Come scegliere il nome per il proprio figlio

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Durante il bellissimo periodo dell'attesa di un bimbo, una donna in gravidanza, fra le mille cose da fare, si pone anche il quesito del nome da apporre al nascituro. Sembrerebbe un argomento di facile soluzione, ma a volte non si hanno le idee molto chiare in merito. In realtà si tratta di una scelta importantissima: il nome è un tratto che ci contraddistinguerà per sempre, perché lo porteremo per tutta la vita. Ed in funzione di questo motivo fondamentale, sarà consigliabile tenere presente qualche piccola indicazione che troverete in questa guida, per sapere, senza intoppi o grandi dubbi, come scegliere il nome per il proprio figlio.

28

Occorrente

  • Il libro dei nomi, oppure internet per delle specifiche ricerche in rete.
38

Prima di tutto procedete nello scartare quelli che non suonano bene musicalmente. Per fare questo, vi basterà pensare al cognome che avrà il vostro bambino, cercando di evitare le rime. Secondo il noto pediatra infantile Carlo Marcelletti, i bambini sono gli umoristi per eccellenza: per loro ogni occasione di ridere equivale a un'opportunità da cogliere immediatamente e la loro innocenza non gli permette di pensare alle conseguenze. Una derisione può trasformarsi in uno scherno piuttosto mirato ed alimentare così dei complessi in vostro figlio. Evitate dunque di scegliere le rime, e visto che le scelte sono tantissime, non rischiate.

48

In secondo luogo munitevi di un libro dei nomi. In commercio ce ne sono moltissimi, quindi, per capire quale possa essere quello più adatto, chiedete al libraio. Per esempio alcuni testi sono specializzati nel riportare i nomi del panorama dello spettacolo, altri invece fanno una semplice lista e infine ci sono quelli che spiegano anche il significato del nome; forse i più funzionali.

Continua la lettura
58

Nel caso in cui non siate orientate ad una sola scelta, una volta individuata una rosa di nomi che sembra possa essere adatta, fate scegliere al vostro bambino! Non è paradossale: credetemi! Scriveteli su un foglio, andate in un luogo a voi particolarmente caro, mettetevi comode e parlate con lui/lei. Dite a voce alta i nomi e non appena sentirete un suo calcio o un suo movimento, ecco che avrete la soluzione. Questo procedimento non solo è funzionale, ma è anche molto bello: un giorno potrete raccontare al vostro bambino che ha scelto lui stesso il suo nome.

68

Se siete ancora titubanti e c'è qualche perplessità che vi incupisce, chiedete ad amici e parenti. Le persone più vicine sono anche quelle che sanno consigliare meglio; a volte un parere esterno può essere più incentivante di qualsiasi logicità. Molte volte le future mamme diventano insicure su tutto, ma questo è normale, non spaventatevi, anzi: la maggior parte delle volte più si tiene a qualcosa e più si diventa instabili. Non abbiate fretta dunque, avete ben nove mesi in cui poter riflettere sul nome più adatto, sia voi che il vostro bambino!

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultatevi con qualche parente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come riconoscere un figlio naturale

Il nostro ordinamento giuridico, qualifica come naturale il figlio concepito da due genitori non uniti tra loro in matrimonio. Il riconoscimento del figlio naturale è disciplinato dagli articoli 250 e seguenti del codice civile e consiste in una dichiarazione...
Famiglia

Come capire se sei pronta per un altro figlio

In questo articolo vogliamo aiutare te, che sei una delle nostre care lettrici, ad imparare come poter capire se sei pronta per un altro figlio, in moo da essere consapevoli di questa scelta non facile per tutte noi donne!Essere madre è una soddisfazione...
Famiglia

Come gestire un conflitto con un figlio

Tra genitori e figli capita molto spesso che nascano incomprensioni, ed inevitabilmente ciò finisce in uno scontro. Essere genitori è molto difficile e si rischia di sbagliare cercando di fare il bene del proprio figlio, lasciandoci trasportare da questo...
Famiglia

Le frasi da non dire mai a un figlio dopo una bocciatura

La vita scolastica non è mai facile, soprattutto per chi è in età adolescenziale. Quando succede che il proprio figlio riceva una bocciatura, la prima reazione dei genitori è quella di urlare e strepitare, ma bisogna sempre fare attenzione alle frasi...
Famiglia

Come stabilire le punizioni ad un figlio

Insegnare ad un figlio le conseguenze di un comportamento negativo è uno dei compiti più importanti di un genitore. Gli atteggiamenti dettati dall'impulso risultano sempre controproducenti. Quindi, quando si deve stabilire una punizione ad un figlio...
Famiglia

Frasi da non dire mai a un figlio dopo una delusione amorosa

Quando si è genitori ci si deve interfacciare con problematiche legate ai propri figli, che si voglia o meno si rivive in loro ciò che si è già vissuto in passato e, in un mare di responsabilità ma ricchi di esperienze, ci si ritrova ad essere per...
Famiglia

Consigli per dire al proprio figlio che è stato adottato

Non è semplice per i genitori adottivi dover raccontare dell'adozione al proprio figlio. Molto spesso infatti, i genitori si trovano in difficoltà e non sanno come affrontare questa situazione nel modo migliore. I dubbi possono essere tanti e, talvolta,...
Famiglia

Come richiedere un permesso per malattia del figlio

Ogni mestiere presenta le sue agevolazioni, e per ogni tipologia di professione è sempre prevista la possibilità di richiedere un permesso speciale per occasioni come malattie o situazioni familiari particolari. L'importante è conoscere la propria...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.