Come integrarsi una nuova scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per i bambini cambiare scuola rappresenta quasi sempre un piccolo trauma: probabilmente erano abituati ai loro amichetti del cuore ed adesso si vedono costretti a cambiarli. Inoltre, anche il fatto di ritrovarsi con degli insegnanti nuovi può essere motivo di ansia per i bambini, in quanto il nuovo ambiente rappresenta la perdita delle sicurezze che essi avevano acquisito nella scuola precedente, oltre alla perdita della stabilità trovata nell'ambiente di origine. Tuttavia, i bambini sono pieni di risorse e per questo motivo hanno molto più spirito di adattamento degli adulti, riuscendo a fare amicizia facilmente, a meno che non si tratti di bambini particolarmente timidi. In questa utilissima guida spiego come integrarsi in una nuova scuola prendendo confidenza con i nuovi compagni ed i nuovi insegnanti. Sicuramente questi interessanti consigli sono molto semplici da mettere in pratica, e soprattutto efficaci. Buona lettura!

26

Occorrente

  • Pazienza
36

Prima di darvi consigli del caso inizio subito dicendo che in situazioni come questa il ruolo dei genitori (che dovrebbero comportarsi in modo il più possibile fiducioso e rilassato) svolge un'importanza fondamentale. Essi devono essere in grado di tranquillizzare, ascoltare e rassicurare il bambino, intervenendo soltanto quando il bambino chiede aiuto, rispettando così la sua intimità emotiva. Sono da evitare assolutamente atteggiamenti troppo protettivi o al contrario freddi. Un ruolo chiave è però svolto anche dagli insegnanti che dovrebbero prestare attenzione alla socialità di tutti gli alunni e assicurarsi che anche i bambini più chiusi o timidi vengano coinvolti nei giochi, nelle attività ricreative, nei lavori di gruppo, in attività stimolanti che gli consentano di accrescere la loro sicurezza. In questo frangente è molto importante che gli insegnanti comunichino spesso con i genitori, in modo da svolgere un lavoro a quattro mani che non può essere che benefico per il bambino.

46

Integrarsi in una nuova scuola può risultare particolarmente difficile per un bambino perché si troverà senza più sicurezze: cambierà amici, insegnanti e ricomincerà tutto da capo. Cercate di incoraggiare vostro figlio ad uscire oppure iscrivetelo ad attività extrascolastiche che lo aiuteranno ad integrarsi e a trovare nuovi amici più velocemente.
È fondamentale parlare con vostro figlio delle sue paure e dei suoi sentimenti, chiedergli com'è andata la giornata, invitarlo a confidarsi. Fategli capire che siete lì per lui se avesse bisogno del vostro aiuto o di supporto. Il vostro sostegno morale è molto importante.

Continua la lettura
56

Se notate atteggiamenti strani (come improvvisa aggressività oppure eccessiva remissività) non esitate a rivolgervi ad un insegnante, saprà sicuramente come aiutarvi. Parlategli dei comportamenti di vostro figlio e chiedetegli cosa potete fare per migliorare la situazione. Cercate, comunque, di non preoccuparvi perché nel giro di qualche settimana (o mese al massimo) vostro figlio riuscirà ad integrarsi e il disagio sarà, dunque, soltanto temporaneo. Dategli il tempo di ambientarsi, di farsi nuovi amici, di prendere confidenza con i nuovi insegnanti e tutto andrà per il meglio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Siate tranquilli e rassicuranti
  • Coinvolgete vostro figlio in attività di gruppo
  • Evitate atteggiamenti troppo protettivi o freddi

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

Come rapportarsi al meglio con i propri compagni di classe

La formazione scolastica è una delle cose più importanti nella vita: non ci sono qualità più affascinanti dell'intelligenza e della cultura. Come ben sapete, il percorso scolastico obbligatorio è formato da 13 anni (un ragazzo sarà costretto a frequentare...
Problemi Adolescenziali

Come recuperare un debito formativo

Anche quest'anno scolastico sta volgendo al termine, e per molti è ora di tirare le somme. Lacune più o meno gravi su materie primarie o secondarie, insufficienze per un impegno incostante negli studi, difficoltà nell'apprendere concetti base, sono...
Problemi Adolescenziali

Come farsi accettare da un gruppo

L'adolescenza è uno dei periodi della vita più importanti, durante il quale viene strutturata la personalità dell'individuo. Rappresenta una fase di passaggio tra l'età adolescenziale e quella adulta, in cui si crea il carattere del soggetto. È proprio...
Problemi Adolescenziali

Cosa fare se tuo figlio non vuole studiare

L'educazione da dare ad un figlio è una delle basi dell'essere genitore. Ma allo stesso tempo, un figlio va capito e spronato a raggiungere gli obiettivi più importanti per la sua vita. Certamente uno di questi è lo studio e molto frequentemente può...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con un ex in classe

A volte capita di innamorarsi di una persona e dopo tempo passato insieme l'amore si affievolisce o svanisce del tutto, di conseguenza arriva la rottura. Generalmente, anche se si vive in un piccolo paesino il dover rincontrare, a volte, la propria/o...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con un padre autoritario

Non tutti i genitori sono uguali! Nella coppia c'è sempre chi dei due è un po' più autoritario. In questo caso il soggetto che prenderemo in considerazione è il padre. Non sempre è un fatto negativo avere un padre autoritario, purché questo non...
Problemi Adolescenziali

Come conciliare lo studio e la vita sociale

Non è sempre facile riuscire a conciliare la vita sociale con lo studio, soprattutto con i ritmi forsennati della vita moderna. E’ opportuno però riuscire a dedicare del tempo per entrambe le cose cosi da non rinchiudersi solo nell’una o nell’altra...
Problemi Adolescenziali

Come chiedere di uscire a un ragazzo

La fase dell'adolescenza è molto importante per la maturazione del carattere la crescita personale. In questo periodo bisogna affrontare molte sfide nuove e si è chiamati a fare scelte importanti per il proprio futuro. Alcune volte queste scelte vengono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.