Come mantenere buoni rapporti con l'ex coniuge

Di: A. R.s.v.
Tramite: O2O 17/06/2015
Difficoltà: media
16
Introduzione

Mantenere un buon rapporto con l'ex marito o l'ex moglie certamente non è facile. Purtroppo, si tratta di situazione più comune di quanto vorremmo sperare. Il matrimonio è finito e adesso arriva la parte più complessa. Gestire eventuali beni materiali e immobili in comune, per non parlare della delicatissima questione dei figli. Portare avanti rapporti civili, sensati e costruttivi con l'ex coniuge, per quanto difficile, diventa un imperativo.
La buona notizia è che è meno difficile di quel che si potrebbe pensare. Difficile appunto, ma non impossibile. Come fare? Imparare a razionalizzare le emozioni, soprattutto quelle negative, è il primo passo verso la costruzione di un rapporto di civiltà e, soprattutto, buon senso.

26
Occorrente
  • Buon senso
  • Pazienza
  • Rispetto
  • Calma
  • Intelligenza
  • Affetto
36

Tenete le emozioni sotto controllo

Per quanto possa suonare strano, è fondamentale tenere le emozioni sotto controllo. Ben chiuse nel cassetto dei ricordi.
I motivi del termine di una relazione possono essere variegati, che sia "fresca" o già ben assimilata, che sia stata colpa dell'uno e dell'altra o di entrambi. È importante accettare la situazione così com'è (vedi anche passo 3). Nostalgia, malinconia, provare risentimento e sentire la mancanza verso l'ex coniuge non sarà costruttivo nel mantenere un rapporto civile, perché queste sensazioni, se lasciate libere, finiranno col creare ulteriore tensione.

46

Rispettate gli spazi

Una relazione conclusa da poco proietta nuovamente entrambe le persone coinvolte in una dimensione conosciuta ma allo stesso tempo nuova. Si acquisiscono una ritrovata libertà, spazi e indipendenza, in parte mentale e in parte sentimentale. Ecco, rispettate gli spazi. Non siate invadenti. Quando una relazione finisce, è normale provare ancora curiosità o gelosia nei confronti degli interessi e degli impegni dell'ex coniuge. È fondamentale rispettare gli spazi e non fare troppe domande che servirebbero solamente ad inasprire gli animi.

Continua la lettura
56

Siate realisti

Questa è forse la parte più difficile, si fa sempre fatica ad accettare situazioni diverse da quelle che vorremmo e soprattutto da quelle che ci eravamo promessi o che sognavamo. Ma rimanere realisti è anche la più parte importante del rapporto tra ex coniugi. Compagni di vita che adesso si trovano con un futuro separato, ma sempre intrecciato. Sembra retorico ma non lo è, la vita è fatta di alti e bassi e le cose accadono. Il fatto che la relazione sia finita non significa né che fosse sbagliata, né che il mondo stia per cadere. Niente illusioni, niente piani, niente periodi ipotetici. La fine della relazione non è un fallimento. Per quanto sia dura da accettare, queste cose accadono.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come lavorare con l'ex

È sempre difficile riprendersi da una relazione lunga che arriva al capolinea ed è necessario molto tempo per ricominciare a vivere davvero, a riuscire a tornare alla vita quotidiana individuale senza tristezze e depressioni e per sapersi gustare la...
Divorzio

Come andare d'accordo con l'ex marito

La fine di un matrimonio rappresenta, sia per l'uomo che per la donna, una fase molto delicata. Potrebbe essere considerata un fallimento e divenire la causa della propria perdita di autostima. In questa guida ti fornirò dei consigli su come andare d'accordo...
Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
Divorzio

Separazione e figli adolescenti

Quando una coppia decide di attuare una separazione a soffrirne sono, oltre ai coniugi stessi, i figli. In particolar modo, se questi sono adolescenti, alcune reazioni al trauma potrebbero essere accentuate a causa del difficile periodo che stanno passando....
Divorzio

Comunione dei beni ed eredità

La riforma del diritto di famiglia disposta il 19 maggio del 1975 aggiorna la precedente legge "Delle persone e delle famiglie" redatta per la prima volta nel 1942 e regola definitivamente ogni aspetto patrimoniale nei rapporti tra i singoli componenti...
Divorzio

Come opporsi a una richiesta di divorzio

La legge italiana prevede che il divorzio possa essere richiesto dai coniugi sia di comune accordo che separatamente. In quest'ultimo caso, è uno dei due che chiede il divorzio all'altro. Se si verifica questa situazione il coniuge che subisce la decisione...
Divorzio

Separazione dei beni e morte di uno dei coniugi

Al momento delle nozze o successivamente con un atto notarile da annotare a margine dell’atto di matrimonio, i coniugi possono pattuire espressamente un regime di separazione dei beni. Così facendo non ricadrebbero più nell'automatica comunione legale,...
Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento dei figli

In questi ultimi anni stanno aumentando esponenzialmente le separazioni e i divorzi, ponendo in primo piano la questione riguardante il mantenimento dei figli. La Costituzione sostiene che i genitori hanno l'obbligo di mantenere ed educare i figlia, minorenni...