Come lavorare con l'ex

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
14

Introduzione

È sempre difficile riprendersi da una relazione lunga che arriva al capolinea ed è necessario molto tempo per ricominciare a vivere davvero, a riuscire a tornare alla vita quotidiana individuale senza tristezze e depressioni e per sapersi gustare la libertà senza sentire l'esigenza che l'ex partner la condivida con noi. Spesso ha bisogno di lui perché ancora innamorati, altre volte per abitudine, ma l'unica soluzione per dimenticare e lasciarsi alle spalle una relazione andata male è chiudere definitivamente, non sentirsi e non vedersi per un po' di tempo. Può capitare, però, che si sia costretti a vedersi ed incontrarsi perché membri di uno stesso ambiente. Questa guida, infatti, vi mostrerà come riuscire a lavorare serenamente con l'ex.

24

Innanzitutto se lavorate insieme da soli, cercate di evitare di ricoprire ruoli in cui siete subordinati a lui o in cui comandate voi: in entrambe le situazioni, infatti, si potrebbe arrivare molto facilmente alla lite, perché non è facile farsi comandare da una persona che un tempo di amava e che ci dava quella dolcezza e quel romanticismo che ormai sembrano scomparsi. Approfittate, piuttosto, delle feste pubbliche per regalale colombe, panettoni, uova o piccoli pensierini che possano far rimanere l'ambiente sereno.

34

Evitate poi di parlare di affari privati durante le ore lavorative, se non volete rischiare che il vostro ex le usi contro di voi e si vendichi alla minima occasione: cercate di mantenere un atteggiamento molto professionale e siate furbi, anticipate le mosse del vostro avversario, senza però farlo indispettire, ricordate che coi tempi che corrono un ex non può essere causa di rottura definitiva anche con un lavoro che avete faticato per ottenere.

Continua la lettura
44

Infine se praticate un mestiere d'equipe come quella medica o d'azienda, allora vi potrebbe risultare più facile riuscire a convivere con una persona che non vi fa piacere vedere, perché c'è minor possibilità che qualcuno dei due ritagli degli spazi di tempo in cui dialogare o confrontarsi direttamente e unicamente con l'altro. Cercate, quindi, di evitare l'ex senza che questo appaia troppo sfacciato e ovvio. Rivolgetevi sempre alla stessa maniera con tutti i componenti dello staff senza fare differenze: può capitare che si sia più legati a qualcuno, ma mostrate la vostra espansività fuori dall'ambiente lavorativo, per non far trapelare il vostro risentimento o la vostra antipatia per di quello che una volta era il vostro amante.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come fare se l'ex marito non versa le spese straordinarie

Di solito, nelle sentenze che sanciscono una separazione o un divorzio, il giudice stabilisce che il genitore a cui sono stati affidati i figli debba comunque contribuire al loro mantenimento. La modalità più utilizzata è quella che prevede il versamento...
Divorzio

Come andare d'accordo con l'ex marito

La fine di un matrimonio rappresenta, sia per l'uomo che per la donna, una fase molto delicata. Potrebbe essere considerata un fallimento e divenire la causa della propria perdita di autostima. In questa guida ti fornirò dei consigli su come andare d'accordo...
Divorzio

Come rinunciare all'assegno di mantenimento

Separarsi dal proprio coniuge non è mai una cosa facile. A volte bisogna anche affrontare percorsi burocratici complessi. Per fortuna non è il caso della rinuncia all'assegno di mantenimento. Ma vediamo insieme cos'è un assegno di mantenimento. È...
Divorzio

Come divorziare senza traumi

Purtroppo l'amore, se non viene coltivato, può finire e anche il matrimonio più felice giungere al capolinea. Non è detto, però, che il divorzio tra due persone debba avvenire in modo violento, litigioso o con rancore. Sempre più spesso, negli ultimi...
Divorzio

Separazione: consigli su come superare i conflitti

Affrontare una separazione non è mai una cosa semplice, soprattutto dal punto di vista emotivo e psicologico. Infatti, il processo di separazione ha sotto questi aspetti molti punti in comune con l'elaborazione di un vero e proprio lutto. Quando un divorzio...
Divorzio

Separazione: come gestirla quando ci sono i figli

Quando una relazione è giunta al capolinea, l'unica e inevitabile strada da percorrere è la separazione. Un momento difficile e di grande sofferenza, in cui rabbia, rancori e risentimenti possono prendere il sopravvento. Ad ogni modo, la separazione...
Divorzio

La separazione giudiziale: come funziona

Bisogna premettere che la separazione giudiziale funziona come un semplice allontanamento dei coniugi, in cui essi non pongono fine al matrimonio, né viene meno lo stato civile di “coniugato”. Pertanto, gli effetti che determina la separazione incidono...
Divorzio

Divorzio: come lasciarsi senza rancore

Divorzio: come lasciarsi senza rancore. La situazione non è semplice e neanche facile da realizzare, in quanto rancori tra le parti e ripicche sono all'ordine del giorno. Ma se le parti in scontro parlano chiaramente e senza incolparsi l'uno con l'altro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.