Come rispondere alle richieste di soldi dei figli

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Rispondere alle richieste di denaro da parte dei figli, non sempre rappresenta il mezzo adatto per garantirgli una crescita sana ed armoniosa. Un aspetto da tenere in considerazione è fare in modo che i figli mantengano un buon equilibrato con il denaro. Dire sempre "sì", ad ogni loro richiesta, potrebbe abituarli male, specialmente durante l'adolescenza. In una fase così particolare del loro sviluppo, è bene limitare l’acquisto di oggetti di consumo per puro diletto. Spesso, a livello inconscio, i ragazzi tendono a colmare i vuoti di un carattere ancora in stato di formazione, sperperando soldi un po' ovunque. Come si devono comportare i genitori, in questo tipo di situazioni, è l'argomento di questa guida.

25

La buona regola è quella di imparare a saper dire “no” alle ripetute richieste di denaro da parte dei figli, tuttavia, senza eccedere. In alcune situazioni, infatti, i genitori hanno buone ragioni per negare al figlio l'ennesimo acquisto in negozio o l'uscita in compagnia degli amici. Altre volte, invece, non si può dire di no, al fine di garantire una sana crescita, non caratterizzata da continue privazioni. Il negare la corresponsione di una somma di denaro deve, comunque, basarsi su un fondamento giustificativo, altrimenti si creerà un ambiente ostile tra genitori e figli. I figli potrebbero, inoltre, avvertire un ostacolo per entrare nel gruppo di amici in cui si identificano.
Quando le richieste di soldi rischierebbero di spezzare il legame tra vostro figlio ed "il gruppo", è necessario che i genitori non polemizzino eccessivamente. È necessario spiegargli che le continue richieste di denaro sono fuori luogo. Il consiglio è quello di mettere in chiaro le regole, senza instaurare un rapporto di tipo "contrattuale". Il dovere dei genitori è quello di educare i figli, quindi è necessario accertarsi che le loro richieste siano lecite e ragionevoli, che il gruppo di amici non li porti sulla cattiva strada, dal punto di vista economico e non solo. A volte, non è un male essere autoritari.

35

Rispondere alle richieste di soldi dei figli può diventare un aspetto occasionale, specie se si riesce ad abituarli fin da giovani ad avere un rapporto equilibrato con il denaro.
Quando i figli raggiungono l’età nella quale iniziano a comprendere il discorso relativo ad un sano rapporto con il denaro, occorre stabilire una paghetta settimanale, per permettere loro di gestire in autonomia i risparmi. La paghetta, ovviamente, servirà per far fronte alle piccole spese. Il discorso riguardante i risparmi per il futuro deve essere oggetto di dialogo a partire dalla fase adolescenziale. Bisogna, comunque, spiegare ai propri figli che per spese straordinarie i genitori ci saranno sempre. Quindi, l'iscrizione alla scuola calcio, l'acquisto di un giocattolo, di un videogioco, di un libro o altro, rientrano in queste spese extra, e sono a carico dei genitori. Non bisogna fare in modo che essi si autogestiscano, ed importante fargli comprendere l’importanza del denaro in modo da non creare ossessioni o tabù.

Continua la lettura
45

Per fare in modo che i figli crescano in modo sano e sviluppino un buon rapporto con il denaro, bisogna insegnargli il giusto valore delle cose. Rispondere alle richieste di soldi dei figli è diventato molto difficile nella società odierna, volta ad un consumo sfrenato e alla ricerca dell’ultimo modello di telefonino. Il compito dei genitori è quello di far capire ai figli la differenza tra il necessario ed il superfluo. I prodotti di consumo appagheranno, sicuramente, determinati bisogni secondari ed acquistare "qualcosa in più" non è certo un male. Tutto sta nell’introdurre il concetto della giusta misura. I genitori devono accompagnare i figli alla scoperta di un mondo sano, che vada oltre alla smania degli acquisti, alle luci dei touchscreen e alle suonerie dei cellulari.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Abituate i vostri figli ad avere un rapporto sano con il denaro
  • Imparate a dire "no" quando è necessario
  • Negate qualcosa, non negate tutto
  • Accompagnate i vostri figli nella crescita, non abbandonateli alle sole voglie dettate pubblicità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Tradimento: come evitare ripercussioni sui figli

Si vive ormai in una realtà fatta di conflitti, di incompatibilità e di separazioni. Il più delle volte ci si scontra, ci si arrabbia fino a generare delle vere e proprie guerre. Ci si riferisce naturalmente a quei confitti interni nell'ambito familiare...
Famiglia

5 modi per conquistare affetto e rispetto dei suoi figli

Il compito più importante che ogni genitore ha è quello di educarli nel modo giusto e ottenere in cambio rispetto ma anche affetto. Bisogna trovare infatti il giusto equilibrio senza esagerare facendo capire loro come ci si comporta in ogni situazione....
Famiglia

Come farsi rispettare dai figli

Siamo in un momento storico in cui l'obbedienza gode di cattiva fama, nel senso che nessuno sembra essere disposto a voler rinunciare a nulla per compiacere qualcun altro, e spesso i figli non si sottraggono affatto a questo comportamento. Probabilmente,...
Famiglia

Come accettare i figli del proprio compagno

Il concetto di famiglia è sempre in continua evoluzione e non esiste più solo la classica triade madre-padre-figli, ma si continuano a formare sempre più quelle che vengono definite famiglie allargate. Quando i genitori si separano perché non vanno...
Famiglia

Come comportarsi con i figli del nuovo compagno

Non esiste nessun manuale per imparare a fare i genitori, immaginarsi quanto possa complicarsi la vicenda se dobbiamo fungere da genitore per un figlio che non è nostro. Si tratta di un rapporto difficile da instaurare, ma che potrà, dal punto di vista...
Famiglia

Come convincere i genitori a farti uscire con ragazzo

La scelta di diventare genitori condiziona per tutta la vita, ciò potrebbe essere definito un lavoro a tempo indeterminato. Quella che sembra un'affermazione banale in realtà non lo è affatto: dal primo momento di vita del neonato, sia la neomamma...
Famiglia

Il decalogo della nuora perfetta

Il rapporto che intercorre tra suoceri e nuora non è sempre tra i più idilliaci, soprattutto quando si tratta della mamma del proprio compagno, la quale tenderà ad essere sempre un po' prevenuta. Si dice spesso che scegliendo un partner si sceglie...
Famiglia

Come ritrovare l'armonia familiare

Non è facile raggiungere l'armonia familiare, perché la famiglia rappresenta un insieme di persone con una propria personalità e un proprio carattere e quindi è difficile far coesistere questi equilibri ed andare d'accordo, come è difficile una volta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.