Come rinascere dopo una separazione

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Una separazione è sempre un avvenimento doloroso, da diversi punti di vista, e comporta una serie di emozioni e sensazioni che difficilmente si dimenticano. Tuttavia è bene essere preparati ad affrontare con serenità anche i momenti più difficili per poter reagire al meglio. Conosci il detto "Morto un papa se ne fa un altro"? Detta citazione richiama, seppur parzialmente, il titolo della seguente guida, poiché specie quando si subisce una separazione, è come se morisse una parte di noi. Difatti si allontana irrimediabilmente una persona con la quale si è vissuto a lungo insieme, condividendo tante esperienze ed emozioni. Specie riflettendo sul fatto che le emozioni sono niente se non vengono condivise, allora è evidente quanto importante sia reagire ad una eventualità che inevitabilmente potrebbe manifestarsi nella vita di ciascuno di noi. Nella seguente articolo vediamo come rinascere dopo una separazione, per reagire al meglio ed essere più forti di prima.

27

Occorrente

  • Forza d'animo;
  • Hobby;
  • Persone care che vi stiano vicino.
37

Parlando di separazione, è luogo comune pensare al termine di una relazione sentimentale come una convivenza, un matrimonio o più in generale un unione fra una donna ed un uomo. In realtà una separazione può verificarsi anche fra soggetti dello stesso sesso come fra amici o tra figlio e genitori. Indipendentemente dalla sua natura e dalle cause che la generano, una separazione comporta pressoché sempre un periodo duro, anche doloroso, che deve essere affrontato in maniera opportuna per risollevarsi bene e raggiungere un'agognata rinascita, ed uscirne più forti di prima.

47

Nel momento in cui si prende atto della separazione, non bisogna lasciarsi prendere dallo sconforto anche se è bene vivere opportunamente questa fase poco piacevole. Bisogna accettare la situazione. Questa fase ha una durata molto variabile, a seconda delle caratteristiche di ognuno di noi, nonché delle esperienze di vita pregresse: non esistono regole prefissate da seguire o parole magiche da formulare, ma è necessario trovare la forza interiore per rinascere. La fase seguente è quella del riordino: quasi come si fa con le pulizie di primavera, è necessario riordinare le abitudini e le consuetudini della vita quotidiana, che inevitabilmente saranno diverse. Una separazione spesso comporta la perdita di abitudini di vita quasi automatiche. Tenersi occupati e modificare la routine è un aspetto incredibilmente rilevante per tenere la mente occupata e distrarsi da tutto ciò che possa ricordare chi ora non c'è più. Magari usate un'agenda e pianificate attentamente su carta tutte le vostre attività per non pensare al passato in questa fase della vostra vita.

Continua la lettura
57

La fase successiva è quella della ripresa: consolidata la situazione presente dovete riappropriarvi della vostra vita, come fosse appunto una rinascita. Questa, però, non dovrà sorgere per forza dalla ceneri della vita passata, ma dovrà posizionarsi in una sorta di vita parallela. La vita trascorsa vi appartiene e dovrà essere evocata tramite ricordi, pensieri, immagini: da essa avrete certamente imparato tantissime cose. Questa esperienza non va sprecata anzi deve essere sfruttata nella vita presente e nell'avvenire. Ecco allora che in questo percorso assumono un ruolo importantissimo i vecchi amici, le vecchie conoscenze che vi legano al passato e possono essere il punto di riferimento che vi aiuti a proiettarvi verso nuovi orizzonti. Il vostro compito sarà quello di riuscire nel districarsi in questo connubio, senza perdere di vista gli interessi, gli hobby, le passioni e soprattutto le emozioni e le gioie che regala la vita.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Tenersi distratti è molto importante per far si che le vecchie abitudini portino a pensare alla persona che non c'è più
  • Se avvertite la necessità di sfogarvi, fatelo appieno, ma fate in modo che questa fase abbia una durata ben definita perché può affossare la vostra forza d'animo che vi consente di risorgere.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Matrimonio

Matrimonio: i doveri coniugali

Il matrimonio, oltre ad essere un legame basato sull'amore e sulla creazione di una famiglia, è un patto basato su dei doveri reciproci. Il non rispetto di questi doveri può portare non solo alla rottura della coppia ma anche all'addebito per colpa...
Matrimonio

Come lasciare la moglie senza farla soffrire

Non sempre le donne quando vengono lasciate da un uomo soffrono. Dipende dal carattere di ciascuna di esse. Ci sono, infatti, delle personalità molto forti che talvolta sanno reagire meglio degli uomini. Per lasciare la moglie senza farla soffrire, è...
Matrimonio

Come lasciare il marito senza farlo soffrire

" Nella buona e nella cattiva sorte.... Finché morte non ci separi" è la promessa che si fanno marito e moglie davanti a Dio. Peccato che talvolta, per un motivo o per un altro, la coppia scoppia. Sono tanti i motivi che lo causano. Può venir meno...
Matrimonio

Come sposarsi a Bali

Bali, piccola isola tropicale, è sicuramente considerata la meta turistica più amata dell'Indonesia. Ciò che rende Bali una meta affascinante, è innanzitutto il suo mare cristallino e la sua lussureggiante vegetazione esotica, che rende questa località...
Matrimonio

10 cose da fare per salvare un matrimonio in crisi

Si possono fare molte cose che mandano in crisi un matrimonio, e sappiamo quali: piccoli gesti quasi involontari o grandi mancanze, di rispetto, di fiducia, che giorno dopo giorno non fanno che allontanarci sempre di più dal nostro partner, dalla persona...
Matrimonio

Come fare pace dopo un tradimento

Non avremmo mai creduto che capitasse proprio a noi. Eppure è successo. Abbiamo subito un tradimento. Rancore, incredulità e confusione ci rendono difficile capire con chiarezza cosa vogliamo fare. Lasciare il partner fedifrago o fare pace e restare...
Matrimonio

Matrimonio: come dirlo ai genitori

Il matrimonio è senza dubbio un passo estremamente importante in una coppia che si ama, che crede nei valori della famigia e nell'amore eterno. Tuttavia ci sono una serie di tappe che precedono il grande giorno, il giorno in cui i due sposi dichiareranno...
Matrimonio

Come intestare gli inviti di matrimonio

Il vero biglietto da visita di un matrimonio è la partecipazione di nozze. Molti sposi sottovalutano questo aspetto. E’ opinione diffusa, infatti, che chi riceve l’invito non lo legga con particolare attenzione o che, addirittura, lo cestini, trascrivendo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.