Consigli per affrontare la morte del nonno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Improvvisamente, ricordi i tuoi giochi di bambino. È un pensiero che arriva improvviso, un fulmine lacerante che squarcia la routine delle giornate della tua vita di giovane adulto, affacciato per la prima volta alle responsabilità sempre più pesanti della vita quotidiana. Quando per telefono, mamma e papà dicono che quelli saranno gli ultimi istanti di vista del nonno, è come se un film silenzioso ma continuo partisse nella tua testa. Probabilmente, è la prima volta che affronti una perdita di questo calibro: il nonno, ti ha assecondato quando da bambino chiedevi di giocare ancora per quei cinque minuti, che diventavano infiniti. Ti ha ascoltato quando muri di incomprensione adolescenziale crescevano tra te e i genitori. Ti ha accolto, quando nessuno aveva la possibilità di prendersi cura di te. Elaborare un lutto così profondo può non essere semplice: ecco dunque qualche consiglio per affrontare la morte del nonno.

26

Prenditi il tempo necessario

Innanzitutto, è necessario accettare l'accaduto: la morte è la conclusione inevitabile del ciclo della vita, la fine di un altro inizio. Tuttavia, necessita di una fase di metabolizzazione: è necessario prendersi tutto il tempo di elaborare i nostri sentimenti, senza cercare di reprimere il senso di angoscia o di tristezza che, purtroppo, accompagnerà le prime fasi della nostra vita senza il nonno. L'impulso a superare tutto subito, è deleterio.

36

Non dimenticare il nonno

All'inizio è doloroso: al pensiero dei bei momenti condivisi, e di come riusciva a fare parte della tua vita, si aggiunge quello che purtroppo non avrete più momenti insieme. Tuttavia, è solo una fase: concediti di ricordare il nonno attraverso le cose che avete fatto insieme, i pareri che vi siete scambiati, pensa alle litigate e ai dissapori. Alla fine, tutto ha fatto parte della vostra vita e ha contribuito a formare quella sfera di ricordi indelebili e preziosi che, come un tesoro inestimabile, sarà per sempre tuo.

Continua la lettura
46

Non isolarti

La tua famiglia, sta vivendo esattamente lo stesso dolore, anche se con intensità e stadi di elaborazione diversi. L'unione, fa dunque la forza: parlare e condividere le sensazioni che si stanno provando in quel momento dopo la scomparsa di una persona tanto cara, aiuta a sciogliere le tensioni emotive, e ad avere l'impressione di non essere soli. I tuoi genitori, potrebbero infatti aver bisogno di confidare il proprio dolore per aver a loro volta la possibilità di elaborare il lutto: essere di sostegno alle persone amate e permettere ai tuoi cari di esserti a loro volta di sostegno; è un circolo virtuoso che aiuterà tutta la famiglia a superare la dolorosa perdita.

56

Prenditi cura di te

La cosa che potrebbe essere più rischiosa del periodo successivo al lutto, è mostrare leggerezza quando si tratta di prendersi cura di sé. Piano piano, nonostante il vuoto e il silenzio, bisogna tornare alla vita normale, senza cadere nella trappola degli eccessi: riposare il giusto senza il rischio di non alzarsi più dal letto, mangiare adeguatamente, e non dimenticare di uscire, e vedere amici e familiari. Un riposo adeguato inoltre aiuta a mantenere il controllo degli stati d'animo negativi, e diminuisce notevolmente il livello di stress che si accumula durante il periodo del lutto.

66

Ricorda di essere felice

Nonostante tutto il dolore causato da una perdita, nessuna delle persone che ti vuole bene sarebbe felice nel vederti soffrire per molto tempo. La cosa migliore è continuare ad apprezzare la vita, godendo delle piccole cose e delle gioie che ci regala ogni giorno. Anche se ci ostiniamo a voler vedere tutto cupo, le gioie non mancano: l'unica cosa che manca e che deve tornare, è il nostro sorriso, la cosa che avrebbe reso il nonno la persona più felice del mondo. All'inizio potrebbe capitare di sentirsi in colpa per essere stati felici: in questo caso, prova a dedicare quel momento di allegria al caro nonno, come se in quel momento fosse ancora vicino. Il pensiero positivo è il miglior tonico per lo spirito!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 consigli per affrontare i conflitti tra genitori e figli

Il rapporto tra genitori e figli è una relazione a priori molto complessa. Le differenze generazionali, lo stress, i ritmi frenetici quotidiani scatenano ed accentuano le incomprensioni. L'adolescenza, inoltre, è una fase molto delicata. Costituisce...
Famiglia

Consigli per affrontare un conflitto con i genitori

Litigare con genitori e parenti è inevitabile: vivono con voi e comunque hanno il dovere di gestire e indirizzare la vostra vita. Spesso le diversità caratteriali e i disagi dell'adolescenza portano a dei conflitti, che però possono essere ridotti...
Famiglia

Come affrontare il distacco dai propri genitori

Quando un giovane uomo o una giovane donna affrontano i cambiamenti più grandi della vita attraverso la crescita, la maturazione e la realizzazione di nuovi progetti, adulti e consapevoli, è inevitabile che si ritrovino ad affrontare anche un primo,...
Famiglia

Come affrontare genitori omofobi

Accettare se stessi e questo vale per ogni aspetto della nostra vita è fondamentale. Ogni persona deve credere in se' e nelle proprie potenzialità per stimarsi, ma non solo, anche le proprie scelte sono importanti anche se non piacciono ai genitori....
Famiglia

Come affrontare una perdita

Come affrontare la perdita di una persona, di un animale, o di qualsiasi cosa alla quale l'uomo ci si affeziona, è una questione del tutta soggettiva, in quanto, ci sono persone forti, persone meno forti, tutto basato sul livello caratteriale. Ovviamente...
Famiglia

Come Affrontare La Partenza Di Un Figlio

Al giorno d'oggi è molto difficile trovare un lavoro, soprattutto nella propria città o in piccoli paesini. I giovani, soprattutto i neo laureati, sono costretti ad allontanarsi da casa per cercare lavoro altrove e realizzarsi professionalmente, ma...
Famiglia

Come Affrontare L'Allontanamento Di Un Figlio

I figli sono la vita per i genitori, che da quando nascono al momento che si allontanano e, spesso anche dopo, difficilmente riescono a staccarsi da loro. Il buon genitore sa che ai propri figli si devono fornire le ali per volare, ma quando arriva il...
Famiglia

Consigli per dire al proprio figlio che è stato adottato

Non è semplice per i genitori adottivi dover raccontare dell'adozione al proprio figlio. Molto spesso infatti, i genitori si trovano in difficoltà e non sanno come affrontare questa situazione nel modo migliore. I dubbi possono essere tanti e, talvolta,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.