importanza agli occhi degli altri e a darci un'alternativa sempre valida dal punto di vista pratico. L'importante però è fare il leader e mai il "comandante": il leader è sempre pronto a stare accanto, ad aiutare mentre il comandante è colui che si sente superiore e si distacca dagli altri dando loro giudizi ed ordini creando discordanze e riducendosi a perdere tutto il proprio rispetto.

35

Regola numero due è rispettare le mode del momento. Sembrerà un discorso classista e materialista, ma nel mondo dei ragazzi conta avere quello zaino, quelle scarpe o quell'orologio. Certo non per questo si deve diventare dei manichini pubblicitari viventi, però curare il look è sempre stato fondamentale per farsi accettare dai propri coetanei e meritare il loro rispetto. Anche la pulizia e l'odore gradevole che emaniamo attirano critiche positive. Per quanto riguarda il carattere invece, c'è poco da fare: si è come si è non si può pretendere di essere degli animatori turistici. Se si ha un carattere più introverso non si può cercare di essere a tutti i costi dei presentatori televisivi. Meglio concentrarsi su quello che si ha di positivo. È inutile inseguire dei miti che non riusciremo mai a raggiungere. Se in classe con noi c'è il latin lover di turno, quello che è sempre attorniato da amici adulatori e ragazze, non cerchiamo di copiare il suo stile, né sbaviamogli dietro, raccogliendo quello che lascia cadere, ma trattiamolo come uno alla pari, senza paure. Se si guardano negli occhi i nostri interlocutori, allora saremo alla loro altezza. Ricordiamoci che siamo tutti uguali, ma non tutti devono essere belli o simpatici. Ognuno ha il suo aspetto e il suo carattere, non per questo i ragazzi meno alti valgono meno di quelli più slanciati.

Continua la lettura
45

Ultimo passo fondamentale per meritarsi il rispetto degli altri è non cedere mai ai compromessi. Chi odia fumare, ma si vergogna di rifiutare una sigaretta solo perché tutti fumano, chi imbratta i muri solo per far piacere ad un amico, chi si mette alla guida dopo aver bevuto, solo perché lo fanno anche gli altri: questi non si meritano il rispetto dei loro coetanei e non lo avranno. È molto più ammirato chi sa dire no, chi sa ragionare con la propria testa, chi non ha paura delle minacce.
Essere se stessi è veramente l'unico modo per farsi rispettare.

55

Detto ciò non resta che stare tranquilli e pensare meno a ciò che gli altri pensano, perché questo può condizionare di molto la vita e rendere tristi chiunque e, quindi, anche chi sta accanto. Essere tristi significa anche avere bassa autostima e questo non fa altro che distruggere il rispetto che gli altri nutrono. Essere se stessi è il concetto chiave che permette la sopravvivenza in una vita fatta di mille difficoltà.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vita di Coppia

Come essere una dominatrice

In una coppia c'è sempre uno dei due che ha in mano le redini del rapporto. Che detta le regole, che conduce il gioco e che dice sempre si o no. In poche parole, in ogni rapporto, c'è chi comanda e chi obbedisce. Chiaramente deve essere una situazione...
Problemi Adolescenziali

Come educare un figlio a non lasciarsi condizionare dai compagni

Educare un figlio ed osservarlo crescere, è di certo una delle cose più belle della vita di un genitore. Eppure educare un figlio, specialmente quando è ancora molto piccolo e vulnerabile, non sempre si rivela un compito facile. Le prime difficoltà...
Problemi Adolescenziali

Come affrontare i problemi della vita

Vivere è un qualcosa di meraviglioso, in particolar modo è bello avere una vita piena in cui siamo felici e soddisfatti di noi stessi e di quello che stiamo facendo. Tuttavia, i problemi sono sempre dietro alla porta e perciò è fondamentale saper...
Amicizia

Come andare d'accordo con i compagni di classe

Quando si comincia un percorso scolastico, ci si ritrova in classe con tanti coetanei, chi più e chi meno simpatico, con caratteri simili o differenti dal proprio. In quest'ultimo caso, può capitare che le divergenze si trasformino in veri e propri...
Problemi Adolescenziali

10 cose che un adolescente deve sapere

L'adolescenza rappresenta una delle fasi più difficili della vita; è un momento di evoluzione che porta l'individuo da uno stato di bambino a diventare una persona adulta. Questa fase è molto complessa in quanto sono in gioco molti aspetti legati allo...
Amore

10 cose che attirano subito l'attenzione delle donne

Come si fa ad attirare subito l'attenzione delle donne?Le donne sono molto perspicaci, e si accorgono subito se un uomo sta fingendo o no. Si è portati a pensare che la cosa che salta subito agli occhi, sia l'aspetto fisico, e per un certo verso è così.Infatti,...
Amicizia

Come farsi apprezzare dalle persone

Farsi apprezzare dalle persone che ci circondano è un problema che viviamo in qualunque età. Dalle scuole superiori, fino all'entrata nel mondo del lavoro, ma anche semplicemente davanti un bar o in una discoteca. L'uomo, o almeno l'uomo socievole,...
Amore

Consigli per conquistare una donna Pesci

Complimenti. Ti sei scelto una delle donne più affascinanti dello Zodiaco. La più misteriosa, indefinibile, mutevole, inafferrabile, sensibilissima e percettiva... Ti basti sapere che Ornella Muti, con i suoi magici occhi cangianti da gatta, è una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.