Come non dipendere dal partner

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei segreti per una relazione stabile e serena consiste nell'essere indipendente dal partner. Noi donne, da sempre abituate ad accudire, siamo predisposte a dipendere dagli altri: è un retaggio culturale che ci portiamo dietro e di cui dobbiamo liberarci. Il rischio della dipendenza dal partner è sempre in agguato, fin dagli inizi di una storia, quando si tende a stare molto tempo insieme per conoscersi, annullando qualsiasi altra attività che distragga dal compagno. Le uscite con le amiche si diradano, i parenti si chiedono che fine abbiamo fatto, le serate mondane diminuiscono perché si è troppo prese dal costruire l'intimità con il partner. Il rischio è di puntare tutto su una persona che poi, come spesso accade, un giorno potrebbe decidere di fare a meno di noi.

26

Occorrente

  • Molta autostima
  • Indipendenza economica
36

La dipendenza dal partner trova terreno fertile in un carattere debole e nella mancanza di autostima. Si arriva a pensare che il nostro stare bene e la sicurezza siano condizionate dalla presenza o meno di una sola persona, sulla quale convogliare disagi e insicurezze. La relazione amorosa diventa così una "gabbia dorata" in cui può essere comodo stare, ma dalla quale è difficile uscire perché si è convinte che il partner incarna tutto ciò di cui abbiamo bisogno. E invece, paradossalmente, possiamo dire di amare veramente una persona solo quando non abbiamo bisogno di lei.

46

Una relazione in cui i due partner dipendono l'uno dall'altra è di sicuro malata, fragile ed esposta a mille difficoltà. Se l'obiettivo di una coppia che sta insieme in genere è condividere e progettare il futuro sia individualmente che come "nucleo familiare", la dipendenza mina le fondamenta del rapporto rendendolo poco maturo. Una persona che si appoggia continuamente all'altro non è ancora cresciuta, ha bisogno di fare esperienza come individuo senza che il partner interferisca con le scelte e le decisioni che prende. Solo dopo aver completato un percorso individuale di crescita e consapevolezza delle proprie capacità sarà possibile costruire una relazione amorosa in cui la coppia abbia il giusto equilibrio tra lo stare insieme ed essere individui indipendenti.

Continua la lettura
56

L'errore principale in cui si rischia di cadere all'inizio del rapporto è di uniformarsi ai gusti e alle esigenze del partner per capirlo di più ed assomigliargli. Niente di più sbagliato: due persone che si mettono insieme sono entità diverse che spesso hanno pochissimo in comune. È vero che bisogna scoprire e valorizzare ciò che accomuna, ma senza forzature. A complicare le cose si mette anche la tecnologia. Quante coppie condividono la password dei social network per controllarsi a vicenda? Se una donna acconsente a questo, di sicuro è succube del partner e non ha la forza di dirgli di no. E poi, se volete che la relazione duri nel tempo, costruitevi un'indipendenza economica, un gruzzolo da parte tutto per voi e per gli sfizi che vorrete concedervi! In questo modo vi sentirete più libere di dire quel che pensate, anche quando le cose non vanno bene.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' importante creare spazi individuali in cui il partner non può entrare: l'ideale sarebbe una camera in casa in cui stare quando si vuole "lasciare fuori il mondo".
  • Imparare a dire no è fondamentale anche in una relazione d'amore, a costo di provocare dispiacere nel partner. Se è innamorato, capirà le nostre esigenze.
  • Costruire la propria indipendenza economica è il primo passo per liberarsi dalla dipendenza nei confronti del partner, quindi un lavoro è quello che ci vuole per uscire da questo stato psicologico.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amore

Come scoprire se il partner mente

Quando si ha una relazione d'amore, si conoscono sia pregi che difetti dell'altra persona, ma è soprattutto la donna, che ha una sensibilità maggiore, a capire quando qualcosa nella storia non va. Il sesto senso di una donna non sbaglia mai, e quasi...
Amore

Come farsi perdonare dal partner

In una relazione d'amore capita spesso di litigare. I motivi possono essere molto vari, ma non esiste una relazione che possa essere definita tale, che non sperimenti qualche lite di tanto in tanto. Come dice un famoso detto :"l'amore non è bello se...
Amore

Come superare il distacco dal partner

Gli psicologi relazionali sostengono che la fine di una relazione si possa paragonare ad un lutto. Ogni storia d'amore fa un percorso a sè, impossibile generalizzare. I sentimenti sono ciò che di più complicato c'è al mondo. Quando una relazione finisce,...
Amore

Come gestire un partner attaccato alla mamma

Ogni donna è gelosa del proprio uomo e non vorrebbe mai condividerlo con nessuno. Se poi il partner è attaccato alla propria mamma, la questione diventa ancora più problematica. Ed ecco che ci si ritrova a dover gestire i così detti uomini "mammoni"....
Amore

Come gestire un partner molto corteggiato

Il momento tanto sperato è arrivato. Finalmente siete riuscite a fare breccia nel suo cuore. Solo questo basterebbe a farvi toccare il cielo con un dito eppure già da ora due nuvole nere minacciano il vostro idillio: gelosia e insicurezza. Lui, infatti,...
Amore

10 cose da fare con il partner in caso di noia

La noia è uno stato di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un'attività sostenuta da stimoli che si recepiscono come ripetitivi o monotoni o, comunque, contrari a quelli che si reputano...
Amore

Vantaggi e svantaggi di essere single

Si dice che essere single sia sinonimo di libertà assoluta, di autonomia e di indipendenza, ma è davvero sempre così? Molti single, in realtà, decidono loro stessi di restare da soli, per la vita o per un lungo periodo di tempo, magari dopo aver ricevuto...
Amore

I 10 segnali per capire se ti ama ancora

Mantenere un rapporto di coppia stabile e duraturo nel tempo non è sempre un'impresa facile, soprattutto quando si tratta di una relazione che va avanti da molto. All'inizio di un rapporto, si sa, tutto è più emozionante, le novità sono tante e si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.