Come rinunciare all'assegno di mantenimento

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Separarsi dal proprio coniuge non è mai una cosa facile. A volte bisogna anche affrontare percorsi burocratici complessi. Per fortuna non è il caso della rinuncia all'assegno di mantenimento. Ma vediamo insieme cos'è un assegno di mantenimento. È importante sapere che esistono due tipi di assegni di mantenimento: quello di separazione e quello post-divorzio. Il primo afferma che il coniuge ha diritto se non ha un reddito proprio di un assegno di mantenimento. Questo assegno deve permettere al coniuge di mantenere il tenore di vita che aveva prima della separazione. Quello post-divorzio ha lo stesso scopo del primo, ma ormai i due ex coniugi non hanno più un rapporto coniugale. Il diritto a ricevere questo assegno termina quando il ricevente si sposa. Se il coniuge pagante muore o fallisce la sua azienda il diritto decade automaticamente. L'assegno di mantenimento si spiega nell'articolo 156 del Codice Civile. Di seguito vedremo insieme come rinunciare all'assegno di mantenimento.

26

Occorrente

  • Carta e penna; un buon avvocato; coscienza di ciò che si sta facendo.
36

Il coniuge può scegliere liberamente di fare la scelta, come rinunciare all'assegno di mantenimento. La procedura è facile e non è irrevocabile. Il coniuge che rinuncia deve presentare una lettera in duplice copia. In questa lettera deve esserci il motivo perché si rinuncia all'assegno. Una lettera andrà all'ex coniuge e l'altra al giudice. È consigliabile farsi aiutare nella stesura della lettera dal proprio avvocato di fiducia. Nel caso ci sia un peggioramento della condizione economica nel tempo si può nuovamente richiedere l'assegno di mantenimento. Tutto ciò deve avvenire in sede legale.

46

La rinuncia può avvenire in qualsiasi momento. Non c'è un limite di tempo per presentare la domanda di rinuncia all'assegno di mantenimento. La rinuncia all'assegno di mantenimento non comporta la rinuncia all'assegno post divorzio. Ovviamente il giudice decreterà se la richiesta verrà accettata o meno. È sempre consigliabile discutere di queste scelte con un avvocato di fiducia. Questa richiesta avviene volontariamente e liberamente in forma scritta in duplice copia. Il giudice prenderà in esame la richiesta e deciderà se ci sono i termini per accettarla. Per maggiori informazioni si può fare appello a casi di rinuncia dell'assegno di mantenimento e al Codice Civile.

Continua la lettura
56

La richiesta di rinuncia si può fare da entrambi gli ex coniugi. Si ricorda che è sempre un giudice a dire "l'ultima parola". Per maggiori info su come rinunciare all'assegno di mantenimentohttp://miseparo.pianetadonna.it/soldi-e-casa/assegno-mantenimento/rinuncia-assegno-mantenimento.html
.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Riflettete sempre bene su ciò che state facendo e rivolgetevi sempre ad un esperto, che potrà essere un avvocato o un notaio, meglio se di fiducia; prendete la decisione di rinunciare di vostra spontanea volontà, senza forzature o minacce provenienti da terzi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento del coniuge

In questa guida vi spieghiamo come calcolare l'assegno di mantenimento del coniuge. Nel momento in cui si ricorre alla separazione legale, il giudice riconosce al coniuge meno abbiente il diritto di ricevere dall'altro un assegno di mantenimento. È necessario...
Divorzio

Assegno di mantenimento: come calcolarlo

È indubbio che oggi uno dei pilastri della società, la famiglia, è grandemente messo in discussione, se non in aperta crisi, da gravi situazioni che possono verificarsi al suo interno e che sono la causa di separazioni che si concludono con un divorzio....
Divorzio

Come calcolare l'assegno di mantenimento dei figli

In questi ultimi anni stanno aumentando esponenzialmente le separazioni e i divorzi, ponendo in primo piano la questione riguardante il mantenimento dei figli. La Costituzione sostiene che i genitori hanno l'obbligo di mantenere ed educare i figlia, minorenni...
Divorzio

Come rivalutare l'assegno di mantenimento

Quando una coppia si separa perché non va più d'accordo, il rapporto con i figli deve continuare a livello affettivo e materiale. L'assegno di mantenimento può interessare il coniuge che ha una situazione economica precaria. Ma soprattutto i figli...
Divorzio

Come modificare le condizioni di separazione

Le condizioni contenute nella sentenza di separazione o in un provvedimento di omologazione della separazione consensuale o ancora in un provvedimento che già in precedenza aveva modificato le condizioni, possono essere, in ogni momento, per giustificati...
Divorzio

Come funziona la procedura del divorzio

Il divorzio è un istituto che porta allo scioglimento di un matrimonio. Con esso termina lo status di coniuge consentendo ai due membri della coppia, ormai liberi, di potersi nuovamente sposare. In questa guida vedremo in maniera molto semplice come...
Divorzio

Guida ai diritti e doveri dei coniugi separati

L'amore è una cosa meravigliosa, ma come tutte le cose belle, a volte finisce e lascia dietro di se l'amaro. Purtroppo ci si sente ancora peggio, quando si deve aver a che fare con la burocrazia e le leggi che disciplinano i rapporti coniugali. In mancanza...
Divorzio

Come ottenere l'affidamento di un figlio

Quando il legame d'amore tra due persone si spezza, inevitabilmente chi ne va di mezzo sono i figli. Se questi sono minori d'età, tutto si complica, e non sempre si riesce a vedere con la giusta serenità ciò che è meglio per loro, e ira, risentimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.