Come sopravvivere alla prima delusione d'amore

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sei stato lasciato? Ti sei sentito adorato, amato, compreso a pieno e poi senza preavviso sei stato scaricato? Hai perso l'unica ragione della tua esistenza? Nessun problema: ecco alcuni consigli che potranno essere utili per sopravvivere alla prima delusione d'amore e soprattutto ad evitare di svuotare barattoli di gelato. La depressione è una cattiva consigliera e soprattutto non porta a nessun risultato in termini di miglioramento emotivo. Vediamo come fare.

27

Occorrente

  • Volontà
37

Prima di tutto pensiamo all'atteggiamento mentale: spesso non ci pensiamo ma la mente ha molta potere e i pensieri negativi possono scatenare veri disastri. È sbagliato pensare che sia tutta nostra la responsabilità della fine di un rapporto: meglio tentare di riflettere sulla possibilità di aver semplicemente commesso un errore di valutazione in quel contesto e con quella persona. Al bando gli atteggiamenti vittimisti, la depressione, la tristezza esagerata: piangere, urlare può servire a esprimere le proprie sensazioni, ma ad un certo punto è opportuno prendere il controllo e iniziare a riflettere sui motivi della rottura. Pensare in modo costruttivo all'esperienza passata può servire a non ripetere gli stessi errori in futuro. Fare così quindi, aiuta a capire e soprattutto a crescere sia mentalmente che nei rapporti con le persone sotto ogni aspetto. Ogni fattore è importante e ogni errore risulta essere una base da cui ripartire.

47

Sicuramente non è sufficiente lavorare solo sulla mente, ma servono anche azioni concrete pratiche. Un innamorato deluso si sente solo e può rischiare di perdersi nei proprio ricordi e rimpianti. Quindi diventa importantissimo evitare di rintanarsi in casa, ma anzi si deve cercare la compagnia di amici e familiari: ogni occasione di svago non deve essere né respinta né rifiutata. Certamente non è possibile effettuare una trasformazione radicale: se si è timidi, tranquilli, solitari per natura è impensabile iniziare improvvisamente a frequentare locali notturni e discoteche; ma ciascuno di noi ha i propri hobby e magari è successo che proprio per non trascurare l'ex partner sia successo di perdere un po' di vista ii proprio interessi. È giunto il momento di riprendersi tutto il tempo perso! Una cosa molto importante da tenere a mente è questa: prima di stare con lei o con lui, esistevo, stavo bene, ero felice e vivevo la mia vita tranquillamente! Perché ora non dovrebbe essere come prima?

Continua la lettura
57

Come ultimo punto è fondamentale prendersi cura del proprio corpo e della propria salute. Potrebbe capitare di non avere la forza di curarsi, vestirsi addirittura non riuscire ad alzarsi dal letto! È normale all'inizio, infatti è come se in questo modo volessimo evitare il confronto con il mondo e metterci al riparo da altre nuove delusioni. Questo atteggiamento pero' deve cambiare, mutare in sano desiderio di "rivalsa" e "egoismo". Prendersi cura del proprio corpo, comprare qualche capo d'abbigliamento nuovo, cambiare taglio di capelli, passare qualche giorno in un centro benessere non risolverà certo le nostre pene d'amore, ma potrà aumentare l'autostima e il desiderio di ricominciare a fare nuovi progetti e magari conoscere nuove persone, cambiare ambienti e magari scoprire lati del nostro carattere sconosciuto a noi stessi. L'obiettivo quindi è riprendersi la vita, sotto ogni aspetto!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un ultimo consiglio:non tempestare l'ex amato con squilli e messaggi,sarebbe controproducente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Problemi Adolescenziali

Amore e amicizia nell'adolescenza

Nel ciclo della nostra vita, interposta tra la fanciullezza e l'età adulta vi è l'adolescenza. È un periodo particolarmente problematico tipico dell'esistenza, specie per le risonanze psicologiche del mutato rapporto tra l'adolescente e il proprio...
Problemi Adolescenziali

Come superare la fine di un flirt estivo

Non esiste stagione in cui non si può rimanere colpiti dall'amore. Ma in estate il pericolo incombe sempre più facilmente! Complice per molti le vacanze e la tranquillità del periodo. Ovviamente, le storie in cui si ci imbatte non sono tutte uguali....
Problemi Adolescenziali

5 consigli per genitori di adolescenti

Il rapporto genitori-figli, da sempre uno dei più indagati dalla pedagogia e dalla psicologia, rappresenta un punto focale nelle dinamiche relazionali familiari, in modo particolare nell'epoca della precocità dei rapporti e delle interazioni giovanili.Ecco...
Problemi Adolescenziali

Come affrontare la bocciatura di un figlio alle scuole superiori

Essere genitori, spesso richiede una vera e propria capacità di resistenza, in quanto è necessario misurarsi con problemi familiari impegnativi di ogni genere che la vita quotidiana propone. Del resto, la professione genitoriale è sicuramente la più...
Problemi Adolescenziali

5 segnali per capire che una ragazza non è interessata

L'amore è bello quando è ricambiato, ma se invece si tratta di un sentimento a senso unico, diventa soltanto una fonte di sofferenza. Il modo più semplice per capire se piacete ad una ragazza è quello di osservare attentamente i suoi comportamenti....
Problemi Adolescenziali

5 modi gentili per lasciare una ragazza

Alla fine di una storia d'amore più o meno di lunga durata ed intensità, trovare le parole, l'occasione ed il modo per lasciare la propria ragazza non è per niente facile. Anche se l'amore è finito, è subentrata una nuova storia o l'accordo è venuto...
Problemi Adolescenziali

Come comportarsi con il primo fidanzato

Sia che siamo adolescenti o più attempate, il primo fidanzato "ufficiale" è un'emozione tremenda. Da giovani probabilmente è più facile pensare che la storia possa finire, ma raggiunta una certa età la sconfitta, sarebbe molto forte e deleteria....
Problemi Adolescenziali

Come farsi dire "ti amo" da una ragazza

Come farsi dire "Ti amo" da una ragazza, bella domanda, non è facile rispondere: C'è chi nel pieno di un piacere si sente di manifestare il proprio godimento sessuale, con una parola e chi invece deve essere sicura prima di affermare un sentimento....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.