Come gestire la relazione con i genitori

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

I rapporti tra genitori e figli non sono semplici e si modificano sensibilmente, nel corso degli anni. Come ben sappiamo in età infantile sono i genitori che creano e gestiscono il rapporto con i propri figli. In età adolescenziale le cose cambiano e tale rapporto relazionale, subisce delle profonde modifiche. Lo stesso discorso è valido per le relazioni tra figli ormai divenuti adulti e genitori. Vediamo come gestire la relazione con i genitori, considerando che, ad ogni età, il rispetto reciproco, costituisce il fondamento di ogni rapporto.

28

Occorrente

  • Rispetto
  • empatia
  • comunicazione
  • dialogo
38

In questo periodo della vita, è difficile non entrare in contrasto con i propri genitori, ogni conquista richiede spesso piccole lotte familiari e, non sempre, i genitori accettano senza ansie e paure, la nuova maturità del proprio figlio e le sue richieste di autonomia ed indipendenza. Nascono spesso, incomprensioni e malumori che, solo una sana diplomazia, attuabile da ambo i lati, può contribuire a smussare.

48

Come gestire la relazione con i genitori in età più matura. In questo caso le problematiche legate alla propria autonomia e alla ricerca di libertà, vengono a decadere. Però bisogna capire che i genitori, continueranno ad essere una presenza costante per il proprio figlio. Per riuscire ad avere un buon rapporto con i propri genitori, è bene stabilire i limiti di intromissione accettabili nella propria vita. Una regola che sancisce il rispetto delle relazioni interpersonali tra l'individuo ed il mondo circostante, genitori inclusi. Ad ogni età, quando i rapporti presentano delle problematiche evidenti, ci si potrà rivolgere a personale specializzato, come psicologi e centri per le famiglie.

Continua la lettura
58

Quando l'età dei figli si avvicina alla maturità, i genitori tendono ad invecchiare e divenire anziani. Per questo motivo cambiano anche le necessità reciproche, i punti di vista, ed i motivi di scontro. Spesso i figli si trovano ad interpretare un nuovo ruolo, cioè quello della responsabilità ed accudimento dei propri genitori. In questa situazione, infatti sono i figli che diventano coloro che decidono cosa fare! Essi consigliano e provvedono fisicamente, alle necessità dei genitori divenuti anziani e talvolta non autosufficienti. Il rapporto tra persone, si modifica sempre in relazione all'età. Per questo il livello di autonomia sia fisica che economica non resta altro che il rispetto per se stessi e per gli altri.

68

La componente caratteriale di ogni persona, genitore o figlio, determinerà l'instaurarsi di relazioni più tranquille e serene, o al contrario, molto turbolente. Le persone che hanno un carattere poco elastico, burbero e prevaricatore, faticheranno notevolmente ad instaurare qualsiasi relazione con il mondo circostante, amici, parenti, genitori e figli. La dolcezza, la sensibilità ed una buona dose di empatia, insieme al rispetto per l'altro, adulto o bambino, anziano o adolescente, potranno aiutare a costruire ottime relazione sociali ed affettive con il prossimo.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordatevi che l'età adolescenziale, è caratterizzata dall'affermazione della propria personalità ed identità.
  • Ricordatevi che la presenza dei genitori "non sempre discreta", nella vita dei figli, diventati ormai adulti continuerà ad essere costante; poi tocca voi decidere cosa fare e dire...
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amore

Come gestire una relazione con un uomo sposato

"Al cuore non si comanda" diceva qualcuno... Ma se l'uomo di cui ci innamoriamo è già sposato? Non è raro che ci si possa ritrovare nello scomodo ruolo dell'amante, soprattutto noi donne. Vivere un triangolo amoroso non è per nulla facile, quindi...
Amore

5 scuse per lasciare il partner

Si dice sempre che "chi lascia è più fortunato" e in parte è certamente vero, ma spesso chi prende questa decisione ha grandi sensi di colpa e non sa quali parole usare per troncare una relazione oramai finita da tempo. Ecco 5 scuse plausibili per...
Vita di Coppia

L'empatia nelle relazioni d'amore

L'empatia, nelle relazioni d'amore, è allo stesso tempo il traguardo più alto e importante che si possa raggiungere e la garanzia più solida del successo di una relazione. Se i partner non riescono a essere empatici il rapporto sarà fragile e rischierà...
Famiglia

Come gestire le relazioni familiari

La famiglia è composta da più individui collegati tra loro, da legami di sangue e vincoli di parentela. Oggi, rispetto a quello che accadeva in passato, la famiglia tende ad essere formata da pochi componenti, per ragioni di tipo sociale ed economico.In...
Amore

Come gestire le relazioni estive

L'estate è stagione di passione, spensieratezza, felicità e quindi anche (e soprattutto!) d'amore. In vacanza, al mare, in piscina può capitare di incontrare persone meravigliose di cui possiamo innamorarci. Non sempre, però, questi legami sono destinati...
Amore

Come gestire due relazioni contemporaneamente

Nella società odierna, il tradimento è ormai all'ordine del giorno, e non ci si scandalizza più di tanto come si faceva passato. Sotto certi punti di vista, il tradimento rappresenta un vero e proprio rimedio per i tanti problemi che affliggono le...
Vita di Coppia

Relazioni sbagliate: 10 errori comuni

L'amore è da sempre considerato uno dei sentimenti basilari della vita quotidiana, perché aiuta a cementificare i rapporti con gli altri e con noi stessi. A volte però, si incappa in relazioni sbagliate, perché all'inizio possono sembrare giuste,...
Vita di Coppia

10 tipi di relazione più comuni

Fugaci, intense, brevi o durature, leggere o viscerali, le relazioni che posso nascere tra due cuori palpitanti sono tante, diverse e tutte affascinanti. Dal migliore amico che si svela essere l'amore di una vita, allo sconosciuto tenebroso ed intrigante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.