Come interpretare il silenzio del tuo partner

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Si dice sempre che la comunicazione, nella coppia, è importante. Anche il silenzio, però, ha sempre un significato. E spesso, è il più difficile da interpretare. C'è il silenzio che nasconde paura, quello che nasce dall'imbarazzo di non sapere cosa dire o fare, e il silenzio che sottende il bisogno di riservarsi uno spazio personale. Stare in silenzio può essere anche un modo per ritrovare sé stessi. Prima di lasciarti trascinare da conclusioni affrettate, è dunque importante imparare a interpretare, e comprendere, il silenzio del tuo partner. Vediamo insieme come fare, ritrovando la serenità!

26

La prima distinzione da fare, per interpretare correttamente il silenzio del partner, si basa sulla durata della relazione. In una coppia ormai affiatata, il silenzio di uno dei due partner ha significati ben diversi rispetto alla mancanza di comunicazione che può esserci in un rapporto iniziato da poco. La routine e le abitudini consolidate talvolta portano infatti a sottovalutare l'importanza del dialogo quotidiano. Prova a ripercorrere mentalmente l'ultimo periodo, per capire se qualcosa può aver incrinato il vostro rapporto e spinto il tuo partner a chiudersi in sé stesso. In ogni relazione arrivano momenti critici, che ognuna delle due parti affronta in modo personale. Se il tuo compagno è, per sua natura, introverso e poco incline a sbandierare le sue emozioni, rispetta il suo silenzio. Concedergli una pausa, senza assillarlo con mille domande, è il modo migliore per dimostrare comprensione e maturità.

36

Quando il silenzio si accompagna a improvvisi cambiamenti del tuo partner, nel modo di vestire o atteggiarsi con te e con gli altri, è invece il segnale di un mutamento che vale la pena indagare. Se il tuo lui "non è più quello di prima", e il suo silenzio diventa un modo per evitare i contatti, è il momento di chiarire le cose. Trova un momento in cui poter parlare, e spiegagli con chiarezza cosa ti turba del suo silenzio. Chiedendogli altrettanta chiarezza. Mantieni però un tono rispettoso e cerca di trattenerti dal fare insinuazioni e accuse, senza una valida ragione. Se il suo silenzio è sintomo di un momento realmente critico, l'unica strada per salvare la situazione è quella del dialogo.

Continua la lettura
46

Quando invece la relazione con il tuo partner è recente, e non vi conoscete ancora abbastanza da poter interpretare i reciproci comportamenti e modi di fare, il silenzio può significare una necessità di prendere tempo. E capire cosa si vuole dal rapporto. La reazione migliore che puoi avere è quella... Di essere semplicemente te stessa. Dargli la possibilità di conoscere realmente chi ha affianco, con sincerità e spontaneità, permetterà a entrambi di comprendere quanta affinità vi lega. Affrettare le cose sarebbe inutile e controproducente.

56

In conclusione, il silenzio di un partner non è per forza negativo. Per poter interpretare i momenti di distacco è importante valutare anche il contesto in cui si trova la vostra relazione. Se il tuo partner continua a dimostrarsi affettuoso e presente, il suo silenzio è probabilmente una richiesta di spazio. Che merita di essere ascoltata e compresa. In caso contrario, ricorda che difficilmente le crisi avvengono senza segnali premonitori, e il silenzio del tuo partner può diventare l'occasione per analizzare la situazione, con obiettività e un po' di sana introspezione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il silenzio, nella coppia, è importante quanto il dialogo. Rispettare gli spazi altrui è un modo per dimostrare fiducia nella relazione.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vita di Coppia

Coppie: come evitare momenti di silenzio imbarazzanti

Il silenzio nella conversazione: questo momento a volte diventa agghiacciante se non si sa affrontare. Un silenzio imbarazzante si può sviluppare tra coppie ed è una situazione particolare, fonte di preoccupazine se diventa frequente. Alcune persone...
Vita di Coppia

Come capire se il partner sta per lasciarti

Se sei preoccupato che il tuo partner (o coniuge) è alla ricerca di una via d'uscita, devi essere consapevole dei segnali di pericolo. Il tuo partner sicuramente, sarà giunto alla conclusione che tutto è finito, dopo ripetuti periodi di infelicità....
Vita di Coppia

5 segnali che indicano l'insofferenza del partner

Molte volte diamo per scontato che la nostra relazione sia la migliore al mondo, ignorando invece tanti piccoli segnali che potrebbero farci ricredere. Le storie d'amore nascono ricche di buoni propositi, ma alcune con il tempo perdono lo slancio iniziale,...
Vita di Coppia

Come affrontare la separazione dal partner

La fine di un amore è un accadimento che può succedere nella vita di ognuno di noi: se i vari tentativi di ricucire il rapporto con il partner non sono bastati ed al di là dei motivi che hanno determinato questa decisione o di chi ha preso l’iniziativa,...
Vita di Coppia

Come fare se il partner è sesso dipendente

Capita che il partner possa manifestare dei segni evidenti di una vera e proprio sesso-dipendenza. Tale situazione, inizialmente può anche sembrare piacevole per entrambi i partner. A lungo andare però può rivelarsi negativa. Infatti può degenerare...
Vita di Coppia

Come capire se il tuo partner ti tradisce

È bello innamorarsi, trovare l'anima gemella e rimanere fedeli per tutta la vita, ma non sempre fila tutto liscio. Come capire se il tuo partner ti tradisce, cominciare a sospettare potrebbe essere un allarme per intervenire in tempo a difenderci da...
Vita di Coppia

5 modi per stupire il proprio partner

Riuscire a trovare la persona ideale con cui condividere la propria vita non è sicuramente un'impresa semplice ma quando si trova il partner perfetto non bisogna assolutamente rischiare di rovinare tutto per colpa della noia. Dopo anni di vita insieme...
Vita di Coppia

Come capire che il tuo partner non ti ama più

A tutto prima o poi capita nella vita di vivere un rapporto amoroso che da intenso e pieno di energia si trasformi in un qualcosa di spento e privo di emozioni. Se però siamo noi a non amare più, prima o poi lo capiremo e saremo in grado di porre fine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.