Come ottenere l'affidamento di un figlio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando il legame d'amore tra due persone si spezza, inevitabilmente chi ne va di mezzo sono i figli. Se questi sono minori d'età, tutto si complica, e non sempre si riesce a vedere con la giusta serenità ciò che è meglio per loro, e ira, risentimento e voglia di vendetta prendono spesso il sopravvento. Decidere a chi dei due genitori concedere l'affidamento non è sempre agevole, ma per fortuna, nel nostro ordinamento vige la legge secondo cui l'affidamento congiunto dei genitori costituisce la regola, mentre l'affidamento esclusivo rappresenta l'eccezione. I motivi per i quali si può ottenere l'affidamento di un figlio sono vari, ma devono rispondere a requisiti ben precisi. Ma vediamo nel dettaglio come ottenere l'affidamento di un figlio.

25

Le norme sull'affidamento dei minori sono regolate dagli articoli 155 e successivi del Codice Civile. La legge n.54 dell'8 febbraio 2006 stabilisce che la norma, in una situazione di separazione, sia da individuare in una custodia congiunta dei figli a entrambi i genitori mentre l'affidamento esclusivo si colloca come un caso limite, qualora sussistano elementi pregiudizievoli nei confronti di uno dei genitori. La legislazione non regola specificatamente i casi nei quali debba essere disposto l'affido esclusivo dunque, fermo restando che il giudice opera affinché siano garantite al minore le migliori condizioni in cui potere crescere ed essere educato, sulla base dei precedenti casi giudiziari, possiamo in linea di massima individuare delle ipotesi generiche nelle quali si predilige l'affidamento esclusivo.

35

Tra queste troviamo carenze affettive e di interesse del genitore nei confronti del figlio (anche il mancato versamento dell'assegno di mantenimento può rappresentare causa di valutazione negativa), irreperibilità, cattivo esempio di educazione (l'assunzione di sostanze stupefacenti, per esempio), violenza sui figli o sull'altro genitore in presenza di questi, la mancata rivendicazione del diritto di potestà genitoriale per assenza o la non costituzione nel giudizio o comunque la mancata richiesta di affidamento congiunto. Si tratta di situazioni limite seppure purtroppo ancora molto frequenti che spingono il giudice a decidere di affidare il minore in via esclusiva a un solo genitore in quanto l'affidamento congiunto potrebbe causare disturbi a un'armoniosa crescita del figlio. La custodia esclusiva può essere inoltre disposta sulla base della testimonianza del figlio che, ascoltato dal giudice, riesca a motivare la sua volontà di essere affidato a un solo genitore. L'affido al singolo genitore avviene anche (come recita l'ex art 342 bis c. C) "quando la condotta è causa di grave pregiudizio all'integrità fisica o morale o alla libertà del minore". La legge punisce, però, i genitori che chiedano l'affidamento esclusivo quale via vendicativa nei confronti dell'altro genitore senza riuscire a motivare adeguatamente tale richiesta; qualora il giudice ritenga la richiesta palesemente infondata potrebbe anche valutare se estromettere quel genitore dall'affidamento o decidere di condannarlo al risarcimento del danno.

Continua la lettura
45

In conclusione, possiamo dire che al di fuori dei casi visti prima, ottenere l'affidamento esclusivo di un figlio è quasi impossibile, salvaguardando in questo modo il diritto di ogni bambino/a a crescere ed essere educato da entrambi i genitori, senza relegare uno di essi ad un ruolo del tutto marginale, ovvero di quello che ha unicamente il dovere di corrispondere l'assegno di mantenimento e poter vedere il proprio figlio solo per qualche giorno al mese.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Essere meno egoisti e pensare esclusivamente al bene dei propri figli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Affidamento congiunto e condiviso

Negli ultimi anni il numero di separazioni sta diventando sempre maggiore. Il termine del matrimonio spesso rappresenta un grande problema quando ci sono dei figli all'interno della coppia che sta procedendo con le pratiche di separazione. L'affidamento...
Divorzio

Come modificare le condizioni di separazione

Le condizioni contenute nella sentenza di separazione o in un provvedimento di omologazione della separazione consensuale o ancora in un provvedimento che già in precedenza aveva modificato le condizioni, possono essere, in ogni momento, per giustificati...
Divorzio

Come divorziare senza traumi

Purtroppo l'amore, se non viene coltivato, può finire e anche il matrimonio più felice giungere al capolinea. Non è detto, però, che il divorzio tra due persone debba avvenire in modo violento, litigioso o con rancore. Sempre più spesso, negli ultimi...
Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
Divorzio

Come gestire l'educazione dei figli da separati

Le famiglie allargate non sempre rappresentano un problema per i bambini, anzi: se gestite bene, sono una vera e propria occasione di crescita e condivisione. Il fatto che il fenomeno sia in aumento, poi, fa sì che i piccoli di casa vivano la loro situazione...
Divorzio

Divorzio congiunto e divorzio giudiziale

Il divorzio comporta il completo scioglimento dei vincoli e degli effetti civili di un contratto matrimoniale. Ma quale iter bisogna seguire per ottenerlo? In questa guida, ve ne illustreremo la corretta procedura legale. Potrete, così, gestire la situazione...
Divorzio

La separazione giudiziale: come funziona

Bisogna premettere che la separazione giudiziale funziona come un semplice allontanamento dei coniugi, in cui essi non pongono fine al matrimonio, né viene meno lo stato civile di “coniugato”. Pertanto, gli effetti che determina la separazione incidono...
Divorzio

Divorzio senza avvocato: è possibile?

L'argomento della separazione tra coniugi è sempre stato di grande attualità recentemente poi, con l'approvazione della legge sul divorzio breve, ha ricevuto un'ulteriore cassa di risonanza. Questi clamori hanno alimentato vecchie e nuove domande; la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.