Come parlare con un adolescente

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'adolescenza rappresenta il periodo più delicato all'interno delle vita di ogni ragazzo e ragazza; è questa la fascia d'età in cui si creano le opinoni e si sviluppa una propria e personale visione del mondo. Spesso il desiderio di costruire ed affermare la propria individualità, si scontra con le visioni dei familiari dando origine ai classici "scontri generazionali". Nella guida che segue cercheremo di fornire alcuni semplici consigli su come parlare ad un adolescente, sia esso maschio che femmina, in modo tale da non farlo allontanare dai propri genitori.

26

Occorrente

  • Figli adolescenti
36

Cominciamo parlando dei 14 anni ossia il periodo in cui vostro figlio/a inizierà ad interessarsi in modo marcato alle relazioni sentimentali tanto da perdere intere giornate a "chattare" su internet oppure via smartphone trascurando lo studio ed eventuali piccole responsabilità domestiche. In questo caso la soluzione migliore è parlare e condividere le vostre esperienze affinché vostro figlio/a vi veda e vi senta del tutto simile a lui/lei con gli stessi problemi e conflitti. Dimostratevi sempre, malgrado lo stress e gli impegni lavorativi, interessati a quanto i vostri ragazzi vogliono comunicarvi; non è semplice interagire con un adolescente e quanto è quest'ultimo a venire da voi non potrete in nessun modo perdere un'occasione rara e preziosa.

46

Verso i 16 anni le richieste dei ragazzi inizieranno a farsi più pressanti soprattutto per quanto concerna la sfera delle "libertà personali". È un periodo della vita in cui i giovani si sentono forti e vorrebbero "esplorare" il mondo da soli, spesso animati da un forte desiderio di ribellione ed "anticonformista". Il tutto è normale purché non si perda mai di vista il rispetto per le figure genitoriali di riferimento. In questo periodo per i genitori l'equilibrio da raggiungere è più che mai delicato: dovranno dialogare da "amici" ed agire da mamma e papà pretendendo il rispetto di comuni regole di convivenza domestica. Ugualmente importante è rassicurare le ragazze, che spesso sperimentano con ansie e dolori le prime delusioni amorose e si sentono particolarmente insicure rispetto al loro aspetto fisico ma anche i maschi che, vuoi per la mancata integrazione all'interno del gruppo, vuoi per i primi "no" devono essere ugualmente compresi e confortati.

Continua la lettura
56

Eccoci arrivati ai famigerati 18 anni, l'età tanto attesa da ogni giovane poiché con la famosa "patente" il mito dell'indipendenza sembra avverarsi. È una fase delicatissima poiché i ragazzi dovranno prendere decisioni fondamentali che condizioneranno il loro futuro lavorativo e formativo. Genitori e parenti avranno un ruolo cruciale nel capire ed "incanalare" attitudini personali dei giovani ed aiutarli quanto più possibile ad affermarsi come persone nella società del domani. Se i ragazzi dimostrano eccessiva immaturità o scarso senso di responsabilità sarà questo il momento per spingerli a "crescere", viceversa se risultassero eccessivamente ansioni, preoccupati o iper-esigenti con se stessi dovrete infondere tranquillità e "certezze". Fate in modo che vostro figlio/a si ponga degli obiettivi di vita e s'impegni quanto più possibile per raggiungerli; certo/a di avervi sempre al suo fianco e pronto a sostenerlo/a nelle scelte importanti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Siate sempre coerenti nelle vostre prese di posizione

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come parlare a tua madre di sesso

Il dialogo in una famiglia è molto importante, anche se a volte di sono degli argomenti molto difficili da affrontare. Infatti spesso prevale la timidezza, sopratutto quando si tratta di cose molto intime. Ma non bisogna sottovalutare l'importanza del...
Famiglia

Come comunicare con un figlio adolescente

L'adolescenza si sa, è un periodo particolare e difficile. Ogni giovane, comincia a costruire la propria identità; si trova ad affrontare grandi trasformazioni sia dentro che fuori; una fase di maturazione che indubbiamente può destabilizzare il giovane...
Famiglia

Come farsi rispettare dai figli

Siamo in un momento storico in cui l'obbedienza gode di cattiva fama, nel senso che nessuno sembra essere disposto a voler rinunciare a nulla per compiacere qualcun altro, e spesso i figli non si sottraggono affatto a questo comportamento. Probabilmente,...
Famiglia

Cosa dire a tuo figlio in merito all'amore

È inevitabile, non ci si può sottrarre: ogni genitore è consapevole che, prima o poi, i propri figli crescano e, dall'essere piccoli e indifesi frugoletti da tenere tra le braccia, diventino dei veri e propri individui, forti nella loro personalità...
Famiglia

Come stabilire le punizioni ad un figlio

Insegnare ad un figlio le conseguenze di un comportamento negativo è uno dei compiti più importanti di un genitore. Gli atteggiamenti dettati dall'impulso risultano sempre controproducenti. Quindi, quando si deve stabilire una punizione ad un figlio...
Famiglia

Idee regalo per la Cresima

La cresima è uno dei sette sacramenti della Chiesa Cattolica. Celebrata dal sacerdote, rappresenta la maturità di un individuo che viene unto con lo Spirito Santo, e che diventa membro a pieno titolo della Chiesa. Può essere celebrata ad ogni età,...
Famiglia

Come dimostrare l'affetto ai figli

Dimostrare il proprio affetto ai figli è un passaggio naturale e necessario del rapporto genitoriale: ci si confronta con una nuova generazione e con questa si instaura un legame fatto di scambi, crescita, protezione o in alcuni casi, soprattutto in...
Famiglia

Come stabilire un rapporto di complicità tra madre e figlio

Se siete la madre di un figlio adolescente, o lo state vedendo crescere sotto i vostri occhi, nutrite senza dubbio la speranza di stabilire con lui (o con lei) un rapporto di complicità. Che lo faccia sentire libero di comunicarvi tutto quello che lo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.