Come resistere alla tentazione di chiamare l'ex

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

"La/lo chiamo o non la chiamo?" La fine di un rapporto amoroso, a prescindere da chi sia il principale colpevole della rottura, è sempre un momento estremamente doloroso. Lo è per entrambi ma, probabilmente, il dolore risulta maggiore per chi è stato lasciato. Subentrano i dubbi, i sensi di colpa, la voglia di non lasciare nulla di intentato per provare a recuperare il rapporto. Se si è già giunti alla rottura, però, è segno che probabilmente la situazione è ormai irreparabilmente compromessa. Vi forniremo dunque alcuni pratici consigli su come resistere alla tentazione di chiamare l'ex, per evitare di farsi ulteriormente del male.

27

Occorrente

  • molta costanza
  • ottimismo
37

La prima cosa da fare per "digerire" in maniera relativamente indolore la rottura di un rapporto, è gestire il cambiamento, riprendendo in mano le redini della propria vita. È inevitabile che venga meno la consolidata routine quotidiana che condividevate, magari anche da parecchio tempo, con il partner; occorre dunque abituarsi quanto prima a dei ritmi tutti nuovi. Nei primi tempi, vi saranno dei momenti della giornata in cui l'assenza si farà sentire maggiormente; sono proprio quelli i frangenti più insidiosi, quelli in cui diventa più forte la tentazione di alzare il telefono e comporre il suo numero, specialmente se eravate abituati a sentirvi telefonicamente anche più volte nell'arco di una giornata.

47

Nessuno ha mai detto che resistere alla tentazione di chiamare l'ex sia cosa facile; però, non è neanche la mission impossible che può sembrarvi inizialmente. Il segreto è quello di impartirsi, da subito, regole ben precise e, se è il caso, anche ferree; portandole avanti con perseveranza e dignità, anche nei momenti più critici della giornata. La prima cosa da fare è cancellare dalla rubrica tutti i numeri telefonici riconducibili all'ex: il numero personale, quello del lavoro, quello di casa sua, etc. Il modo migliore per resistere alle tentazioni, infatti, è quello di eliminarle direttamente.

Continua la lettura
57

Superata la tentazione di chiamare voi l'ex, il secondo compito da mettere in pratica è quello di non soccombere al controllo compulsivo e maniacale del cellulare, in attesa di ricevere una chiamata o un messaggio che, probabilmente, non giungeranno mai. Cercate di tenere il telefonino il più distante possibile da voi, nel momento in cui non lo state adoperando. È questo un primo rimedio per resistere alla smania delle continue occhiate furtive al display. Ancora meglio: prima di cancellare i numeri dell'ex dalla vostra rubrica, filtrateli. Inseriteli nella specifica black list del vostro cellulare, in modo tale che inibisca a prescindere tutti gli eventuali contatti che potrebbero giungere da tali numeri. Tanto lo sapete anche voi, nel profondo, che non vi cercherà. Per lo meno, in tal modo, eliminate di coltivare speranze vane.

67

Un altra motivazione che può distogliervi dalla voglia di chiamare, è riprendere a coltivare vecchi interessi trascurati, oppure intraprenderne di nuovi: uscire con gli amici, andare in palestra o a correre, frequentare corsi ecc. Tutte situazioni che, oltre che rappresentare una distrazione mentale, agevolano anche la possibilità di fare nuovi incontri. Per quanto possa apparire cinico da dirsi, la regola del chiodo scaccia chiodo funziona sempre. Il modo migliore per dimenticare l'ex rapidamente, è sempre quello di conoscere nuove persone interessanti. Circondarsi di gente positiva è essenziale, per non scivolare nella depressione che può essere altrimenti, conseguenza diretta dell'abbandono da parte dell'ex.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando un rapporto finisce, potrebbe essere un problema tornare alla normalità quello che conta è avere la costanza di non cedere alle tentazioni.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Amore

Come uscire dalla friendzone in maniera efficace

Friendzone, cerchiamo di capire perché un ragazzo o una ragazza spesso e volentieri, senza volerlo, ci finiscono dentro. Innanzitutto c'è da precisare che in effetti la friendzone è una cosa che non esiste. Non sta ne in cielo ne in terra, ma è soltanto...
Matrimonio

Come realizzare un buffet di dolci al vostro matrimonio

Che sia un matrimonio con un ricevimento organizzato a casa degli sposi o in una location ad hoc, sempre più sposi scelgono di abbinare un buffet di dolci alla torta nuziale. Il buffet di dolci va preso in grande considerazione. Per ben organizzarlo...
Amore

10 regole d'oro in amore

Esistono regole in amore? A guardare quei manuali di seduzione rigidi e un po' tristi verrebbe da pensare di no, ma è altrettanto vero che ci sono alcune leggi non scritte da tenere sempre presenti per coltivare una storia d'amore appassionante giorno...
Amore

10 motivi per cui una donna lascia

Siamo stati abituati al prototipo dell'uomo che lascia. Tantissime sono le storie, gli articoli, i consigli, i libri incentrati su come superare il trauma della separazione e curare il cuore spezzato delle donne. Ma quando è lei a lasciare? Quando il...
Amore

5 motivi per cui non restare amica del tuo ex

Quando si decide di lasciare il proprio fidanzato non è mai una scelta facile da prendere. Tantissimi sono i pensieri che affollano la mente, i ricordi che riaffiorano e a volte fanno anche un po' male, a prescindere da colpe, torti e tradimenti. Una...
Vita di Coppia

Come imparare ad accettare il passato del proprio partner

La paura del passato del partner, si chiama tecnicamente "gelosia retroattiva", ed è una cosa di cui tutti, all'interno di una coppia, soffrono almeno un po'. Ma un conto è imparare ad accettare serenamente il passato del proprio partner ed identificare...
Amore

Come conquistare un ragazzo fidanzato

Hai perso la testa e/o sei sessualmente attratta da un ragazzo fidanzato? Pensi che conquistare quel ragazzo sia impossibile? Hai due possibilità: fantasticare oppure agire. Come dice il proverbio "In amore e in guerra tutto è lecito". Quindi non farti...
Amore

5 motivi per evitare di rivedere il proprio ex

Devi tatuartelo dove puoi vederlo bene: ex non è sinonimo di amico. La storia è finita, i motivi c'erano ed erano seri. Bello mantenere buoni rapporti ed essere amata da tutti, però il rischio è quello di restare intrappolati nel passato. L'ex ci...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.