Come mettere a tacere le malelingue

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Capita molto spesso di sentirsi attaccati dalle persone e di conseguenza sentirsi vittime di malelingue a causa di atteggiamenti offensivi, talvolta anche senza alcun motivo o senza aver commesso alcun errore o affronto nei confronti del prossimo. Si tratta di una situazione molto comune, sicuramente non piacevole e particolarmente fastidiosa che molto spesso può anche intaccare la propria quotidianità in quanto non ci si sente liberi nelle proprie azioni sapendo che, alle proprie spalle, possono scattare sin da subito commenti offensivi. In tal caso è fondamentale non farsi prendere dalla rabbia e dall'istinto, e riflettere attentamente per affrontare il tutto nel modo giusto. Vediamo quindi come mettere a tacere le malelingue.

26

Occorrente

  • Sicurezza in se stessi
  • Calma
  • Chiarezza
  • Amici fidati
36

Come prima cosa, è necessario che vi consultiate con i vostri amici più intimi e le persone fidate. Metteteli al corrente della situazione e spiegate loro i fatti. Se vi vogliono davvero bene, saranno al vostro fianco e saranno i primi a contrastare questa fastidiosa situazione facendo in modo che i pettegolezzi non si divulghino maggiormente. Anche nel caso in cui i pettegolezzi fossero reali, dei buoni amici saranno sempre pronti a farvi da spalla e cercheranno in tutti i modi di sminuire le malelingue.

46

Un buon modo per mettere a tacere le malelingue è quello di fare chiarezza. Dunque, se sapete chi è la persona responsabile della diffusione dei pettegolezzi, appena capiterà la giusta occasione, affrontatela con la dovuta calma. Cercate quindi di avere un confronto del tutto pacato ed esprimete la vostra opinione a riguardo. Dite chiaramente che non apprezzate il pettegolezzo che sta diffondendo su di voi e cercate di capire se si fosse trattato semplicemente di un amico che si è lasciato sfuggire per sbaglio il vostro segreto. In tal caso, potreste risolvere la questione in maniera pacifica. Invece, nel caso in cui la persona dovesse negare il tutto o affrontarvi maniera furiosa, allora evitate di perdere del tempo ed ignoratela.

Continua la lettura
56

Il modo migliore per mettere a tacere le malelingue è restare se stessi. È fondamentale che i pettegolezzi non incidano sul proprio modo di essere, sulle proprie azioni o sulla propria quotidianità. In questo modo si darebbe ulteriore soddisfazione alle malelingue. Evitate quindi di chiudervi in voi stessi e cercate sempre di affrontare il tutto in maniera superiore, a testa alta; non lasciate che le voci cambino la vostra personalità. Ricordate che nessuno, al di fuori di se stessi può conoscere perfettamente la propria personalità.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non ritraetevi in voi stessi e non fatevi influenzare dalle voci di corridoio
  • Abbiate sempre considerazione di voi stessi
  • Non date troppa importanza alle malelingue, talvolta è meglio lasciar correre

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amicizia

10 modi per riconoscere una vera amica

La vera amicizia non conosce ostacoli. Il tempo e lo spazio, l'invidia e la gelosia non potranno mai separarti dalla tua migliore amica. È anche vero, però, che "Chi trova un amico, trova un tesoro" e che le peggiori delusioni provengono dalle persone...
Amicizia

Come vivere al meglio la convivenza universitaria

I cinque anni delle scuola secondaria di secondo grado sono terminati ed arriva il momento di accedere all'università. Mentre alle superiori era relativamente comodo recarsi a scuola con i mezzi pubblici, all'università può essere d'obbligo trovare...
Amicizia

Come non dipendere dagli altri

I rapporti perfetti sono quelli che si fondano sull'equilibrio tra il "dare" e l'"avere" e sul rispetto dell'altra persona. Non di rado però, in amore come nelle amicizie, accade invece di rimanere "intrappolati" in rapporti non equilibrati e per questo...
Amicizia

10 cose da non dire mai a un'amica

Il rapporto di amicizia è un dono molto importante che va tutelato e mantenuto con cura ed affetto. Molto spesso anche grandi rapporti possono essere rovinati da piccoli gesti o parole che possono essere pronunciati di getto senza riflettere, compromettendo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.