Come gestire la relazione con i genitori

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

I rapporti tra genitori e figli non sono semplici e si modificano sensibilmente, nel corso degli anni. Come ben sappiamo in età infantile sono i genitori che creano e gestiscono il rapporto con i propri figli. In età adolescenziale le cose cambiano e tale rapporto relazionale, subisce delle profonde modifiche. Lo stesso discorso è valido per le relazioni tra figli ormai divenuti adulti e genitori. Vediamo come gestire la relazione con i genitori, considerando che, ad ogni età, il rispetto reciproco, costituisce il fondamento di ogni rapporto.

28

Occorrente

  • Rispetto
  • empatia
  • comunicazione
  • dialogo
38

In questo periodo della vita, è difficile non entrare in contrasto con i propri genitori, ogni conquista richiede spesso piccole lotte familiari e, non sempre, i genitori accettano senza ansie e paure, la nuova maturità del proprio figlio e le sue richieste di autonomia ed indipendenza. Nascono spesso, incomprensioni e malumori che, solo una sana diplomazia, attuabile da ambo i lati, può contribuire a smussare.

48

Come gestire la relazione con i genitori in età più matura. In questo caso le problematiche legate alla propria autonomia e alla ricerca di libertà, vengono a decadere. Però bisogna capire che i genitori, continueranno ad essere una presenza costante per il proprio figlio. Per riuscire ad avere un buon rapporto con i propri genitori, è bene stabilire i limiti di intromissione accettabili nella propria vita. Una regola che sancisce il rispetto delle relazioni interpersonali tra l'individuo ed il mondo circostante, genitori inclusi. Ad ogni età, quando i rapporti presentano delle problematiche evidenti, ci si potrà rivolgere a personale specializzato, come psicologi e centri per le famiglie.

Continua la lettura
58

Quando l'età dei figli si avvicina alla maturità, i genitori tendono ad invecchiare e divenire anziani. Per questo motivo cambiano anche le necessità reciproche, i punti di vista, ed i motivi di scontro. Spesso i figli si trovano ad interpretare un nuovo ruolo, cioè quello della responsabilità ed accudimento dei propri genitori. In questa situazione, infatti sono i figli che diventano coloro che decidono cosa fare! Essi consigliano e provvedono fisicamente, alle necessità dei genitori divenuti anziani e talvolta non autosufficienti. Il rapporto tra persone, si modifica sempre in relazione all'età. Per questo il livello di autonomia sia fisica che economica non resta altro che il rispetto per se stessi e per gli altri.

68

La componente caratteriale di ogni persona, genitore o figlio, determinerà l'instaurarsi di relazioni più tranquille e serene, o al contrario, molto turbolente. Le persone che hanno un carattere poco elastico, burbero e prevaricatore, faticheranno notevolmente ad instaurare qualsiasi relazione con il mondo circostante, amici, parenti, genitori e figli. La dolcezza, la sensibilità ed una buona dose di empatia, insieme al rispetto per l'altro, adulto o bambino, anziano o adolescente, potranno aiutare a costruire ottime relazione sociali ed affettive con il prossimo.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordatevi che l'età adolescenziale, è caratterizzata dall'affermazione della propria personalità ed identità.
  • Ricordatevi che la presenza dei genitori "non sempre discreta", nella vita dei figli, diventati ormai adulti continuerà ad essere costante; poi tocca voi decidere cosa fare e dire...
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

10 modi per dire ai tuoi genitori che hai un ragazzo

Per i tuoi genitori sei e sarai sempre la loro bambina. Anche in età adulta, non smetteranno di preoccuparsi per te e giudicare le tue amicizie. Ti condizionano al punto tale da nascondere qualsiasi relazione passeggera, per non allarmarli. Ma adesso,...
Problemi Adolescenziali

5 consigli per genitori di adolescenti

Il rapporto genitori-figli, da sempre uno dei più indagati dalla pedagogia e dalla psicologia, rappresenta un punto focale nelle dinamiche relazionali familiari, in modo particolare nell'epoca della precocità dei rapporti e delle interazioni giovanili.Ecco...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a comprare qualcosa

Chiedere, o convincere, un genitore a comprare qualcosa che si desidera delle volte può essere imbarazzante. Avere un buon rapporto con loro, serve a facilitare questa richiesta. Come in tutti i rapporti, la costruzione di rapporto,genitori figli, richiede...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a farti andare in vacanza con lui

Se sei una ragazza, soprattutto se ancora adolescente, non è facile riuscire ad andare in vacanza col tuo ragazzo; bisogna prima convincere i genitori, a maggior ragione se è la prima volta che vai in una vacanza "da sola". Ecco alcuni validi consigli...
Problemi Adolescenziali

Come evitare di litigare con i propri genitori

I litigi in famiglia sono cosa normale e all'ordine del giorno. È piuttosto normale litigare con i propri genitori per varie incomprensioni o disaccordi. Litigare coi i propri genitori quando si è adolescenti è una cosa abbastanza comune. Le motivazioni...
Problemi Adolescenziali

Come convincere i genitori a mandarti a una festa

Per convincere i propri genitori a mandarti a una festa si devono seguire una serie di regole comportamentali. Prima cosa da fare è mostrare rispetto verso i propri genitori al fine di ottenere qualche risultato soddisfacente. Infatti, il nostro scopo...
Problemi Adolescenziali

Come conquistare la fiducia dei genitori

Conquistare la fiducia dei genitori non è impresa facile. Il conflitto generazionale tra genitori e figli è qualcosa di insito in questo rapporto e serve a maturare e crescere per entrambi. Gli scontri che si verificano man mano che si cresce possono...
Problemi Adolescenziali

Come gestire la paghetta dei figli

Quello della paghetta è da sempre uno dei problemi più ardui da gestire sia per i genitori sia per i figli. Gli adulti infatti devono essere in grado di scegliere la giusta quantità di denaro da concedere ai più piccoli, mentre i ragazzi dal canto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.