Come gestire gli orari degli adolescenti

Tramite: O2O 13/11/2015
Difficoltà: media
15

Introduzione

In ogni famiglia quando un figlio cresce, un frequente motivo di discussione è quello degli orari, in modo particolare quello relativo ai rientri serali. I ragazzi dovrebbero imparare a rispettare gli accordi con i loro genitori, ma gestire i tempi degli adolescenti può probabilmente essere meno complicato iniziando precocemente a 'lavorare' in una determinata maniera: abituandoli cioè sin da bambini ad avere dei punti di riferimento su cui appoggiarsi. Infatti, un bimbo abituato a mangiare, giocare e fare la nanna seguendo regolarmente gli stessi ritmi, nel corso degli anni imparerà sicuramente ad avere impostazioni regolari. Vediamo dunque come gestire gli orari degli adolescenti.

25

È fondamentale che i ragazzi escano spiegando ai familiari chi sono i loro compagni e indicando i luoghi che intendono frequentare, inoltre è necessario che in occasione di eventuali contrattempi, avvisino sempre i genitori. Non occorre essere ossessivi o diventare delle specie di gendarmi: si rischierebbe di indurre i figli a ribellarsi e a raccontare frottole, ma è bene dialogare con essi il più possibile, esprimere la propria normale preoccupazione e dare loro fiducia, la quale deve assolutamente essere rispettata.

35

Il sabato o la domenica pomeriggio, un adolescente solitamente ama poter trascorrere alcune ore con i coetanei senza pensare a capitoli di Storia, formule di Matematica o altro, l'importante è che sia puntuale nel rientro per mettersi a tavola con la propria famiglia. Se invece viene organizzata una festicciola oppure una cena in pizzeria tra amici, ad un adolescente di 13 o 14 anni si può anche concedere di restare fuori qualche ora in più, ma è sempre una buona abitudine quella recarsi a prenderlo, oppure accertarsi che altri genitori possano dargli un passaggio sino a casa (cortesia che verrà ovviamente ricambiata in altre occasioni). Da tenere però presente che in generale a quell'età, sia per motivi di sicurezza che educativi, ci si dovrebbe sempre mantenere piuttosto restrittivi con i permessi.

Continua la lettura
45

Dopo i 14 anni, quando i ragazzi si iscrivono alle scuole superiori, se si è sempre avuto con loro un buon rapporto, non sarà troppo difficile definire alcuni accordi: ciò permetterà loro di godere di giusti momenti di svago senza però mai perdere i loro punti di riferimento. Nei mesi estivi le uscite dei ragazzi tendono a moltiplicarsi e siccome si tratta di un periodo di vacanza, si può anche decidere di essere maggiormente elastici, ma ovviamente è sempre buona regola stabilire anticipatamente con loro degli orari: le deroghe dovrebbero essere concesse soltanto in occasioni eccezionali. Rientrare a mezzanotte, significa aver già raggiunto un ottimo traguardo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con le bugie degli adolescenti

Il periodo dell'adolescenza, probabilmente è quello più delicato che una persona passa nel corso della propria. L'adolescenza, va dai dodici ai diciotto anni. Questo periodo di transizione è parecchio delicato poiché determina la crescita del bambino...
Problemi Adolescenziali

Come gestire le ansie di una adolescente

L'adolescenza, si sa, è una fase delicatissima della vita. In questo periodo, è importante ricordare, che sorgono le prime delusioni amorose (ma anche di amicizia), le prime preoccupazioni e dove i ragazzi si pongono un'infinità di domande sulla sessualità...
Problemi Adolescenziali

Come gestire un figlio ribelle

Essere un genitore e avere a che fare con i bambini non è mai semplice, purtroppo di errori se ne possono commettere moltissimi e gestire un figlio con il tempo potrebbe diventare complicato, soprattutto se il figlio ha un carattere ribelle e complicato....
Problemi Adolescenziali

Come gestire una figlia arrogante

Gestire i rapporti con i figli, specialmente quando entrano nel difficile momento dell'adolescenza, non è per nulla semplice. Fare il genitore infatti è il lavoro più difficile e gratificante del mondo. Mentre su molti aspetti e ribellioni dei figli...
Problemi Adolescenziali

Come gestire la relazione con i genitori

I rapporti tra genitori e figli non sono semplici e si modificano sensibilmente, nel corso degli anni. Come ben sappiamo in età infantile sono i genitori che creano e gestiscono il rapporto con i propri figli. In età adolescenziale le cose cambiano...
Problemi Adolescenziali

Cose da fare per educare un figlio ribelle

Il mestiere del genitore, si sa, è il più difficile del mondo. Gestire un figlio quando è ancora un bambino può sembrare difficile ma niente a confronto quando ci si trova a gestire un figlio adolescente. Gli adolescenti sono infatti soggetti a grandi...
Problemi Adolescenziali

Come aiutare un adolescente a superare una delusione d'amore

Essendo le delusioni d'amore, all'ordine del giorno, in particolar modo per gli adolescenti, abbiamo proprio pensato di proporre a tutti i genitori di questi figli, un articolo, che vuole fungere da guida pratica, per cercare di capire come aiutare, appunto,...
Problemi Adolescenziali

10 domande da non fare a un figlio adolescente

L'adolescenza è un periodo molto difficile della vita e, nonostante ci siamo passati tutti, sembriamo non riuscire ad instaurare un rapporto sereno con i nostri figli o nipoti. Gli adolescenti si trovano a dover affrontare i primi "problemi" della vita,...